Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > TextEdit Cotto & Mangiato


TextEdit Cotto & Mangiato

4 - Alle prese con il Web


Sino ad ora abbiamo affrontato quegli aspetti di TextEdit poco conosciuti da chi lo usa solo per aprire i files "Leggimi", in genere allegati all'installazione di programmi su Mac. Il motivo: dimostrare che il TextEdit è cresciuto, diventando ormai qualcosa di maturo e decisamente utile.
Ora mostreremo un poco come il programma funziona in alcuni ambiti, anticipando la conclusione: la sua regola è "semplicità".

Alla conquista del Web

Un programma come TextEdit può essere usato per creare (e/o aprire), semplici pagine Web? La risposta è sì. Vediamo come.
Se solo avete usato qualche volta TextEdit, vi sarete accorti che quando dovete salvare per la prima volta un documento, nelle opzioni di salvataggio viene offerta anche la possibilità di salvarlo in formato HTML.


Questo significa tra l'altro, che TextEdit permette di aprire e modificare semplici pagine Web. Per ottenere questo occorre rivolgersi alle Preferenze del programma, spostarsi su "Apri e registra", quindi spuntare "Ignora i comandi RTF", e solo a questo punto si potrà aprire la pagina Web (che sarà considerata dal programma solo una pagina Web), e procedere con le modifiche.


Fate attenzione: ho scritto "semplici" pagine Web, e questo dovrebbe indurvi a comprendere che dare in pasto a TextEdit una pagina complessa produrrà un brutto effetto.

Per inserire un link è sufficiente evidenziare la parola destinata allo scopo, poi spostarsi su Formato>Testo>Link per ottenere una finestra dove inserire l'indirizzo Web completo. Superfluo dire che accetta anche l'inserimento degli indirizzi di posta elettronica.


Come di vede, TextEdit non permette di scegliere di inserire all'interno di un link anche i target _blank, _self, _top, _parent. Dovrete farlo a mano.

Serve una tabella?

Molto probabilmente, se decidete di usare TextEdit per costruire un sito Web, avrete bisogno di creare delle tabelle. Questa è una funziona utile non solo per il Web ovviamente, ma anche in altri ambiti che non sto qui a descrivere. Le tabelle nella progettazione dei siti sono una parte importante, e che TextEdit ne permetta la creazione e la gestione non può che essere una ulteriore freccia al suo arco.
Per inserire una tabella nella propria pagina, basta spostarsi sulla barra dei menu del programma e scegliere Formato>Testo>Tabella. Apparirà una finestra flottante, che offrirà all'utente una serie di opzioni.


Come si vede, si può decidere quante righe e colonne dovrà avere la tabella, il bordo e il suo eventuale colore, lo sfondo, oltre ovviamente a scegliere l'allineamento delle tabelle. Inutile dire che i bordi delle tabelle sono modificabili in qualsiasi istante, trascinandone le linee divisorie.
I più acuti tra di voi avranno notato che è anche possibile nidificare le tabelle, oltre a unire due celle selezionate.

E le immagini?

Dovete inserire delle immagini sulla vostra paginetta Web? Nessun problema: TextEdit riconosce i formati JPG, GIF, PICT, TIFF, e sarà sufficiente trascinare le immagini sulla pagina per ottenere quanto desiderato.
Può accadere che le immagini inserite non si adattino alla pagina, creando qualcosa del genere:


Per venirne a capo, basta andare nella barra dei menu Formato>adatta a pagina (oppure scegliere la scorciatoia da tastiera Maiuscolo-Mela-W), per rimettere le cose a posto.


Ancora le preferenze

Ricordiamo che nelle Preferenze di TextEdit è possibile indicare il tipo di documento HTML che si andrà a creare, le impostazioni dei fogli di stile (o CSS), oltre ad avere la possibilità di includere del codice per conservare gli spazi vuoti nella sruttura della pagina.


Per oggi ci fermiamo qui.

Lezione successiva

Data di pubblicazione: 28-02-2007

L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.