Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Word per Mac 2004 - Guida all'uso


Word per Mac 2004 - Guida all'uso

1 - Il Blocco Note

Una delle novità più importanti di Word è il Layout Blocco Note. Quindi questa volta ci occuperemo proprio di questo aspetto, mostrando come utilizzarlo al meglio. Ci si potrebbe chiedere la ragione di questa nuova funzione; forse che Word non ha già abbastanza caratteristiche potenti, da sfruttare appieno per ottenere i risultati desiderati? La risposta è sì; ma lo scopo del Layout Blocco Note va incontro a un tipo di esigenze un po' diverse. A tutti noi infatti è capitato di dover prendere appunti su fogli, appunti per lavori che si sono sviluppati in seguito, oppure idee, abbozzi di progetti che ancora non si delineavano bene. Ma che occorreva fissare su carta. Layout Blocco Note risponde a queste necessità.

Un blocco (note) non indigesto

Il Blocco Note appare cliccando la casella "Visualizzazione Layout blocco note" che è contenuta nella parte inferiore della finestra principale di Word.


E' anche possibile passare a questa modalità direttamente da Word: in questo caso apparirà una finestra di avviso.

Non appena lanciato, Blocco Note mostra una barra degli strumenti differente rispetto a quello di Word, ben più semplice ed essenziale.


Ma non solo: anche il Riquadro formattazione risulta diverso, adattato al nuovo layout. A questo punto, occorre mostrare quelle caratteristiche che fanno del Blocco Note un buon strumento di lavoro.

Prendiamo nota

Non serve alcunché di particolare per usare Blocco Note; si digitano all'interno della finestra del programma i propri appunti, o note. Però viene offerta una differente maniera di organizzare le nostre informazioni. Qui infatti, abbiamo la possibilità di suddividere ciò che scriviamo in vari livelli.
Ogni volta che si crea una nota, questa viene piazzata automaticamente al livello più alto. Un semplice rientro ne creerà un'altra. Se desideriamo modificare l'ordine delle nostre note spostandole, basterà cliccare sul minuscolo cerchio a sinistra della nota e trascinarla nella posizione voluta. L'utilizzo del tasto "Tab", rende la raccolta delle nostre note più articolata, creando una struttura gerarchica composta di titoli e sottotitoli. Infatti, ogni volta che si ricorrerà al tasto 'Tab', abbasseremo la nota di un livello, mentre quella precedente si trasformerà in un titolo. A conferma di ciò, la comparsa di un triangolo accanto alla nota che farà da titolo; triangolo che si può comprimere o espandere, per mostrare o nascondere il contenuto della nota seguente.



Sono disponibili sino a 9 livelli di nota consecutivi, a partire dal titolo più a sinistra. Tramite il Riquadro Formattazione si accede ad una serie di opzioni per intervenire sull'ordine gerarchico delle varie note.

Distinguiamoci!

Ogni nota può essere contrassegnata da una serie di simboli da inserire sul margine sinistro della stessa, per rammentarsi della sua importanza. Alcuni di questi (le caselle di controllo), possono essere spuntati, quando ad esempio il lavoro su di esse risulta completato.


Lungo il margine destro del documento, le linguette aiutano a creare nuove sezioni; cliccando due volte sul testo di default è possibile rinominare la sezione con una definizione più appropriata.


Contrassegna per il completamento crea un promemoria da visualizzare ad una determinata ora e ad un determinato giorno, per rammentare ciò che occorre fare per portare a termine quel documento.


Un po' di audio

All'interno del Blocco Note si possono registrare delle note audio; cliccando sulla barra del programma il pulsante Barra degli strumenti note audio apparirà un'altra barra. Qui abbiamo quanto serve per registrare i nostri commenti.


Una volta effettuata la registrazione, nel punto del documento in cui è inserito il nostro commento audio apparirà un altoparlante. E' anche possibile scegliere il formato della registrazione, nonché la sua qualità, andando nelle Preferenze di Word Registrazione di note. Non poteva mancare una agile e comoda funzione Ricerca inclusa nella barra degli strumenti.

I pregi

Questo piccoletto ha dalla sua alcune funzioni molto comode. Per esempio: se volete cambiare per un qualunque motivo l'ordine delle sezioni, non dovete far altro che trascinare le linguette nella posizione desiderata. Ancora: se decidete di abbassare di un livello la struttura gerarchica che avete definito, sarà cura dell'applicazione aggiornare i livelli inclusi al loro interno. Se perciò avete una nota di livello 1 (che contiene una nota di livello 2), e decidete di declassarla al livello 2, quella di livello 2 sarà portata automaticamente al livello 3. E crediamo non sia una comodità da poco poter spostare tramite trascinamento, i livelli di nota (e il loro intero contenuto), dove meglio si crede.

In conclusione

Con una battuta, si potrebbe affermare che Blocco Note rappresenta ciò che dovrebbe essere un programma di videoscrittura: semplice, senza troppe funzioni, parco di richieste di sistema. Dobbiamo perciò sottolineare il nostro rammarico: peccato che non sia venduto separatamente. Sarebbe davvero perfetto.

Lezione successiva: Usarlo al meglio.

Data di pubblicazione: 09-11-2004

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.