Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Adobe Photoshop - Corso di base


Adobe Photoshop - Corso di base

4 - Le selezioni

Per compiere un processo, qualunque programma necessita di conoscere l'azione stessa che vogliamo compiere, ma anche il soggetto, cioè a chi abbiamo intenzione di applicare un particolare filtro o chi deve essere semplicemente cancellato, sfumato, colorato…

Photoshop implementa svariate funzioni per selezionare la parte di progetto che intendiamo modificare. I livelli, in primis, rappresentano lo “strato” sul quale vogliamo agire, ma non sempre sono sufficienti. Se si volesse intervenire solamente su una parte di un livello, ci vengono incontro gli strumenti di selezione:

O lo strumento lazo e lazo poligonale:

E anche la fusione di questi. Infatti, come si può notare nel pannello opzioni prendendo uno qualunque di questi strumenti, è possibile aggiungere una selezione a quella già effettuata, sottrarla, intersecarla o sostituirla…

E non è tutto. Un'altra funzione più avanzata ci permetterà di effettuare la selezione di tutte le parti di una foto con lo stesso colore (o quasi) permettendoci di impostare anche la tolleranza con la quale distinguerli (menù “Selezione”, “Intervallo colori”).

Sempre dal menù “Selezione”, sono elencate alcune utili possibilità per modificare o effettuare la selezione che ci interessa, ma lo vedremo con la pratica.


Raccolta delle foto

Buona norma nella realizzazione di locandine pubblicitarie di eventi, è di allegare foto rappresentative, magari dell'edizione passata dello stesso evento, oltre che per dare un po' di colore, anche per trasmettere al lettore l'idea di quello che deve aspettarsi con immagini rappresentative… quindi, andiamo nella galleria fotografica di ilmac.net e scarichiamo alcune foto:

http://www.ilmac.net/macopinioni/ilmacwave2003_report.htm

io ho scelto queste:

http://www.ilmac.net/immagini/foto_wave/fabr.jpg

http://www.ilmac.net/immagini/foto_wave/pubblicr.jpg

http://www.ilmac.net/immagini/foto_wave/ant_office.jpg

http://www.ilmac.net/immagini/foto_wave/alder_beve.jpg

e me le sono salvate sul desktop.


Un po' di fotocomposizione...

Apriamole tutte con photoshop. Se da una di queste andiamo sul menù “Immagine” e selezioniamo la voce “Dimensione immagine” potremmo renderci conto che le foto sono in una risoluzione non ottimale per la locandina in qualità fotografica. Sono immagini web, e come tali compresse e ridimensionate. Al momento non ci poniamo il problema e prendendo la prima che ci salta in mano, ne aumentiamo lo spazio di lavoro.

Dal menù “Immagine” selezioniamo la voce “Dimensione quadro” e allunghiamo il quadro di lavoro sulla destra di 4 volte circa, aumentando il numero di pixel della larghezza, così:

L'ancoraggio, come avrete notato, “blocca” la foto sull'estrema sinistra aumentando lo spazio di lavoro in tutti gli altri sensi… ma siccome abbiamo variato solo la larghezza del quadro, lasciando immutata l'altezza, il nostro foglio si svilupperà solo sulla sinistra, in modo da sembrare una striscia, così:

Ora con il classico copia&Incolla, prendiamo le altre immagini, le selezioniamo tutte (dal menu “Selezione”, “Tutto”) le copiamo e le incolliamo al fianco della foto con il quadro allungato.

In questa fase, faremo attenzione a due particolari: il primo, baderemo bene di scegliere le foto da accostare con una luminosità simile, e non luminose al fianco di buie, in modo da ottenere una gradazione uniforme; secondariamente, quando accosteremo una foto al fianco dell'altra, baderemo di farle “sormontare” di alcuni pixel, in modo da nascondere una piccola parte della foto precedente da quella che la segue, diciamo così (ma allineate in orizzontale!):

Alla fine dell'allineamento, sicuramente resterà un certo spazio bianco sulla sinistra, eliminiamolo. Prendiamo lo strumento “Taglierina” e come per la selezione, evidenziamo solo la parte che ci interessa (le 4 foto senza il bianco) e confermiamo il taglio con il pulsante “v” posto nella finestra “Opzioni”.

Ora le foto vorremmo fonderle insieme in maniera più armonica, eliminando il taglio tetto tra una e l'altra magari con un qualche effetto onda, per richiamare il titolo.

Selezioniamo quindi il “livello1” contenente la seconda foto (la prima foto è sul livello di sfondo, il livello 0!!!) e prendiamo lo strumento “Sfumino”

Ed impostiamo, dal pannello opzioni, la misura del pennello intorno ai 19 pixel e una intensità di circa 50%, così:

Ora con rapidi colpetti di mouse da destra a sinistra proviamo a ricreare un effetto onda sulla parte di foto che sormonta la precedente, eliminando così il distacco netto tra una e l'altra.

Effettuate questa operazione per tutti e tre i distacchi ricordandovi di lavorare sul livello della foto che sormonta, quindi tra la foto 1 e 2, si lavora sul “livello1”, tra la foto 2 e 3, si lavora sul “livello2” e infine tra la 3 e la 4, si lavora sul “livello3”

Il risultato finale dovrebbe essere simile a questo:

Ora dal menù livelli, selezioniamo il comando “Unico livello”, in modo da unire insieme “per sempre” i nostri livelli e considerarli d'ora in poi come un'unica immagine.

E' arrivato il momento di incollare la nostra fotocomposizione sulla locandina, ma prima dobbiamo renderci conto quale sarà il suo ingombro in pixel.

Dal menù “Immagine” selezioniamo la voce “dimensione immagine” e teniamo in considerazione la larghezza in pixel che sarà di circa 2000.

Spostiamoci ora sulla locandina e facciamo la stessa operazione... la larghezza del documento è di quasi 5000 pixel… dobbiamo ridimensionare l'immagine per renderla un po' più larga della metà della larghezza del documento di destinazione, più semplicemente:

torniamo alla nostra fotocomposizione, selezioniamo la voce “Dimensione immagine” e impostiamo la finestra in questo modo:

Avendo per così dire aumentato la risoluzione dell'immagine ricampionandola, prima di applicarla alla nostra locandina, effettueremo un'operazione di sfocatura, in modo da attenuare la visibilità dei singoli pixel in fase di stampa.

Quindi, dal menu “Filtro”, selezionate la voce “Sfocatura/Controllo Sfocatura” e impostate il raggio a 0.7 pixel. Avrete un anteprima in tempo reale e se vi posizionerete sopra con il mouse, tenendo premuto vedrete l'immagine prima dell'applicazione del filtro (oltre a poter spostare l'attenzione su altri particolari semplicemente trascinando l'immagine). Se siete soddisfatti, premete “Ok” per la conferma.

Ora selezionate tutto, copiate, riaprite la locandina ed incollate la vostra “fotostriscia” subito sotto il titolo. Date un nome descrittivo al nuovo livello, diciamo appunto “Fotostriscia” e salvate il documento. Il risultato finale per questa lezione dovrebbe essere simile a questo:

Nella prossima puntata, vedremo cosa sono le maschere, e ne creeremo una proprio per la nostra fotostriscia, migliorandone l'effetto!


Lezione successiva.

Lezione precedente.

Data di pubblicazione: 15-02-2006

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.