Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Pages


Pages

L'ambiente di lavoro


Continuiamo il nostro viaggio all'interno di Pages (iniziato la volta scorsa), iniziando a conoscere un po' meglio l'interfaccia dell'applicazione.
L’immagine qui sotto illustra proprio l’ambiente di lavoro di Pages quando si è scelto un modello.




Tutto può essere manipolato: il testo si sostituisce con quello che vogliamo noi. Eventuali immagini, una volta selezionate, mostrano maniglie con cui possono essere ridimensionate o spostate (anche cancellate, certo), oppure ruotate.
Lo scopo del modello è di mostrare solo l’aspetto che avrà il nostro documento se lo adottiamo, ma non ci impedisce di modificarlo anche radicalmente (in un caso del genere forse è meglio non usare affatto un modello, bensì creare da zero quello che ci serve).
Tornando a parlare dell’interfaccia: abbiamo (nell’ordine, dall’alto verso il basso):

• barra degli strumenti;

• barra formato;

• righelli.

Qui sotto un particolare dei tre elementi appena citati:




Il discorso con ciascuno di essi è rimandato a tra poco. Ora puntiamo la nostra attenzione ad un altro elemento che è alla base della nostra finestra: cioè la barra di stato.




A sinistra Pages mostra in quale modo le pagine devono essere visualizzate, usando uno zoom che va dal 25 al 400%. Ci sono poi altre 4 voci:
• Uno in alto sistema le pagine (quindi funziona solo con più di una pagina), sopra e sotto;

• Due in alto le presenta affiancate;

• Adatta ampiezza il documento viene ridimensionato in base all’ampiezza della finestra;

• Adatta pagina il documento singolo si adatta alla finestra.

La voce accanto non indica solo in quale pagina del nostro documento ci troviamo, ma permette (semplicemente cliccando), di inserire il numero di pagina nella quale intendiamo spostarci. Premendo “Invio” ci sposteremo proprio su quella pagina.




Le frecce azzurre una volta cliccate ci offrono la possibilità di spostarci velocemente alla pagina successiva.
Spostandosi sulla barra dei menu e scegliendo Vista>Ridimensiona, si accede ad una serie di voci che intervengono proprio sulla dimensione della pagina.

Le differenze con Word

Pages, a differenza di Word per Mac, non presenta cinque diverse visualizzazioni per il proprio documento, e propone perciò un approccio radicalmente diverso.
La barra di stato è in un certo senso emblematica di una semplicità ricercata e voluta. Anche Word offre la possibilità di spostarsi lungo le pagine di un documento, ma occorre evocare una scorciatoia da tastiera (Mela-G), o spostarsi sul menu Modifica>Vai a. Meglio sfruttare con intelligenza quanto già c’è (la barra di stato), che ingolfare la barra dei menu di voci e sottomenu...

Continua!

Data di pubblicazione: 26-12-2008

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300