Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Le fotocamere digitali


Le fotocamere digitali

1 - Una nuova guida alla scelta della fotocamera ideale

E' passata molta acqua sotto i ponti dall'ultima volta in cui avevo affrontato in modo completo e dettagliato il variegato mondo delle fotocamere digitali e, nel frattempo, molte cose sono cambiate. Fortunatamente tutti i cambiamenti sono stati positivi perchè si è assistito ad un forte miglioramento delle prestazioni, che ha portato il livello "entry", intorno ai 3 Megapixel ed i livelli professionali dagli 8 fino ai 12 MegaPixel e anche oltre con annunci che si susseguono giorno dopo giorno.

Ma ciò che più conta è che si è ampliata anche la gamma di prodotti offerti cosa che rende la scelta di una fotocamera ancora più complessa che in passato, pur rimanendo validi alcuni presupposti generali che avevo esposto negli altri articoli.

La Fotocamera non è solo una questione di MegaPixel

Nella crescita e nell'evoluzione del mercato della fotografia digitale, è aumentata la necessità di sapere cosa si vuole avere da una fotocamera digitale per evitare di andare incontro a spiacevoli sorprese o a delusioni cocenti.
Il rischio è quello di valutare una macchina fotografica digitale solo per i MegaPixel così come spesso si tende a valutare un Computer solo per i MHz. Purtroppo così come è errato un solo parametro per valutare un apparecchiatura complessa come un computer è la stessa cosa per una fotocamera.

Le caratteristiche che contribuiscono a realizzare una buona macchina fotografica digitale sono molteplici e tutte collaborano per offrire un prodotto di qualità più o meno alta. Si parte da un buon CCD (il circuito che trasforma i raggi luminosi in un'immagine digitale), si passa poi al tipo di zoom rigorosamente ottico, alla qualità delle ottiche, caratteristica questa difficile da valutare anche col modello tra le mani, ma conoscibile cercando su Internet le recensioni disponibili per moltissimi modelli dei principali produttori.
Un'ottica scadente, infatti può vanificare tutto il resto; su quest'ultimo aspetto la "tradizione" del produttore è spesso una garanzia, nel senso che in marchi come Canon, Pentax, Nikon, normalmente le ottiche saranno certamente di buona qualità, cosa non sempre vera per altri attori del mercato che hanno esperienza esclusivamente nel settore delle fotocamere digitali.

Infine c'è da valutare il tipo di batterie di cui viene dotata la nostra futura fotocamera; più alta sarà la loro efficienza più a lungo potremo utilizzare il nostro apparecchio senza esser costretti a ricaricare, cosa spesso non facile soprattutto quando si è in viaggio o si è lontani da casa.

L'importanza delle schede Flash

Non è invece importante la quantità di memoria fornita con la macchina in quanto, tutte le macchine digitali, tranne in pochi casi e soprattutto per macchine di fascia molto alta, vengono equipaggiate di serie con una scheda di memoria insufficiente per un utilizzo normale. Più interessante conoscere il tipo di scheda "montata" sulla nostra macchina. Infatti alcune schede, più di altre offrono prezzi contenuti e grandi capacità. In questo sono da preferire, oggi, le Secure Digital, le MultiMedia Card e le Compact flash a scapito delle Memory Stick o delle xD.

Quanto alle dimensioni una capacità "normale" per una scheda di memoria che possa permettervi di fruire con tranquillità della vostra macchina fotografica digitale è 256 MB, ma alla luce del calo dei prezzi in corso e l'ampia disponibilità di schede capienti, il taglio da 512 MB ed anche quello da 1 GB non rappresentano più sogni impossibili o tagli riservati solo agli utenti professionali, ma concrete alternative per non avere più il timore di "finire gli scatti" e dover fare pulizia o dover rinunciare a qualche scatto anche solo curioso per timore di finire lo spazio.

REFLEX o Compatta?

Fino a poco tempo fa le macchine compatte coprivano solo la fascia bassa del mercato, mentre le dotazioni più "serie" e complete venivano riservate esclusivamente a macchine di tipo Reflex, ovvero quelle che mantengono la forma delle classiche macchine fotografiche.
Oggi la situazione si è evoluta ed il mercato offre una notevole varietà di alternative anche di fascia medio-alta, in formati estremamente compatti.
Chiaramente le macchine professionali saranno sempre delle Reflex per via delle ottiche intercambiabili e per la possibilità di dare più spazio a tutto l'insieme consentendo una migliore ingegnerizzazione dell'apparecchio, oltre che per molte altre ragioni che sarebbe troppo lungo spiegare.

Ma come scegliere la propria macchina tra le tante alternative?
Ci sono alcuni fattori che rivestono un'importanza più o meno elevata secondo le proprie preferenze ed inclinazioni:
  1. L'uso che si intende fare delle foto, quindi le dimensioni massime in cui si vorrebbe poter stampare ad una buona qualità.
  2. La passione che si ha per la fotografia ed anche le capacità personali di utilizzo di settaggi manuali e di tante altre tecniche come il bilanciamento del bianco o lo zoom manuale che sono contenute in fotocamere più professionali.
  3. Se si ha interesse ad utilizzare altre funzioni come la possibilità di fare mini-filmati o presentazioni direttamente dalla macchina e tante altre funzionalità più o meno esotiche.

E allora come scegliere? Un po' di pazienza.

Per ora vi lascio a riflettere circa le vostre preferenze sul tema, ma non preoccupatevi, la prossima settimana ci sarà la seconda parte. Per ora vi lascio e vi ricordo che, per dubbi, domande o consigli, il mio indirizzo di posta è sempre a vostra disposizione.


Data di pubblicazione: 08-03-2006
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.