Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Consigli > Un paio di consigli sui dischi rigidi


Un paio di consigli sui dischi rigidi

Piccoli dubbi di un normale utente

Credo che a parecchie persone sarà capitato di chiedersi: "Ma qual è il modo migliore di tenere il mio HD? Quali driver devo usare per avere le migliori prestazioni? Lo partizioni o e meglio di no? HFS+ o HFS?". Ora cercherò di dare una risposta a queste comuni domande, anche se alcune di queste risposte sono molto personali per cui ognuno dovrebbe scegliere da se. Altrettanto quelle che tra poco elencherò non sono regole ferree ma semplici consigli.

In principio era il caos...

Per tenere in "ottima forma" un HD (disco rigido) c'è bisogno di alcune utilities, cioè dei programmi specifici che servano allo scopo. Alcuni di questi sono forniti dalla Apple in bundle con il sistema operativo, ma purtroppo non sono in grado di svolgere un gran numero di funzioni. Per cui se siete un po' smanettoni o comunque vorreste fare di più per il benessere (vostro) e del vostro Mac avete bisogno di altre utilities che vi permettano di "curare" al meglio lil vostro HD.
I nomi di queste? Eccoli: Norton Utilities, TechTool Pro, MacMedic ecc. Potrei andare avanti con una noiosa elencazione di nomi che non vi direbbero assolutamente nulla, per cui mi fermo ;-).

Un po' di storia

Passiamo a considerare ora una sola di queste utilities le, ormai celeberrime, Norton Utilities della Symantec giunte alla versione 4.0 di recente. Fino a non molto tempo fa queste erano le uniche utilities sul mercato in grado di aiutare l'utente comune a ottenere il meglio dal suo Mac, e a risolvere anche alcuni problemini. Poi vennero le TechTool Pro (dette anche Norton Killer) che, battendo sul tempo la Symantec, furono le prime utilities per Mac a poter riparare i volumi formattati in HFS+ (se escludiamo DiskFirst Aid della Apple). E ora la lotta è aperta tra questi due colossi e qualche altro (piccolo) staremo a vedere chi vincerà.

Arriva dott.Norton

Dunque le Norton (per gli amici) sono delle grandi applicazioni che permettono di tenere sempre al meglio il proprio HD, ma andiamo con ordine. La suite delle Norton Utilities è composta da diversi programmi, ma qui mi limiterò a considerarne solo due: NortonDisk Doctor e SpeedDisk. Questi due programmi permettono di riparare piccoli problemi dei file e di deframmentarli.
NortonDisk Doctor è appunto quell'utility che permette di risolvere piccoli problemi di tutti i file che abbiamo sull'HD, per cui è in grado di salvarvi in quasi tutte le situazioni più disperate, ovvero quelle in cui rischiate di perdere tutti i vostri preziosi dati. Quindi quando a causa di una bomba di sistema (crash) o di qualche esperimento troppo azzardato il vostro disco diventa irrecuperabile e non sapete più dove "sbattere la testa" provate a chiamare dottor Norton, lui, forse, potrà risolvere il problema. Questo non significa che Disk Doctor vada usato solo in casi estremi, anzi, se lo usate anche quando pensate di non avere problemi vi aiuterà a correggere tante piccole insignificanti cose che magari, col tempo, avrebbero causato qualche cosa di più grave.
Passiamo ora a SpeedDisk. Questa utility permette di deframmentare i vostri dati, mi spiego meglio, quando voi usate diversi programmi il vostro Mac deve andarli a cercare sul disco, leggerli e infine eseguirli. Questo lavoro provoca la frammentazione dei dati ovvero il Mac pezza in tante piccole parti un solo programma e mette i vari pezzi in posti diversi dell'HD, non tutti vicini e ordinati; ma di tutto ciò voi non ve ne accorgete a occhio nudo, usando il vostro Mac. Per cui quando voi volete riaprire un programma che è stato frammentato il computer è costretto a cercare i frammenti su tutto il disco (o quasi) con un conseguente rallentamento di tutto il processo di lancio dell'applicazione. SpeedDisk appunto ovvia a questo problema prendendo i vari pezzetti e mettendoli vicini in modo ordinato. Così il vostro Mac non sarà costretto a cercare i pezzi su tutto l'HD con un notevole incremento di prestazioni.

Ci vuole anche un buon pilota

Andiamo avanti, i miei consigli non si fermano qui. Un altro problema che vi sarete posti se siete in possesso di HardDiskTool Kit è: "Formatto il mio HD con le utility di Apple o con HDT?". E' presto detto, i driver Apple saranno sicuramente più compatibili con il Mac OS di un driver installato da un' applicazione di terze parti, senza contare che con gli aggiornamenti di sistema le terze parti devono aggiornare i loro prodotti, per rimanere compatibili, e non sempre lo fanno in tempo. Ah quasi dimenticavo, i driver di un disco vengono installati quando il disco viene formattato o quando si da il comando di installarli a un'applicazione come HDT. Per cui è meglio formattare il vostro HD con le utility Apple per stare tranquilli. Un altro dubbio che può sorgere è "Conviene partizionare il mio HD o e meglio tenere un disco solo?" la risposta a questa domanda è molto semplice, se avete già formattato il vostro HD in HFS+ è solo una questione di gusti, nel senso che non ci guadagnate niente a partizionare il vostro HD, se invece state ancora usando l'HFS normale (come il sottoscritto) partizionando il vostro HD guadagnereste spazio, dato che la dimensione dei settori del vostro disco partizionato si ridurrebbe. Ma attenzione, una volta create due o più partizioni in fase di avvio o riavvio il vostro Mac sarà più lento perché dovrà ogni volta cercare su tutte le partizioni se c'è un sistema operativo.

HSF o HFS+ questo è il dilemma

E' presto detto se formattate il vostro HD in HFS+ godrete del grosso vantaggio di avere "più spazio" sul vostro HD, perché se sul vostro HD tenete molti piccoli documenti questi occupano virtualmente dello spazio che su un disco più piccolo o formattato in HFS+ sarebbe, a volte, molto inferiore. Quindi, un consiglio, formattate il vostro HD in HSF+ solo se avete un disco di grosse dimensioni, allora sì che vedrete i vantaggi di questo nuovo formato, altrimenti non vedrete grosse differenze. E mi raccomando ricordate che se formattate il vostro HD in HFS+ potrete vederne il contenuto solo con il MacOS 8.1 o successivo, per cui ricordatevi di tenere sempre a portata di mano un dischetto o un CD con questo sistema operativo installato e pronto all'uso, per le emergenze.

Infine

In questo breve articolo ho evitato di annoiarvi con una lunga descrizione tecnica di cos'è l'HFS+ vi ho solo dato alcuni consigli e un paio di spiegazioni sul come bisognerebbe tenere il proprio HD, ma è ovvio che ognuno può seguire questi suggerimenti personalizzandoli secondo i propri gusti e le proprie esigenze.



Data di pubblicazione: 08-10-1999
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.