Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Word per Mac 2004 - Guida all'uso


Word per Mac 2004 - Guida all'uso

5 - Il raccoglitore



Un'altra interessante funzione introdotta in Word per Mac, è il Raccoglitore . Di questo parleremo quest'oggi, illustrandone il funzionamento e segnalandone (perché no), limiti e/o difetti.
La sua principale ragione d'essere scaturisce dalla volontà di fornire a chi deve preparare progetti estesi, un "luogo" dove piazzare i più diversi elementi. Questi possono essere testo e testo Unicode, ma anche immagini GIF (anche quelle animate), JPG, PICT, PNG, e MacPaint. Quest'ultimo è davvero singolare: il programma è dismesso da anni, ma i suoi formati vengono ancora supportati (almeno ufficialmente, non abbiamo potuto testarlo!), da Word 2004. Ovviamente il Raccoglitore è attivabile e raggiungibile da tutte le applicazioni che compongono la suite Office 2004; superfluo aggiungere che quanto sistemato all'interno del Raccoglitore lì rimane, finché l'utente non lo rimuoverà a mano.


Chi semina raccoglie

Aggiungere quindi elementi al nostro Raccoglitore è di una semplicità assoluta. Ma vi sono due modi per farlo: a secondo se ciò che si vuole inserire provenga da un programma della suite Office, oppure da un'applicazione esterna.
Nel primo caso, una volta "evocato" il Raccoglitore (da Strumenti > Raccoglitore), basta selezionare il nostro elemento e quindi trascinarvelo sopra. Nient'altro. La procedura non è né molto diversa né particolarmente difficile quando dobbiamo aggiungere file, immagini da programmi non-Office. Si seleziona l'elemento, lo si copia negli Appunti del Finder di Mac OS X; quindi si torna al Raccoglitore e si clicca l'icona Aggiungi dagli appunti.


Se desiderate aggiungervi piccoli filmati in QuickTime, niente da fare; idem qualora abbiate qualcosa in Flash. I link (come gli indirizzi di posta elettronica), si possono inserire nel Raccoglitore seguendo la procedura descritta prima (quindi niente trascinamento). Per piazzarlo nel documento di destinazione occorre premere il pulsante Incolla.

Una diversa visuale

Ci sono due opzioni che possono tornare utile. La prima, permette essenzialmente di visualizzare o tutti gli elementi, oppure soltanto alcuni, in base però a determinati criteri. Se infatti si lavora a più progetti, il Raccoglitore sarà chiamato a gestire forse decine di file, tra immagini, foto, testo ... Trovare quelli che servono in quel momento potrebbe essere una (piccola), perdita di tempo. Cliccando il menu a sinistra appaiono li diversi criteri da applicare ai nostri file.


A destra, c'è la possibilità di scegliere quale visuale avere dei file. Se cioé come "elenco", "dettaglio" (come mostra l'immagine qui sotto), oppure "anteprima grande".


Raccolta differenziata

Quanto illustrato in precedenza tuttavia, può anche non essere sufficiente. Molto meglio cercare di organizzare i propri file contenuti nel Raccoglitore alla stessa maniera con cui gestiamo la nostra posta elettronica. Vale a dire: là possiamo creare cartelle 'ad hoc' dove far confluire la posta di determinati soggetti, o di argomenti ben definiti (assegnando a ciascuno le categorie di propria scelta). Qui, possiamo fare qualcosa di analogo. Il Raccoglitore offre la possibilità di "identificare" i propri file o per categoria o per progetti. Una volta evidenziato il file, basta poi decidere sotto quale categoria assegnarlo, o a quale progetto assegnarlo.


Una parola chiave

Un altro modo di suddividere (e quindi visualizzare), i propri elementi conservati nel Raccogliore, è quello di assegnare ad ogni file una parola chiave. In pratica, si evidenzia il file, si digita nel campo testo in fondo al Raccoglitore la parola prescelta, si aggiunge una virgola e infine si preme Applica.


Quando si avrà la necessità di individuare velocemente quel file, basterà scegliere "La parola chiave contiene" come criterio di ricerca, e digitare la parola chiave. Apparirà solo quel file, mentre tutti gli altri saranno nascosti.


Tirando le somme

La funzione Raccoglitore ci sembra sconti alcune limitazioni francamente incomprensibili. Dal momento che vi si può accedere da qualunque applicazione di Office (compreso quindi PowerPoint), ci si aspetterebbe la possibilità di potervi piazzare piccole animazioni in Flash di Macromedia. In fondo sarebbe più che logico, dato che il Raccoglitore dovrebbe incaricarsi di mettere un po' di ordine in quella fase del lavoro che ne precede la stesura vera e propria. Ma così non è. Le gif animate sono supportate per esempio, ma anche un filmato leggero in QuickTime non è possibile piazzarlo al suo interno.

Lezione successiva: I modelli.

Data di pubblicazione: 18-02-2005

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.