Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Corso Base di Maya 5


Corso Base di Maya 5

1 - Introduzione

Maya: Can You Imagine?

"Maya: (1) The art of illusion. ; (2) The most advanced 3D animation and special effects software available."
Tratto dal Glossario di Maya

Blockbuster's MascotteMaya, in Oriente, significa "illusione della realtà". Ed è proprio quello che possiamo fare con questo programma: creare mondi complessi che sembrano e si comportano in tutto e per tutto al mondo reale. "L'era Glaciale", "Spider-Man", "Final Fantasy" ed ancora "Il Signore degli Anelli" sono tutti film realizzati completamente o in parte con Maya. Creare stupende realtà e oggetti fittizi è proprio quello che impareremo a fare con questo tutorial. Daremo vita a mondi fotorealistici all'interno dei quali saremo "giocheremo a fare Dio". Perchè scegliere Maya? - direte voi -. So bene che esistono alternative più o meno valide per il 3D su piattaforma Mac, tra le quali il famosissimo Cinema4D. Alcune di queste soluzioni software sono più semplici da utilizzare, è vero, ma non possono assolutamente competere con la qualità e il fotorealismo ottenibile con Maya. Detto questo, partiamo.


Cosa ci serve

Maya, come ogni programma di grafica 3D che si rispetti, richiede una dotazione hardware e software di un certo spessore, analizziamola insieme: sotto l'aspetto hardware ci occorre un Macintosh dotato di processore G4 o superiore, un mouse a 3 tasti, 450 MB di spazio su disco per l'installazione e 128 MB di RAM, anche se 512 o più sono raccomandati. La risoluzione minima per lavorare è di 1024x768, anche se, ovviamente, più grande è lo schermo, meglio è. Per quanto riguarda il software, dobbiamo disporre di MacOS X 10.2.4 o superiore e, naturalmente, di Maya 5 per Mac, che costa la non indifferente cifra di 1.999$. Maggiori informazioni in proposito (in inglese) possiamo trovarle sull'homepage di Maya Complete.


Non voglio spendere 1.999 $: Come non pagare Maya

Maya PLECi siete cascati, vero? In fondo non sto scherzando, ma non vi sto nemmeno spingendo verso un atto di pirateria. La Alias ha deciso di rendere disponibile gratuitamente dal 15 Ottobre 2003 una versione personale di Maya 5, chiamata Maya PLE (Personal Learning Edition). Come ci si può giustamente aspettare, tale versione presenta diverse limitazioni. In primo luogo non è sfuttabile commercialmente e per questo ogni render (1) sarà sovrapposto da un messaggio che ne impedisce qualsiasi uso commerciale. In secondo luogo, tutti i documenti salvati saranno scritti in un formato (di estensione .mp) non compatibile con Maya versione commerciale. Viceversa, fortunatamente potete importare nel vostro Maya PLE documenti della versione commerciale (con estensione .ma e .mb). Altre limitazioni consistono in una minore velocità di calcolo, una limitazione nella risoluzione dei rendering (2) di un massimo di 1024x768 e l'impossiblità di usare software esterni per il rendering quali MentalRay, MayaVector o RenderMan (3). Anche l'uso della maggior parte dei plugin (4) non sviluppati appositamente per Maya PLE è interdetto. Bando alle ciance: che fare allora? Fiondiamoci su questa pagina del sito Alias e scarichiamo Maya5 PLE per MacOS X. Vi assicuro che ora il vostro Mac avrà ben poco da invidiare alle più rinomate casa cinematografica!

(1) Render: è l'immagine finale prodotta dal programma.
(2) Rendering: da render, è l'azione che consiste nello svolgere un render; viene usato anche come sinonimo di render.
(3) MentalRay...RenderMan: Sono programmi di rendering alternativi. Maya include già un motore di rendering, anche se spesso viene sostituito con uno di questi per motivi che vedremo più avanti.
(4) Plugin: estensione opzionale di un programma che ne aggiunge capacità e funzioni.


