Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Spiegazioni > Aggiornare Snow Leopard


Aggiornare Snow Leopard

Come tenere aggiornato Mac OS X



Brano tratto dal libro elettronico: "Snow Leopard: Trucchi e Segreti del Nuovo OS". In vendita su BuyDifferent.it



Dopo che avrai iniziato a fare amicizia con il nuovo ambiente di lavoro, è tempo di dare un'occhiata all'eventuale disponibilità di aggiornamenti. Sia da parte di Apple che dei produttori di software di terze parti che tu utilizzi abitualmente.



Apple ha un pannello apposito racchiuso nelle Preferenze di Sistema, che infatti si chiama proprio "Aggiornamento Software". Se possiedi la connessione ad Internet attiva, lancialo e attendi di vedere se c'è già qualcosa di disponibile.



Prima di proseguire: Aggiornamento Software è un'applicazione flessibile, perché permette all'utente di decidere come effettuare gli aggiornamenti. Se a mano, oppure impostando un intervallo di tempo in cui il sistema, se la connessione a Internet è disponibile, si collegherà ai server di Cupertino, e scaricherà quello che è disponibile.

L'aggiornamento manuale non ha bisogno di molte spiegazioni: l'utente, quando ha tempo o voglia, preme il pulsante apposito (Verifica aggiornamenti), e cerca eventuali upgrade.



aggiornamentosoftware


La parte inferiore della finestra permette invece di scegliere di verificare la presenza di nuovo software in maniera automatica. Si mette il segno di spunta e dal piccolo menu a discesa è possibile indicare quando cercare gli aggiornamenti. Snow Leopard ha tre opzioni: quotidiana, settimanale e mensile. 
Un'altra casella di spunta è presente nella parte bassa della scheda; utile per scaricare aggiornamenti in modo automatico.



Mettendo un segno di spunta, il sistema scaricherà, ma prima di installare ci avviserà, chiedendoci il permesso di portare a termine l'operazione.



installaaggiornamento


Ricorda questo: Mac OS X non fa nulla di nascosto, o alle tue spalle, né tanto meno si sogna di installare programmi di testa sua. Tutto quello che fa, lo fa perché tu gli dai il consenso. Scrivo questo perché molti immaginano il computer quasi come un essere capace di prendere decisioni, e non è raro trovare in certi forum utenti che affermano: perché agisce così il mio Mac? La risposta? Perché tu gli hai detto di comportarsi in questo modo. Il sistema operativo non installa nulla senza il tuo consenso, mai.



Qui è presente anche un'altra scheda che offre la possibilità di verificare gli aggiornamenti installati sulla propria macchina.



Bisogna scaricare e installare tutto? No. Se un certo software non lo usiamo e l'applicazione ci segnala un aggiornamento, basterà selezionarlo e poi spostarsi nella barra dei menu per scegliere "Ignora aggiornamento".



Apparirà quindi una finestra:



ignoraaggiornamento


Basterà premere "OK" e le ulteriori notifiche di aggiornamento legate a quella applicazione non saranno segnalate.

Se in futuro cambierai idea, spostarti nella barra dei menu e scegli "Aggiornamento Software", la voce "Reinizializza gli aggiornamenti ignorati".



Bene: ma per aggiornare le applicazioni non Apple?

Qui ci stiamo infilando in una giungla, perché ogni azienda agisce secondo criteri del tutto personali. Microsoft per esempio, col suo Office 2008 per Mac, si affida ad un'applicazione apposita per scaricare e installare i vari aggiornamenti. Anche qui, è possibile decidere se effettuarli a mano, oppure programmare il software affinché, in presenza di una connessione Internet, si colleghi ai server di Redmond e scarichi quando c'è qualcosa di disponibile.



aggiornamentooffice

Microsoft AutoUpdate è l'applicazione che si incarica di tenere aggiornata la suite Office


Tutti gli altri software (spesso frutto del lavoro di sviluppatori indipendenti), sarai tu a occupartene.

Firefox per fare un esempio, piazza la funzione relativa agli aggiornamenti sotto la voce "Aiuto" nella barra dei menu. Se invece desideri delegare questo compito all'applicazione, devi spostarti nelle "Preferenze" del programma e scegliere il pannello "Avanzate". Camino viceversa, che pure usa lo stesso motore di rendering di Firefox, piazza la funzione di controllo degli aggiornamenti sotto la voce "Camino", sempre nella barra dei menu. L'auto-aggiornamento è disponibile nelle Preferenze anche in questo caso, ma nel pannello "Generale".




Data di pubblicazione: 07-05-2010

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300