Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Consigli > Come scegliere un Mac


Come scegliere un Mac

Guida per trovare il computer giusto


La scelta di un computer, nel nostro caso un Mac, è facilitata dalla relativa semplicità dell'offerta di Apple. Due grandi famiglie (portatili e desktop), e al loro interno modelli che si differenziano in maniera piuttosto netta.

I computer Mac


Semplificando molto, possiamo affermare che il Mac Pro, e i portatili MacBook Pro, sono pensati per un tipo di utenza professionale o semi-professionale, che ha bisogno di "muscoli" perché con quelle macchine ci lavora quotidianamente.
I Mac da scrivania (iMac, Mac mini), e il portatile MacBook viceversa, sono indirizzati ad un'utenza per cui le prestazioni (che tradotto in soldoni significa processori e schede grafiche), non sono una discriminante. Diciamo che costoro hanno bisogno di potenza ogni tanto, ma nei confronti della loro macchina hanno un approccio più morbido. Di solito non ci lavorano con le loro macchine, o se lo fanno i compiti che affidano ad esse non sono la gestione continua, quotidiana, di pesanti file audio o video.
Un discorso a parte lo merita il MacBook Air: una macchina studiata per chi fa della mobilità una professione, viaggia quindi spesso, e necessita di un computer leggero, di una tastiera e uno schermo ampi e usabili.
Prima di entrare nel merito dell'articolo, è bene tuttavia ricordare che cosa sia diventato oggi un computer.

Quell'automobile chiamata computer


Nessuno acquista un'automobile a cuor leggero: a meno che non abbia soldi da buttare, si capisce. Quindi compra riviste, confronta, chiede prezzi, valutazioni dell'usato, spesso gira diversi concessionari, domanda consigli ad amici, parenti, conoscenti. Perché è un investimento: l'acquirente ci mette dei soldi, e non desidera certo sprecarli in un acquisto sbagliato.
Per il computer questo non avviene. Quando si decide di acquistare per esempio un Mac, non si mettono in conto una serie di spese che è bene invece fare. Ci si innamora della potenza dei GHz, tralasciando la RAM. Si pensa a sostituire il disco rigido interno, ma si esclude un disco rigido esterno. Eppure il computer è anch'esso una sorta di automobile: scelto a dovere, coi suoi giusti compagni di viaggio, può condurre lontano.
Una scelta precipitosa, poco oculata, rischia di consegnare a casa vostra una macchina inadatta alle vostre necessità: perché poco potente, o potente nei settori sbagliati (poca RAM, tanti GHz), o addirittura troppo muscolosa per quello che fate.
Adesso proveremo a illustrare quali sono i giusti compagni di viaggio del vostro Mac.

I giusti compagni del Mac


Prima di precipitarvi ad acquistare un Mac, cercate di mettere a punto realisticamente quanti soldi siete disposti a spendere. Qui non posso certo aiutarvi, ma un consiglio ve lo devo offrire per forza: non dovete solo comprare un computer, ma anche alcuni dispositivi che vi possono essere di valido aiuto. Alcuni è bene procurarseli subito: altri si può invece soprassedere, valutare dopo, con calma. Ma ricordiamoci che stiamo parlando di macchine che possono guastarsi; essere oggetto di furto; o colpiti da strani malfunzionamenti che ne pregiudicano il buon funzionamento. Ecco perché avete bisogno di alcune accortezze. Vediamo ora quali.

  • Un disco rigido esterno

  • Questo è il tipico acquisto che le persone rimandano. Eppure Mac OS X Leopard ingloba al suo interno Time Machine, la soluzione di Apple per garantire agli utenti l'archiviazione (il backup), su un supporto esterno, sicuro, dei propri dati. Non aspettate a comprarne uno: fatelo e basta. Di certo chi con il computer ci lavora sul serio, non ha bisogno di leggere questa raccomandazione. In genere possiede più di un disco rigido esterno. Tutti gli altri sono persuasi di non averne bisogno. Illusi: se vi potete permettere di perdere e-mail, foto, filmati, impostazioni dei programmi, oltre al tempo che gettereste via dalla finestra nel tentativo (spesso disperato, e comunque molto costoso), di recuperare i vostri dati, siete ricchissimi. Un disco rigido esterno, viceversa, grazie a Time Machine, vi permetterebbe di avere al sicuro quello che vi è caro.
    In caso di collasso del disco rigido interno, sarete in grado di ritrovare le impostazioni, i file e i documenti su cui stavate lavorando nel momento esatto in cui avvenuto il fattaccio. Altrimenti, se i vostri dati sono davvero importanti, ma voi non avete mai pensato all'archiviazione, vi dovrete rivolgere a ditte specializzate, capaci in effetti di miracoli col recupero. Ma preparatevi a firmare dei robusti assegni...

  • Un gruppo di continuità

  • Black-out, improvvisi sbalzi di tensioni nella rete elettrica possono danneggiare i computer, qualunque sia la marca. Certo, i Mac sono robusti: ma se mentre state ritoccando la vostra tesi di laurea, andasse via la luce, come vi sentireste? Non bene, certo. Acquistare un gruppo di continuità significa mettere tra voi e ogni perturbazione elettrica che colpisce l'alimentazione della vostra casa, un guardiano che proteggerà il vostro Mac.

  • Proteggere il portatile

  • Raccomandazione per chi possiede un portatile, ma da estendere anche a chi ha un computer da scrivania. I furti di computer sono all'ordine del giorno. Oltre al trauma di aver perso un'infinità di informazioni archiviate sulla macchina (ma se effettuate con regolarità il backup dei dati, non tutto è perduto), c'è l'angoscia di aver perso una macchina importante.
    Da tempo esistono software appositi che permettono di rintracciare il proprio Mac rubato, non appena esso si colleghi alla Rete. Uno tra i tanti è di certo GadgetTrak , che gira anche su iPhone.
    Funziona? Così sembra: in genere si tratta di applicazioni che non possono essere facilmente rimosse, e i computer Mac hanno un vantaggio ulteriore. Non essendo molto popolari, non se ne conosce bene il sistema per disinstallare i software, o inizializzare il disco rigido.
    Esistono inoltre dei cavi di sicurezza in acciaio temprato (sia per i portatili, che per i computer da scrivania), con cui "ancorare" la macchina alla vostra scrivania. Uno dei produttori più celebri è Kensington, che offre un'ampia scelta di soluzioni.

  • AppleCare

  • Il suo nome ufficiale e per intero è AppleCare Protection Plan. In pratica, 3 anni di supporto per il vostro Mac (ma anche iPod), con tanto di copertura globale delle riparazioni, assistenza telefonica effettuata da esperti, e così via. Una solida garanzia che per molti è gravata da un difetto intollerabile: è costosa. In realtà possiamo affermare che se il costo c'è, chi stipula l'AppleCare può contare su un servizio davvero eccellente. Inoltre, tenete presente che potete sottoscriverlo entro l'anno successivo all'acquisto del vostro Mac.
    Se poi avete la fortuna di abitare vicino ad un negozio Fnac, potete trovare qualcosa di simile ad un prezzo ben inferiore, ma siete obbligati a stipularla nel momento dell'acquisto del Mac.

    Se lo desideri, puoi leggere la seconda parte dedicata a come scegliere un Mac mini.

    Data di pubblicazione: 09-04-2009

    L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300