Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Creare presentazioni con PowerPoint


Creare presentazioni con PowerPoint

Inserire gli elementi - Parte II


La volta scorsa abbiamo dato un'occhiata a PowerPoint, cercando di capirne i concetti fondamentali. Al di là della sua mole, delle funzioni che sfodera, se si hanno le idee chiare si riesce a creare qualcosa di buona con facilità. I problemi sorgono quando non si che che pesci pigliare, e si spera che l'applicazione offra le soluzioni ai nostri problemi. Questo non avviene, e si creano presentazioni mostruose.


Inserire il testo in PowerPoint


Aggiungere elementi alla pagina è semplice: basta affidarsi ai segnaposto. Ne abbiamo già accennato il precedenza: "marcano" la posizione dei contenuti che vuoi inserire nella diapositiva. Da notare che essi sono sempre visibili nella visualizzazione Normale, ma invisibili se avvii la presentazione, oppure se ricorri alla visualizzazione "Sequenza di diapositive".


inseriretesto


A questo punto non ti rimane da fare altro che seguire le indicazioni che leggi sullo schermo: quindi clicca e inserisci. Il tipo di font, il suo colore o dimensione possono essere modificati mediante il ricorso al menu contestuale: premendo il tasto destro del mouse, e scegliendo la voce corrispondente.


modificatesto


Questo vale anche per lo sfondo, certo.


modificasfondo

La pressione del tasto destro del mouse ovviamente genera l'apparizione di un menu contestuale


Non bisogna poi dimenticare che la Casella degli strumenti offre le medesime possibilità di intervento sulla tua diapositiva.


formatta2008

Un clic attiva la Casella degli strumenti: rammenta che ha anche un retro. La freccia all'estrema destra (di chi guarda), farà ruotare su se stessa la finestra


Usa transizioni semplici


Di solito quando si iniziano a creare diapositive, subito si pensa a quale meraviglioso effetto dare nel passaggio dall'una all'altra: le transizioni, esatto. Per inserirle, basta spostarsi nella barra dei menu e scegliere Presentazione>Transizioni.
Anche qui valgono le solite regole: scegli sempre la semplicità, e l'uniformità. PowerPoint garantisce una grande serie di transizioni, affascinanti, spettacolari. In una parola: inutili. Scegli quella più semplice e applicala sempre. Alcuni pensano che cambiando transizione ad ogni diapositiva, riusciranno a mantenere alto l'interesse del pubblico. Ma è l'argomento che deve essere forte, e interessante. Se viceversa devi ricorrere a qualcosa di esterno ad esso, tanto vale ricorrere a un clown del circo: almeno ci si diverte.


transizioni2008

Il numero delle transizioni disponibile è sempre eccessivo: fai in modo che la semplicità sia la tua bussola


Adesso, badiamo ad alcuni elementi dell'applicazione che abbiamo lasciato un poco da parte.
Di certo avrai notato in basso lo "spazio" dedicato all'inserimento delle note. E' dedicato solo a te, e il suo scopo è fornirti uno spazio in grado di accogliere del testo utile per se stessi. Forse ti chiederai: ehi, ma a che mi serve dato che non le vedrò? Le vedrai eccome, parola mia, ma ogni cosa a suo tempo.


La barra di stato racchiude poi tre pulsanti: Visualizzazione normale; Visualizzazione sequenza diapositive e infine Presentazione. Il secondo presenta una miniatura di ciascuna delle diapositive. Il loro ordine può essere modificato trascinandole: o una per una, oppure premendo il pulsante Maiuscole per selezionarle tutte. Una volta selezionata, la diapositiva presenterà una cornice azzurra, già. Se invece azioniamo il pulsante Comando, e lo teniamo premuto, potremo con un clic scegliere quelle da spostare, ma senza un ordine preciso. Magari solo la prima, la quinta e l'ottava.


sequenzadiapositive

La Visualizzazione sequenza diapositive permette anche di intervenire sull'ordine delle stesse, e non solo


Sotto ciascuna anteprima, c'è un'icona che ci ricorda che ad essa è stato applicata una transizione. Premendola la vedremo all'opera. Ovviamente è possibile intervenire sulle transizioni: basta premere sul pulsante "Opzioni" per vedere apparire una nuova finestra.


opzionitransizione


Qui potrai intervenire sulla loro velocità, su come dovranno avanzare (con un clic o automaticamente dopo un certo periodo di tempo), anche modificare l'effetto. E poi decidere se applicare queste opzioni solo alla diapositiva selezionata, oppure a tutte.


Adesso, torniamo un attimo nella modalità "Visualizzazione normale". In alto due pulsanti: Diapositive e Struttura. Premiamo quest'ultimo.
Per prima cosa, diciamo che anche qui possiamo aggiungere o eliminare diapositive ricorrendo tanto per cambiare al menu contestuale (basta premere il tasto destro del mouse).
La Struttura non presenta affatto le diapositive, bensì il testo che contengono. E se digiti nella diapositiva (là dove è scritto: Fare clic per inserire il titolo), il testo corrispondente apparirà in questa colonna come titolo (della diapositiva, ovvio).


strutturapowerpoint


La pressione del tasto "Tab" abbassa il livello del testo; quella di "Tab" e "Maiuscole" fa risalire il testo di un livello. Mentre se ricorrerai a "Control+M", dopo aver digitato in un elenco puntato, genererai una nuova diapositiva. Non dimenticare infine che la pressione del tasto "Invio" crea una nuova diapositiva.
Cliccando il quadratino con accanto il numero, selezionerai non solo il titolo, ma anche quello che racchiude. Questo permette tra le altre cose di trascinare la diapositiva in una posizione differente.

trascinadiapositiva


La tenue linea orizzontale che vedrai comparire, indica la posizione che occuperà la diapositiva, se rilasciata.


Continua con PowerPoint:"Gli strumenti per aiutare il relatore".

Data di pubblicazione: 15-02-2010

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300