Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Da Pc a Mac


Da Pc a Mac

2 - Cosa c'è ancora dentro Mac OS X

Se la volta scorsa abbiamo mostrato cosa c'è in un computer Apple alla portata di tutti (dove per "tutti" si intende l'utente che al computer chiede di funzionare, e basta), ora illustreremo cosa c'è a disposizione per chi ha voglia di impegnarsi un poco. Alcune cose, sono solo da attivare; altre, sarà necessario scaricarle dal Web, ma all'interno del Mac OSX troverete già le risorse per cominciare a comprenderle. E spesso, si tratterà di tecnologie gratuite. Unico requisto: essere curiosi e aver voglia di imparare.

Firewall

Ebbene sì: all'interno di Mac OSX c'è un firewall che attende solo di essere configurato da voi. E non crediate che solo perché è gratis funzioni poco, o male. X è basato su Unix, e le tecnologie derivanti da questo padre di tutti i sistemi operativi non sono mai uno scherzo.


Fuori tutti!

firewall.jpg


Il firewall di Mac OSX è, come nella tradizione Apple, semplice da attivare: basta premere un pulsante, e scegliere che cosa condividere con il resto del mondo (Web).

Apache

Si tratta del server Web più popolare del mondo (oltre il 60% dei siti gira con questa tecnologia), è gratis, è potente e lo trovate in Mac OSX pronto a servirvi. La sua attivazione è di una facilità scandalosa, e arriva con una guida (in inglese), per sfruttarne appieno le potenzialità.


Augh, viso pallido!

apache.jpg


Il web server più diffuso del mondo giace in letargo all'interno di Mac OSX: per "risvegliarlo" non dovrete pagare costi esorbianti in licenze multiple, ma fare appello alla vostra buona volontà per imparare a configurarlo.

PHP

E' un linguaggio di script lato server, distribuito secondo i dettami dell'Open Source, e permette di creare in modo abbastanza semplice siti dinamici. Con Apache, formano un'accoppiata vincente (e che sta riscuotendo sempre più successo in tutto il mondo). Occorre attivarlo, e sul sito della Apple è illustrata la procedura completa per farlo.

Perl

In Mac OSX trovate parecchie risorse riguardo Perl (sigla per Processing Extraction Report Language), un linguaggio finalizzato alla trattazione di stringhe e file di testo. Utilizzato (tra le altre cose), per sviluppare le procedure di manutenzione di un server. Anche in questo caso, è necessario scaricarlo e installarlo.

X11

Per ora si tratta di una versione beta, disponibile per il download gratuito sul sito della Apple. A che serve? Semplificando parecchio, si tratta di un utensile che permette a certe applicazioni del mondo Unix di girare in Mac OSX. Un solo nome: OpenOffice, la suite alternativa (e compatibile con essa), a Office di Microsoft, completamente gratuita. Oppure, The Gimp-Print: avete una vecchia stampante e temete che non funzioni più su X? The Gimp-Print è un pacchetto Open Source (e gratuito), che raccoglie centinaia di driver di stampanti ormai considerate vecchie e non più supportate dal nuovo sistema operativo della Apple. Con The Gimp, la vecchia stampante della nonna tornerà a funzionare.

MySQL

Nemmeno MySQL è presente in Mac OSX, ma è possibile installarlo grazie al lavoro svolto da Marc Liyanage, che con qualche clic consente di effettuarne l'installazione con relativa facilità. Ricordiamo che MySQL è un gestore di database basato sul linguaggio SQL.

La morale

Scegliendo come base del proprio nuovo sistema operativo il mondo Unix, la Apple è entrata nel salotto buono della programmazione. Soprattutto, ha offerto a tanti sviluppatori del mondo Open Source la possibilità di rendere il proprio lavoro più conosciuto e apprezzato.Vero è che alcune tecnologie illustrate in precedenza sono disponibili anche per Windows (beh, quasi), ma c'è una differenza che va sottolineata. Per molto tempo si è detto che la piattaforma Mac è isolata e comunica con difficoltà con il resto del mondo. Come si è visto in realtà, le tecnologie più di successo degli ultimi anni sono ben accette su Mac OSX. Non solo: la struttura di Mac OSX è più aperta e flessibile rispetto a quella di Windows (che è concepito e realizzato per essere il centro del mondo, e basta).
Di PHP e MySQL non ve ne importa un emerito accidente? Magnifico: potrete tranquillamente gestire il vostro bilancio familiare, oppure montare i filmini delle vacanze, navigare e scaricare posta elettronica, usare le chat e molto altro ancora, su una delle piattaforme più solide in commercio.

Questa illustrata è la parte "luminosa" della piattaforma Mac: ma esiste anche il lato oscuro, che non si può ignorare, e che tratteremo nel prossimo articolo, sempre che ne abbiate voglia!

Link utili:

Apache (il sito ufficiale).

PHP. Il sito ufficiale, con documentazione anche in italiano.

Entropy. Si tratta del sito di Marc Liyanage, appassionato svizzero di Mac OSX, dove si possono trovare PHP e MySQL pronti da scaricare e da installare. Il tutto gratuitamente, anche se donare un obolo è sempre cosa buona e giusta.

Perl. La Apple dedica alcune pagine per spiegare l'installazione di Perl su Mac OSX.

X11. La pagina della Apple da dove scaricare X11.



Data di pubblicazione: 05-10-2003
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.