Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Configurare Time Machine


Configurare Time Machine

Guida rapida e veloce


Brano tratto dall'ebook: "Snow Leopard: trucchi e segreti del nuovo OS", in vendita su BuyDifferent.


Time Machine è una delle soluzioni di backup più intelligenti disponibili. Richiede pochi minuti per essere configurata e poi te ne dimenticherai.
Si tratta dell'applicazione di Apple per il backup dei dati, su un supporto esterno (un altro disco rigido). Se non ne hai già uno, procuratelo, quindi collegalo al Mac. 
Time Machine apparirà per chiederti se quel disco deve essere utilizzato per il backup. A quel punto decidi cosa fare.


timemachine


Dai un'occhiata al Dock dove c'è l'icona dell'applicazione. Premila, e si aprirà la finestra apposita.


finestratime


La casella di spunta in basso ti permetterà di inserire una piccola icona dell'applicazione nella barra dei menu. Un sistema comodo per avere l'applicazione a portata di clic.


barratimemachine


La schermata seguente invita a selezionare il disco (oppure i dischi, in caso ve ne siano più di uno), di backup, o a configurare l'eventuale Time Capsule.


backuptimemachine


Da notare che l'applicazione non prende neppure in considerazione quello di avvio del Mac, e giustamente. Il backup si deve fare solo su supporti esterni.
A questo punto l'applicazione si preparerà per il backup; nella finestra infatti sarà segnalato quanto manca all'avvio del salvataggio dei dati. Accanto al tempo che scorre, nei pressi della scritta "Backup successivo", c'è anche una piccola croce che premuta, arresterà il conto alla rovescia.


timemachineattivo


Sei sicuro di voler salvare tutto? Time Machine permette di scartare cartelle e file dall'operazione di backup.
Prima di mostrarti come fare, ricorda questo: la prima volta l'operazione di backup prenderà molto tempo, quindi non avere fretta alcuna.

Se vuoi escludere qualcosa dal backup, premi il pulsante "Opzioni" presente nella finestra precedente. Scenderà una nuova finestra.


timemachineescludi


Qui è sufficiente premere il pulsante "+" per indicare cosa escludere dal backup.
Se in futuro deciderai di tornare sui tuoi passi, basterà tornare qui e premere il pulsante "-" corrispondente all'elemento che vorrai d'ora in avanti includere nel processo di salvaguardia.
Ci sono poi due opzioni da spuntare, e su cui non mi soffermo perché è evidente il loro fine.
Cosa accade premendo il tasto "+"? Questo.


escludiapp


Compare una finestra che permette di navigare all'interno del nostro disco rigido per scegliere cosa scartare, e cosa salvaguardare.
Per esempio, non è detto che tutte le applicazioni presenti nella cartella omonima meritino questo trattamento. Così come quella denominata "Download" che probabilmente contiene un mucchio di roba scaricata, scompattata, e poi abbandonata al suo destino. Insomma, prima di lasciare il campo all'applicazione puoi prenderti qualche minuto per scegliere gli elementi da salvare.


Una volta espletate queste operazioni, non resta che lasciar fare a Time Machine. Come ho già accennato in precedenza, il primo backup sarà piuttosto lungo, mentre quelli successivi ben più rapidi. Questo perché l'applicazione in seguito al primo, effettua backup "incrementali". Significa che si limita a ricopiare gli elementi nuovi o modificati, tralasciando tutti gli altri.
Mentre i backup sono effettuati, tu puoi continuare a svolgere il tuo lavoro, poiché Time Machine è stata realizzata per non interferire mai con le normali attività lavorative, o ludiche, che svolgi.


Attento a Entourage 2008


Se per la gestione della posta elettronica usi Entourage 2008 di Microsoft, ricorda di escludere l'applicazione dal backup con Time Machine.
Il programma di gestione della posta elettronica targato Microsoft, immagazzina ogni cosa in un unico file, un database monolitico che ha almeno un grosso difetto. Ogni email ricevuta o inviata lo modifica e col tempo tende ad assumere delle dimensioni davvero notevoli. Per Time Machine questo comporta un lavoraccio: deve ricopiarlo interamente, con un allungamento dei tempi di backup notevoli. La soluzione (consigliata dalla stessa Microsoft, come si può leggere a questo indirizzo: http://blogs.msdn.com/macmojo/archive/2007/12/12/it-s-about-the-data.aspx): usare altri metodi di backup.
La situazione dovrebbe finalmente cambiare con la prossima versione di Office per Mac, che vedrà l'addio a Entourage e il rientro di Outlook. Il database da escludere si trova qui: Disco rigido>nomeutente>Documenti>Dati Utente Microsoft>Identità di Office 2008>Identità principale. Per "nome utente" si intende l'icona con la casetta.


Data di pubblicazione: 14-12-2009
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300