Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Corsi > Mail di Mac Os X


Mail di Mac Os X

2 – L'interfaccia e le preferenze


Dopo aver visto la scorsa puntata come impostare Mail, e cosa salvaguardare in caso di guai al disco rigido, ora spostiamo la nostra attenzione sull'interfaccia. Un elemento cui Apple ha sempre dato grande importanza, anche perchè è stata sua l'intuizione di offrire questo sistema sui propri computer, rendendoli da macchine per pochi iniziati, a strumento per tutti.

L'interfaccia di un software (Mail o qualunque altro), non è che una "maschera" che il programma indossa perchè l'utente possa usarlo senza dover essere un genio dell'informatica. La maschera ha una serie di segni (simboli, icone, pulsanti), che permettono all'utente di compiere determinate azioni, e ottenere dei risultati.

È bene ricordare che un tempo per lanciare un programma qualunque non si cliccava sulla sua icona, bensì occorreva digitare una serie di comandi sulla tastiera ...
Questa è l'interfaccia di Mail:


- 1 Colonna delle caselle di posta
- 2 Menu a tendina
- 3 Crea una nuova casella
- 4 Pannello anteprima
- 5 Elenco messaggi
- 6 Campo di ricerca
- 7 Barra degli strumenti
Ora facciamo la conoscenza di alcuni di questi elementi.

Le caselle di posta

In questa sezione troviamo diverse caselle di posta: la più importante è quella denominata Entrata. Qui verrà sistemata tutta la corrispondenza in arrivo.
Se avete più di un account o indirizzo di posta elettronica che dir si voglia, al suo fianco vedrete un triangolino che cliccato, si espanderà svelando il suo contenuto. Cioè gli altri account che possedete, ciascuno con il nome che gli avrete assegnato.
Può succedere che accanto alla casella di posta appaiano dei simboli quali ad esempio una saetta:


oppure un triangolo. Nel primo caso significa che vi siete dimenticati di collegarvi a Internet, e avete cercato comunque di scaricare la posta. Nel secondo che vi è un problema di connessione al server e non è stato possibile scaricare la posta.

Le altre caselle, cioè Inviata e il Cestino avranno anch'esse un triangolino se avete più di account: il programma infatti cestina e/o sistema la corrispondenza in queste caselle in base all'account di appartenenza.

La casella Bozze non ha bisogno di molte spiegazioni: qui si sistemano le mail che vogliamo inviare in un secondo tempo. Non ripeto il significato del triangolino, perchè ormai è chiaro ....
Indesiderata è una casella che apparirà quando attiverete il filtro anti spam di Mail, e presto vedremo come farlo.
Per aggiungere una nuova casella, basta cliccare il segno "+" in basso a sinistra nella finestra (contrassegnato dal 3). Accanto a questo, vi è un menu a tendina (2), che racchiude alcuni comandi, ma anche la possibilità di creare caselle Smart, che conosceremo più avanti.


L'intera sezione delle caselle di posta può essere ridimensionata: basta trascinare la barra divisoria.


A destra abbiamo, partendo dall'alto, l'elenco dei messaggi in arrivo (5), e la loro anteprima (4). La barra degli strumenti (7), e il campo di ricerca saranno oggetto del prossimo capitolo.

La barra degli strumenti

La parte superiore di qualsiasi applicazione che si rispetti è riservata alla barra degli strumenti: un insieme di pulsanti per accedere alle funzioni più usate. Mail qui offre quello per ricevere la posta, per scrivere una nuova mail (Nuovo appunto), per spostare nella casella di posta indesiderata lo spam, e altri ancora.
Ma si può personalizzare questa barra: basta fare Control- Click sulla barra e scegliere "Personalizza la barra strumenti", o andare nella barra dei menu e puntare l'attenzione su Vista >Personalizza la barra degli strumenti. Apparirà una nuova finestra:


Qui ciascuno può divertirsi a scegliere le icone che desidera, personalizzando come meglio crede l'interfaccia del programma.

La funzione Cerca di Mail serve (incredibile, ma vero), per effettuare ricerche nei messaggi che conservate nel programma. Non appena iniziate a digitare poche lettere nel campo di testo accade una cosa particolare. La finestra si modifica e appaiono al suo interno alcune opzioni di ricerca.


Basta perciò scegliere l'opzione che si vuole (Oggetto, Da, eccetera), e la ricerca si svolgerà secondo quel criterio, e solo quello.

Un'occhiata alle preferenze

Per accedervi, e spingere la personalizzazione del programma un po' oltre, basta andare su Mail > Preferenze, oppure usare la scorciatoia Mela -, (Mela - virgola).


Nel primo pannello Generale possiamo impostare il nostro programma di posta preferito (che può essere diverso da Mail), stabilire quando verificare se c'è posta in arrivo, e con quale suono avvisarci. Ma anche dove salvare gli allegati in arrivo, e dove effettuare la ricerca quando dobbiamo scovare qualcosa che ci interessa.

