Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Macchine fotografiche digitali


Macchine fotografiche digitali

Piccola guida alla scoperta del mondo della fotografia digitale

Cominciamo dall'inizio

Scrivo questo articolo dopo aver passato molti giorni a discutere con varie persone, sul forum, in mail privata ed anche in chat su come scegliere una macchina fotografica digitale, se ne vale la pena ed i consigli che mi sentivo di dare a chi volesse acquistare la sua prima macchina fotografica digitale, cosa guardare, cosa cercare e quanto ci si può aspettare di spendere.

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza

Ci sono alcune cose da sapere prima di avventurarsi nel mondo delle fotocamere digitali:

  1. Ad oggi la tecnologia digitale non è ancora arrivata al punto di offrire una qualità pari a quella ottenibile con le macchine fotografiche tradizionali, quindi con il classico rullino; tuttavia si è giunti ad una situazione in cui le differenze, almeno ad occhi meno esperti come quelli della maggior parte di noi, cominciano ad essere poco o per niente visibili.
  2. Le fotocamere usano molto le batterie ed hanno un'autonomia di funzionamento molto ridotta; di solito si può pensare di avere circa un'ora di attività continua. Tuttavia quasi tutte le macchine di ultima generazione offrono la possibilità di usare batterie ricaricabili o le hanno già inserite nel corpo macchina caratteristica questa che consente di non spendere una fortuna nelle classiche pile. Ma in molte conservano anche la possibilità di essere alimentate con le tradizionali pile, così da offrirvi la possibilità di fotografare anche quando la vostra batteria è scarica e non avete come ricaricarla.
  3. Maggiore è la qualità delle immagini che vogliamo ottenere dalla nostra macchina, maggiore è la dimensione occupata dalle stesse sulla memoria interna; infatti, all'aumentare della qualità richiesta la macchina non effettuerà alcuna compressione o comprimerà le immagini solo in modo leggero. Ovviamente più alta èla qualità dell'immagine che riprendiamo, minore sarà il numero di foto che potremo registrare sulla memoria della macchina.
    Abbiamo messo un bel po' di carne sul fuoco e veniamo adesso a cercare di risolvere e di spiegare i vari punti.

Primi passi nel mondo delle immagini digitali

Senza voler scendere in dettagli tecnici diciamo che uno dei punti centrali in una fotocamera è il sensore CCD, ovvero quello che trasforma l'immagine che vogliamo immagazzinare in un file digitale. Come regola generale all'aumentare del numero di pixel presenti sul CCD aumenta la qualità potenziale dell'immagine, migliorano i dettagli catturati e la fedeltà cromatica.
Facciamo un esempio che chiarifichi la questione:
Se fotografiamo un'oggetto con lo stesso ingrandimento, ma con 3 CCD diversi uno da 1 Milione di Pixel, uno da 2 Milioni di Pixel ed uno da 5 Milioni di Pixel e supponiamo che i 3 CCD abbiano le stesse prestazioni, allora avremo diviso la stessa immagine in 1, 2 ed in 5 Milioni di quadratini. Ovviamente, all'aumentare del numero di punti, si riduce la dimensione dei quadratini si riduce rendendo l'immagine migliore.
Ma il solo numero di pixel non è un'indicatore sufficiente perchè, guardando sui principali siti potete trovare macchine che pur offrendo lo stesso numero di pixel hanno prezzi differenti anche di 100-200 Euro, se non di più.

Dietro i segreti dei numeri

Come per i personal computer non basta vedere solo la velocità del processore, ma occorre guardare al computer nella sua totalità, anche per le fotocamere vale la stessa regola e vediamo di scoprire un po' di altarini.

  1. Il mito dei Pixel.
    Visitando un sito di commercio elettronico come misterprice (il sito su cui effettuo buona parte dei miei acquisti) guardando le fotocamere ed ordinandole per capacità del CCD, si scopre che le differenze di costi tra macchine apparentemente simili sono notevoli. Perchè tutto questo?
    I motivi sono vari, si va dalla diversa qualità e capacità del CCD scelto, alla qualità di costruzione, alle opzioni offerte dalla macchina (presenza del collegamento USB, delle batterie ricaricabili, dello slot per compact flash e così via)
    In generale per stampare abbastanza bene, su carta fotografica e nella classica dimensione 10x15, sarebbe da preferire una macchina digitale da almeno 2 Milioni di Pixel.
  2. Qualità del produttore.
    Un'altra profonda differenza la fa anche la Marca della macchina digitale. Personalmente ho trovato molto valide e le consiglio a tutti, le macchine fotografiche prodotte da aziende come Nikon, Canon o Kodak che hanno una forte tradizione nel campo della fotografica "tradizionale", buone recensioni ho ricevuto anche per gli apparecchi della Sony e della HP.
    Marche meno note possono offrire sorprese piacevoli (raramente) o spiacevoli (nella maggior parte dei casi). Anche in questo campo non sempre chi spende meno fa un affare.
  3. Durata nel tempo ed usabilità.
    Una macchina digitale deve essere fatta per durare e per questa ragione è importante, ancora una volta, la qualità di costruzione a partire dalla scelta dei materiali. Allo stesso modo una fotocamera deve essere facile da usare e non deve lasciarci "a terra" nel momento in cui ne avremmo maggiore bisogno. La qualità della ripresa e quella delle ottiche (l'obiettivo) è un'altro fattore che influenza il costo finale
  4. Compatibilità con il Mac.
    Gran parte delle fotocamere digitali più recenti è compatibile con il Macintosh. Tuttavia alcuni modelli potrebbero presentare qualche problema, si tratta di casi sporadici, ma in un'analisi puntuale non poteva mancare questo tipo di accenno.

In conclusione

Abbiamo visto alcune delle principali caratteristiche da valutare in una macchina digitale, nel prossimo articolo altri approfondimenti ed i primi consigli per gli acquisti.



Data di pubblicazione: 14-04-2002
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.