Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Il DVD-R


Il DVD-R

La nuova frontiera della registrazione digitale

La nascita del DVD-R

Il DVD come media digitale è nato dalla ricerca di due gruppi di società, capitanate da Sony e Philips che, dopo lunghe trattative, hanno trovato un accordo su di uno standard comune, come avvenuto, tempo prima, per il CD.

Una volta messo a punto il supporto ottico per la "lettura", quindi il DVD che possiamo vedere sul lettore di casa, è nata l'esigenza di offrire un prodotto che fosse "registrabile", che potesse offrire il notevole spazio di memorizzazione offerto dal DVD, a tutti gli utenti soprattutto di computer, ed ecco nascere, in prima battuta, il DVD-RAM. Questo supporto, riscrivibile, permetteva di raggiungere capacità di immagazzinamento pari a 5,2 GB, un'enormità se confrontati con i soli 700 di un CD-R. Tuttavia, il costo alto dei supporti e degli stessi masterizzatori ha impedito lo sviluppo pieno di questo supporto relegandolo in una nicchia.

Intanto non viene trovato l'accordo sulla tecnologia di registrazione e, nuovamente, si formano due gruppi:

  • Il primo, in cui è presente anche Apple, che si fa proponente di uno standard chiamato DVD-R, il secondo, capitanato da Philips che propone uno standard chiamato DVD+RW. Questo non è il luogo più adatto per scendere in discussioni tecniche, ma possiamo dire che la battaglia per l'affermazione dello "standard" è tutt'altro che conclusa anche se, al momento, il DVD-R grazie alla sua maggior diffusione sui computer, Apple su tutti, alla sua maggiore compatibilità con i lettori casalinghi ed alla disponibilità più diffusa di masterizzatori ha guadagnato un po' di vantaggio, ma la sfida è ancora aperta.

Ma cos'è e come è fatto un DVD-R?

All'apparenza il DVD-R non si presenta molto diverso da un comune CD-R, tuttavia, guardando con attenzione, si evidenziano alcune delle principali differenze:

  1. Il DVD-R, come il DVD, è fatto di due dischi di materiale plastico dello spessore di 0,6mm, uniti da una speciale "colla". Il primo disco è trasparente, mentre il secondo, quello che viene "masterizzato" è ricoperto di una speciale sostanza che ne assicura la registrabilità e la durata nel tempo
  2. Benchè compatibile per dimensioni con i lettori CD, il DVD-R, una volta masterizzato, necessita di un lettore DVD per essere apprezzato. Il motivo è molto semplice, il raggio laser, necessario a leggere le informazioni sui DVD dev'essere molto più sottile e preciso di quello necessario per i CD. Ecco perchè, un lettore DVD, di norma, può leggere un CD e non il viceversa.

Ci sono differenze tra i DVD-R delle varie marche? Perchè?

Quella del DVD-R è una tecnologia ancora molto giovane, anche se è, oggi, alla sua seconda incarnazione. E' quindi possibile trovarsi con dei supporti che, benchè apparentemente perfetti, mostrino poi difficoltà in fase di riproduzione.
Come fare per tutelarsi?

Rispondere è molto difficile perchè si tratta di un prodotto che, evidentemente, può essere apprezzato dopo l'uso. Proprio per questo, pur volendo fortemente inserire questo prodotto nel nostro store ed avendo ricevuto molte richieste, abbiamo aspettato di trovare dei supporti che ci garantissero l'affidabilità necessaria.

E' questa una delle due parole chiave: affidabilità. L'altra è compatibilità. Infatti, non tutti i DVD-R, risultano poi leggibili sui comuni lettori casalinghi, anche qui il motivo di queste piccole difficoltà sta, certamente, nella relativa giovinezza della tecnologia e nelle differenze ancora troppo marcate tra un prodotto e l'altro.

Apple davanti a tutti, anche questa volta.

A Cupertino hanno visto giusto, anticipando, ancora una volta i tempi e rilasciando le prime macchine capaci di masterizzare un DVD-R, in modo semplice ed intuitivo. L'insieme del Superdrive, così chiama Apple il masterizzatore di DVD-R incluso in molti PowerMac G4, negli iMac più costosi e, da pochissimo, anche nei Titanium.

Questa sua posizione di avanguardia le ha permesso anche di essere, in assoluto, il primo venditore al mondo di supporti per la registrazione di DVD, quindi di DVD-R, un bel risultato se si considera la quota relativa di Apple rispetto al resto del mondo informatico.

Ricordatevi non sempre il risparmio all'acquisto si risolve in un risparmio effettivo, adesso lo sapete, grazie alla nostra piccola guida. Se avete altri dubbi non dovete far altro che scrivermi.



Data di pubblicazione: 19-11-2002
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.