Account permette sia di creare nuovi nuovi account (basta premere il segno + in basso a sinistra), eliminare quelli presenti ( segno -), il che, ma davvero ve lo devo dire, comporterà la scomparsa della posta collegata), e altre cose.
Informazioni Account riassume le informazioni relative agli account che avete.
Regole Casella ci permette di definire il destino delle copie dei messaggi inviati; quando eliminare la posta indesiderata; e infine, quando eliminare quella contenuta nel cestino.

Gli indesiderati

Ovvero, i messaggi spazzatura o spam.
L'abilitazione del filtro posta indesiderata (possibile dal pannello "indesiderata" delle Preferenze), comporta la comparsa dell'icona omonima sia nella barra degli strumenti, che nelle caselle di posta. Se perciò non le vedete, non dovete reinstallare tutto: basta spuntare l'opzione e come d'incanto compariranno.


Ma non è tutto.

Domanda semplice semplice: come fa Mail a distinguere un messaggio di posta spazzatura da uno verace? Risposta: dovrete insegnarglielo. Quindi spostatevi sul pannello Indesiderata delle Preferenze e spuntate "Lasciala in entrata, ma evidenziala come posta indesiderata (Addestramento)".


Nei giorni successivi sarete voi a insegnare al programma cosa è spam e cosa non lo è. Quando riceverete un tale messaggio, occorrerà cliccare sul pulsante "Indesiderata" nella barra degli strumenti.

Se al contrario il programma contrassegnerà come indesiderata della posta "normale" (usando il colore marrone), sarà presente nel pannello Anteprima del programma il pulsante "Accettata". Cliccatelo in modo che Mail ne prenda atto, e migliori sempre più il suo sistema di filtraggio.
Quando secondo voi Mail avrà conseguito sufficiente esperienza nel distingure lo spam dalla posta "vera", aprite le Preferenze del programma e spuntate "Spostala nella casella Indesiderata (Automatico). Ma non tralasciate mai di dare un'occhiata a cosa sposta in questa casella: niente è perfetto, e può succedere che per errore contrassegni come spam un normale messaggio di posta elettronica il cui oggetto è un semplice "Ciao!" di un amico di ritorno dalle vacanze.

È importante spuntare l'opzione "Accetta le intestazioni di posta indesiderata configurate dal mio ISP". In questo modo Mail considererà spam quei messaggi segnalati come tali già dal vostro provider Internet; un ulteriore aiuto per rendere inutile il lavoro degli spammer (ammesso che il loro "lavoro" abbia una qualche utilità).

Eliminare senza tanti complimenti

Nel pannello Indesiderata clicchiamo su "Avanzate". Prima di procedere oltre, dobbiamo dire che questa modalità permette di creare azioni specifiche per specifici messaggi di posta. Quindi viene disattivata l'opzione "Spostala nella casella Indesiderata (Automatico), e quella denominata "Addestramento".

Si tratta di un'opzione che potrete attivare, se lo desiderate, qualora siate particolarmente soddisfatti di come Mail lavora, e non avete voglia di eliminare a mano la posta spazzatura, ma volete far sì che ci pensi il programma. Senza alcun intervento da parte vostra. Un po' pericoloso, perchè parliamo sempre di qualcosa che è frutto del lavoro di uomini, quindi soggetto ad errori. Comunque procediamo e diamo un'occhiata alla finestra che compare.


Nel campo Descrizione si inserirà il nome per la regola che si vuole creare.
Prima di procedere oltre, occorre solo ricordare che il programma applica le regole, dall'alto verso il basso. Se verificate che qualcosa non va per il verso giusto, è probabile che vi sia una regola che "fa i pugni" con le sue compagne. Una soluzione potrebbe essere di provare a cambiarne l'elenco.

Fissiamo le regole

Prima di fissare le regole, e il comportamento che ne consegue, bisogna definire le condizioni perchè queste regole si attivino. Nel primo menu a comparsa che troviamo in questa finestra possiamo scegliere tra: se si verifica una qualsiasi, oppure: se si verificano tutte le condizioni.


Il passo successivo serve per indicare a Mail quando e a cosa dovrà prestare attenzione: ad un certo mittente, o ad un determinato oggetto, ad un account, eccetera. Se è vostro desiderio eliminare subito la posta contenente parole quali "watches" oppure "order status", dovrete scegliere "Oggetto" e "Contiene", e qui specificare i termini per i quali volete che Mail presti attenzione.
Appare superfluo indicare che qui possiamo stabilire criteri multipli, in maniera tale che Mail possa intercettare con una buona possibilità di successo una vasta gamma di messaggi spam di diverso tenore.

Fatto questo, bisogna dire a Mail cosa deve fare con la posta spam che si ritroverà tra i piedi. L'ultimo menu a comparsa permette proprio di scegliere quale destino dare ai messaggi spazzatura.

Font e Colori

È un pannello che offre la possibiltà di personalizzare il tipo di font, la loro dimensione (sia per le caselle di posta, che per i messaggi), oltre a poter scegliere quale colore debba avere il testo citato (sino a tre livelli), quando rispondiamo con un reply a chi ci scrive.


Ma di questo, e del resto delle Preferenze parleremo nella prossima puntata.

Lezione successiva.

Data di pubblicazione: 06-10-2006

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.