Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > PowerPoint per Mac 2004 - Guida all'uso


PowerPoint per Mac 2004 - Guida all'uso

3 - Gli strumenti da disegno

Nel nostro viaggio all'interno di PowerPoint e delle sue funzioni, mostreremo come l'applicazione da ufficio di Redmond offra alcuni strumenti molto interessanti, di cui vale la pena sia la conoscenza, che in seguito, l'uso. Parleremo infatti degli strumenti da disegno, di cui abbiamo accennato brevemente quando abbiamo descritto come costruire una presentazione. Ora ci sembra il caso di tornare sull'argomento per dimostrare cosa si può ottenere. Non che Microsoft voglia fare concorrenza ad applicazioni più blasonate, come Illustrator. Ma nello sforzo di fornire all'utente (singolo o azienda che sia) tutto ciò che occorre, PowerPoint ingloba una serie di strumenti che possono essere molto utili. Toccherà poi alla fantasia e alla capacità dell'utilizzatore piegarli ai propri servizi.

Il progetto


Piccola premessa: come sempre, lo scopo che ci prefiggiamo è mostrare cosa si può ottenere. Ciascuno in seguito potrà o replicare quanto facciamo oppure (ed è il vero fine di un tutorial), prendere spunto da quanto pubblicato su queste pagine per 'spremere' il meglio dal software in questione. Questa volta il nostro pubblico sarà quello in assoluto più esigente che si possa trovare: cioè quello dei bambini. Infatti, tratteremo di una visita all'immaginario Paese dei Balocchi!
Per realizzare la nostra nuova presentazione scegliamo per prima cosa il layout adatto: cioé l'Elenco Puntato. Quando vorremo aggiungere una nuova diapositiva potremo utilizzare Riquadro Formattazione >Aggiungi oggetti >Diapositive. Per meglio capire cosa usare e in quale modo, diamo già un'occhiata alla nostra prima diapositiva. In seguito spiegheremo come ottenere quanto mostrato.


Abbiamo scelto di dividere in 2 parti la diapositiva, utilizzando due tipi di sfondi; per scegliere lo sfondo (oppure modificarlo), basta andare nel menu Formato >Sfondo diapositiva. Qui si può decidere di applicare allo sfondo altri colori, oppure anche degli effetti di riempimento.




L'immagine usata è una clip-art recuperata sul sito Microsoft dedicato al programma. Per inserirla basta andare nel menu Inserisci >immagine >da file. Sempre nel pannello Riquadro Formattazione è possibile a questo punto applicare alla nostra immagine alcuni effetti come la luminosità o il contrasto, ma anche regolare il colore, eliminare (qualora ce ne sia bisogno), gli occhi rossi, effettuare selezione o ritagli.


Abbiamo anche scelto di usare un bordo per distinguere meglio le due parti della diapositiva; anche in questo caso Riquadro formattazione >bordi e sfondi. La nuvola da fumetto (o callout), viene inserita sempre tramite il Riquadro formattazione >aggiungi oggetti.


Per rendere un po' 'movimentata' la diapositiva, abbiamo inserito un effetto animazione che riguarda sia la nuvola da fumetto che il testo in essa contenuto. In basso a destra, un pulsante di azione per passare alla diapositiva successiva.

Casa, lago e fiume


La seconda diapositiva avrà ovviamente lo stesso layout della prima (abbiamo già detto che è sempre bene mantenere lo stesso layout per tutta la presentazione, vero?).


In alto a sinistra ancora la nostra "guida", che ci fa da cicerone. Ma non è qui il punto. Perché realizzeremo, proprio sfruttando gli strumenti da disegno di PowerPoint alcuni elementi grafici. Come una casa, per esempio. Per iniziare, andremo in Riquadro formattazione. Per costruire il nostro edificio, faremo ricorso a 3 forme: un rettangolo e 2 parallelogrammi. Ogni elemento può essere modificato, ruotato, grazie alle maniglie che compaiono non appena la forma viene selezionata. Creato il primo parallelogramma, lo duplicheremo per essere sicuri che entrambi abbiano le stesse dimensioni. A tutte e tre le forme applicheremo lo stesso colore, la stessa sfumatura nonché un bordo bianco per meglio evidenziarle. Per fare ciò: Riquadro formattazione >colori, spessori e riempimento. Per le sfumature Colore riempimento > effetti di riempimento. Ora, non ci rimane che sistemare le tre forme appena create nella posizione desiderata. Una volta fatto questo, occorre sovrapporre i parallelogrammi al rettangolo: quindi dimensioni > rotazione >ordinamento > su livelli; basta scegliere l'opzione preferita (cioé "porta indietro").

Il lago è stato ottenuto semplicemente scegliendo dal Riquadro formattazione la funzione disegno a mano libera.


Anche qui si è impostato un bordo bianco. Per il fiume abbiamo invece optato per lo strumento Curva.

Una volta scelto il colore, si è preferito optare per il tratteggio e uno spessore dello stesso di 5,5 punti. Torniamo per un attimo alla clip che raffigura la stella. Essa, come il testo e la nuvola fumetto, sono oggetto di una animazione personalizzata. In pratica, all'apertura della diapositiva questi elementi appariranno come in dissolvenza, per poi scomparire con un effetto morbido. In alto a destra, è stato piazzato un nastro con tanto di effetto-ombra (superfluo dire che lo si può aggiungere da Riquadro formattazione, vero?). Per quanto riguarda i "Pascoli dell'Abbondanza' e i 'Campi Elisi' non vale la pena di soffermarcisi più di tanto, perché a entrambi sono stati applicati effetti di cui abbiamo già parlato. Tornarci sopra, sarebbe inutile (e noioso).

Le etichette


Due parole sulle etichette che commentano l'edificio e gli altri elementi. Per realizzarle si può scegliere lo strumento 'rettangolo arrotondato', oppure (è quello che abbiamo fatto), un call-out. Poi li si lavora un po', imponendo loro un bordo bianco, un effetto riempimento (uguale per tutti), e il colore (anch'esso uguale per tutti).

Infine, lo sfondo della diapositiva: si tratta in realtà di 2 colori (uno per lo sfondo, uno per il primo piano), a cui poi si è aggiunto anche un motivo di nostro gusto. Alla prossima!

Lezione successiva: Presentazione continua.

Data di pubblicazione: 21-09-2004

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.