Scarichiamo Maya

Una volta collegati al sito Alias, precisamente a questo link, dovrete selezionare il sistema operativo (ovviamente MacOS X), inserire il vostro indirizzo e-mail e scegliere la vostra nazione. Se desiderate iscrivervi alla community dovrete spuntare l'opzione "Access Resources", ma ci sarà qualche passaggio in più durante la registrazione. A questo punto vi sarà chiesta una conferma della validità dell'indirizzo e-mail, attenzione: quest'ultimo deve essere valido per poter ricevere il codice d'attivazione. Nella prossima pagina vi sarà chiesto qualche dato personale, dopodichè, premuto il tasto Submit, vi troverete di fronte alla tanto attesa pagina di download. Cliccate sul testo in rosso in fondo "Mac OS X: 1. Download now" per far partire così il lungo download di ben 130 MB.


Note sull'installazione e sull'avvio

L'installerScaricato il file ZIP (il primo dei tre nell'immagine a fianco) andrà scompattato per estrarre il file DMG, il quale verrà attivato per dar vita al drive virtuale "Maya 5 Personal Learning Ed". Aprendolo dovrebbe apparire la finestra che consente di lanciare l'installer, raffigurata qua a lato. Apriamolo, attendiamo che si attivi l'installer (ci metterà circa un minuto), ed inseriamo il codice che ricevuto via e-mail per attivare la nostra copia. Accettiamo le due licenze per dare il via all'installazione. Una serie di allegre immagini fanno da sfondo all'installazione informandoci sul prodotto. Vi ricordo che durante l'ultima fase dell'installazione la barra di scorrimento rimane ferma per qualche minuto: abbiate fede nel vostro Mac ed attendete, tutto si risolverà in fretta. Clicchiamo ora su "Done" per chiudere l'installer. Sarà presente ora nel dock una nuova icona, quella di Maya PLE.


Maya PLE nel dock

Avvio di Maya


Localizzato ed aperto Maya nel dock, ci troveremo di fronte alla sua interfaccia grafica, che analizzeremo dettagliatamente nella prossima lezione. Per ora, se siete interessati, potete divertirvi un po' esplorando il programma da soli, magari con l'aiuto dei video introduttivi che vi saranno presentati all'avvio di Maya. Essi trattano, in modo superficiale, i principali argomenti: dalla modellazione allo shading, dall'animazione al rendering. Per vederli basta fare click sul relativo pulsante.

Gli Skills Movies
I sette skills movies aiutano l'apprendimento delle principali funzioni di Maya.

Entriamo nell'ottica: la struttura della guida

La struttura dei menuVersione commerciale o versione personale non importa: scegliete la vostra via ed i tutorial andranno bene sia per l'uno che per l'altra, e quando ci saranno differenze vi saranno segnalate. Solo un appunto prima di iniziare: spesso occorrerà utilizzare i Menu, i quali saranno indicati con il sistema tipo Menu File > New Scene. Attenzione però: per operazioni particolari bisognerà utilizzare il quadrato di opzione. In tal caso l'operazione sarà indicata come Menu Create > Polygon Primitives > Cube . L'operazione da svolgere è chiaramente indicata a lato.


Ma è tutto così complicato?

No, non preoccupatevi. Siete confusi vero? L'interfaccia può spaventare ed è del tutto normale se è la prima volta che vi addentrate nel settore, ma non perdetevi mai d'animo, abbiate fiducia in voi stessi e seguite le lezioni: arriverete a livelli soddisfacenti. Nel caso in cui qualche passaggio dovesse risultarvi confuso, provate a rileggerlo attentamente prestando attenzione alle note (se disponibili). Ancora nulla? Non esitate allora a contattarmi per qualsiasi informazione o chiarimento.

Arrivederci alla prossima lezione, nella quale inizieremo a lavorare al nostro primo progetto, imparando così le fondamenta di Maya.

 



Data di pubblicazione: 30-10-2003
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.