Percorso: ilMac.net > Scuola di Mac > Archivio > Le catene dei Mac... SCSI


Le catene dei Mac... SCSI

Otto consigli per gestirle al meglio

A tutti i nuovi utenti Mac di sicuro questo articolo non interesserà, perché come molti di voi sapranno dall'iMac in poi la porta SCSI, così come altre porte sono scomparse dal retro dei nostri Mac, ma penso che questo articolo interesserà ancora molti di voi che ancora si trovano costretti a lavorare con periferiche SCSI.

Ricevo molte e-mail di persone che si lamentano di problemi con le periferiche SCSI (Small Computer System Interface), spesso tali problemi sono dovuti ad alcuni mancati accorigmenti anche di poco conto, per cui qui di seguito andrò ad elencarene alcuni dei più banali che molte volte creano problemi.

  1. Una catena SCSI deve sempre essere terminata nell'ultimo elemento fisico della catena, che non è necessariamente l'elemento con l'ultimo numero di ID ma bensì l'ultimo pezzo che fisicamente collegate in catena con il vostro Mac.
  2. Tutte le periferiche attive collegate alla catena SCSI devono avere un numero di ID diverso, per cui su una signola catena si possono collegare al massimo 8 elementi i cui ID vanno dallo 0 al 7. Di norma però non tutti i numeri di ID sono disponibili perché alcuni vengono assegnati al Mac e alle sue periferiche interne.
  3. Le periferiche SCSI devono essere accese prima dell'avvio del Mac, altrimenti si deve prima spegnere il proprio computer, attivare la periferica desiderata poi avviare nuovamente il Mac.
  4. Non è possibile collegare ne scollegare periferiche SCSI a caldo, cioé con il proprio Mac attivo, a meno che esse non siano apposite periferiche dette hot-swap (molto costose).
  5. Esistono diversi tipi di periferiche SCSI chiamate in diversi modi SCSI I, SCSI III, SCSI III, UltraWide SCSI, Fast SCSI, Wide SCSI etc. sostanzialmente si differenziano per le diverse velocità di trasferimento dei dati, per cui in linea di massima una periferica più veloce può essere connessa ad una catena SCSI più lenta, ma non viceversa. Altresì i vari tipi di SCSI hanno connettori diversi. Per cui all'acquisto di una periferica SCSI assicuratevi bene che il vostro Mac la supporti e munitevi dei connettori adatti.
  6. Fate attenzione a non connettere le varie periferiche con cavi SCSI eccessivamente lunghi, un cavo molto lungo causa un deterioramento del segnale e di conseguenza ad esempio durante una masterizzazione potreste avere degli errori durante la scrittura del CD o addirittura potreste creare un CD inutilizzabile.
  7. Esistono cavi SCSI più o meno grossi, la differenza di diametro dei cavi dipende dalla schermatura dei cavi stessi per cui un cavo con un diametro maggiore è più schermato, e più costoso, di un cavo sottile. Altresì più un cavo è lungo più dovrebbe essere schermato per evitare interferenze sul segnale trasmesso attraverso il cavo stesso.
  8. Prima di acquistare una periferica SCSI, così come qualunque altra periferica, verificare che sia supportata dal proprio Mac e che esistano i driver Mac per la periferica stessa.

Tutti questi che ho appena elencato sono solamente dei consigli che sarebbe bene rispettare nella gestione di una catena di periferiche SCSI, ma ovviamente sta a voi ora decidere se metterli in pratica o meno.



Data di pubblicazione: 29-08-1999
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.