Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > NeoOffice Database


NeoOffice Database

4 – I formulari


Nel nostro viaggio alla scoperta del database di NeoOffice (chiamato Base, se per caso vi siete persi le puntate precedenti), parliamo questa volta dei formulari.
Il formulario è il mezzo con cui possiamo inserire dati nuovi in una tabella. Creeremo una finestra con una serie di campi in cui andremo ad inserire le nuove informazioni. La nostra, come si sa, riguarda il sistema solare, e il nuovo dato che inseriremo assieme a quelli già esistenti riguarda un asteroide chiamato Cerere.
Prima di iniziare ricordiamo solo che il formulario si crea sia da una tabella (la nostra è appunto, Sistema Solare), sia da una ricerca.

Anche in questo caso ci serviremo della procedura guidata; che come vedrete, non si discosta molto da quella che abbiamo visto in precedenza.

Come si crea un formulario

Andiamo nella finestra principale di Base, clicchiamo su Formulari quindi su “Usa procedura guidata per la creazione dei formulari”.


Qualora avessimo più tabelle (non è il nostro caso), potremmo evidenziare quella per cui vogliamo creare un formulario, e tramite il Control-Clic su di essa scegliere dal menu contestuale la voce “Creazione guidata formulario”.

Lasciamoci guidare

La prima finestra ci chiede quali campi dovrà avere il formulario: a sinistra quelli già disponibili, presenti nella tabella “SistemaSolare”, a destra quelli che andremo a realizzare nel formulario.


Li useremo tutti, quindi premiamo il tasto >> e andiamo oltre cliccando su “Avanti”.
Si può scegliere un formulario secondario, vale a dire un formulario dentro un altro formulario. A noi non serve.


La finestra seguente ci chiede di decidere come devono essere disposti i campi di controllo all'interno del formulario. Da notare che alle spalle della finestra della creazione guidata, appare il formulario che stiamo creando.


Altra finestra, dove ci viene chiesto il modo in cui inserire i nuovi dati.


Occorre scegliere il modello di formato (tutti abbastanza brutti, in verità);


impostare il nome del formulario, e osservare cosa abbiamo prodotto.


A questo punto basta inserire i dati in nostro possesso: il primo riguarda l'ID, cioé la chiave primaria, l'elemento (ne abbiamo parlato in precedenza), che identificherà il nuovo dato inserito (l'asteroide Cerere). Per gli altri basta digitare le informazioni che vogliamo, e poi salvare i dati cliccando sull'icona in basso.


In questo modo il nostro database sarà aggiornato dei nuovi dati. Per vederlo basta cliccare in basso, su questa icona:


Viene attivata una vista aggiuntiva, che ci permette di osservare il nostro lavoro al completo.


Ma diamo un'occhiata ai pulsanti della finestra formulario, in basso. Qui ci sono messe a disposizione una serie di opzioni. Grazie ad esse, possiamo ad esempio passare da un campo all'altro, oppure direttamente all'ultimo o al primo record,


o crearne uno ex novo,


o cancellarlo.


Si possono impostare dei criteri di ordinamento dei dati,


ma anche filtrare i record in base al campo selezionato.


Il nostro approccio molto basilare al database di NeoOffice procederà con un'altra puntata ancora. Quello che comunque stiamo portando avanti è solo un'infarinatura di cosa sia davvero un database. Tanto per fare un esempio: non abbiamo parlato adeguatamente proprio dei filtri.

Per usarli, occorre dettare le condizioni che li porteranno poi a "lavorare"; e i filtri usano sia gli operatori relazionali (vale a dire "=" che sta per "uguale"; ">" per "maggiore"; "<" per "minore"; "<>" per "diverso", e così via), che la sintassi SQL. Da sottolineare come NeoOffice Base racchiude specifici comandi SQL che quando usati, vengono convertiti automaticamente nella corrispondente sintassi SQL.

Vai alla lezione successiva

Data di pubblicazione: 05-07-2007

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.