Percorso: ilMac.net > Recensioni > Giochi > Unreal Tournament


Unreal Tournament

Per sfidare i vostri amici in una lotta all'ultimo sangue

Pregi & Difetti
  • Alcune immagini
  • Scheda del prodotto
  • Requisiti hardware
  • Giudizio finale

    Ultimamente c'è una nuova moda nel mondo dei videogiochi, è il multiplayer. Uno degli sparatutto (per gli anglofoni "shoot 'em up") concepiti per il multiplayer è senz'altro Unreal Tournament. Questo gioco dalla grafica strepitosa, segue le orme del suo predecessore Unreal, uno sparatutto in prima persona, cioè voi vedete il mondo dagli occhi del giocatore che impersonate. Il gioco si svolge all'interno di scenari chiamati Arene, dove dovrete sfidare altri giocatori e da dove uscirà vincitore chi saprà maneggiare meglio le pistole e le altre innumerevoli armi che potrete utilizzare, tutte rigorosamente con il doppio sparo come in nel primo Unreal.

    Il gioco dispone di ben sei modalità di sfida, tutte basate sullo stesso principio: ammazzare il proprio nemico ogni volta che se ne ha l'occasione, e prima che lo faccia lui. Passiamo a descrivere le modalità di gioco: la prima è il "Deathmatch", il classico testa a testa tra due o più giocatori, nel quale vince chi arriva per primo al numero di frag (uccisioni) prestabilito. La seconda è l'immancabile "Capture The Flag" (CTF) dove due o più squadre si fronteggiano: lo scopo è quello di entrare nella base avversaria, rubare la bandiera degli avversari e portarla alla propria base. La terza modalità di gioco è il "Dominio", anche qui due squadre si scontrano per conquistare dei punti specifici della mappa, che all'inizio della missione sono neutrali e voi dovrete impossessarvene e contemporaneamente tenere lontano i nemici fino allo scadere del tempo: vince chi avrà conquistato più domini. La quarta modalità di gioco è "l'Assalto", che consiste sempre nelle solite due o più squadre che si scontrano: questa volta però vi verrà assegnato un compito che voi dovrete portare a termine entro lo scadere di un tempo prestabilito. La quinta modalità di gioco è il Team Deathmatch: due o più squadre si scontrano, vince quella che raggiunge per prima il limite dei frag. L'ultima modalità è la "Last Man Standing" che basa le sue regole su quelle del classico deathmatch con una variante: all'inizio del gioco avrete già il pieno di armi e munizioni, inoltre resisterete molto di più ai colpi del nemico e vincerà chi riuscirà a rimanere entro il limite delle morti.

    La grafica, come ho già detto è fenomenale, il che influisce molto sui requisiti hardware, molto elevati. Ma ne vale la pena, infatti con un G3 accompagnato da una scheda acceleratrice 3D, si potrà giocare con buona grafica e ottimi effetti sonori , ottenendo nel complesso un'ottima giocabilità. La storia del gioco, ambientato nel lontano 2341, narra che nel mondo, dopo molti anni di violenza e criminalità, regna finalmente la tranquillità, ma vi è un generale malcontento tra la popolazione. Lo stress sta facendo tornare in superficie la rabbia repressa, così per evitare il ritorno alla violenza e al caos, il governo decide, in seguito alla scoperta di una macchina che può ricostruire perfettamente il corpo umano e la sua anima, di istituire dei tornei all'ultimo sangue dove ognuno viene armato e messo a combattere all'interno delle Arene. Campione incontrastato dall'istituzione di questi combattimenti è Xan un alieno di cui poco si sa. Ora però dovrà fare i conti con voi, e di certo avrà pane per i sui denti: con me ha perso inesorabilmente, voi sarete capaci di fare altrettanto? :-) Io scommetto di si, e comunque se volete misurare la vostra abilità con quella di un vostro amico, vi basterà prendere un modem, far partire Unreal Tournament e scegliere uno degli innumerevoli server nei quali potete giocare! Un consiglio? Dateci dentro! Il vantaggio di Unreal Tournament è che, per giocare in multiplayer, non si ha bisogno di nessuna applicazione esterna poiché l'applicazione e l'interfaccia che gestiscono il gioco in Rete sono già implementate. Basta solo attendere i server si carichino e poi si potrà dare inizio ogni volta ad un nuovo e memorabile spargimento di sangue...

    Per concludere il gioco è ottimo, anche se all'inizio potreste sentirvi un pò a disagio dato l'alto dettaglio del sangue dei pezzi delle persone che volano da una parete all'altra dello schermo, vale veramente la pena di provare questo gioco, vi assicuro che dopo un paio d'ore sarete molto più rilassati. Unico neo, come nella prima versione, sono gli elevati requisiti di sistema per goderselo appieno, ma qui vale il vecchio adagio: "non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca"... :-)

    Se volete farvi un'idea di com'é il gioco, e soprattutto se avete una connessione molto veloce (sono 48 MB!), potete scaricare la demo di Unreal Tournament.

    I pregi:

    Una grafica fenomenale e un'eccellente implementazione del multiplayer

    I difetti:

    Requisiti hardware eccessivi.

    Alcune immagini

    CyberWoman (61 Kb) Enforcer (60 Kb)
    Un attacco nemico (49 Kb) Il mirino (53 Kb)

    Ritorna all'inizio


    Scheda del prodotto

    Descrizione Voto
    Produttore Epic Games
    Categoria Sparatutto
    Versione 4.13
    Lingua Inglese
    Distributore Halifax e MacSoft
    Prezzo 110.000 lire circa 8/10

    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Requisiti hardware

    Minimi Consigliati Voto
    Sistema operativo MacOS 7.6 MacOS 8.0 10/10
    Processore 603/200 Mhz PPC G3 8/10
    RAM 64 MB 128 MB 7/10
    Velocità CD-ROM n.d. n.d. */10
    Spazio su Disco 120 MB 120 MB 7/10
    Video n.d. scheda 3D 7/10

    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Giudizio finale

    Velocità 8/10
    Semplicità d'uso 8/10
    Interfaccia 9/10
    Stabilità 9/10
    Voto 95/100

    Ritorna all'inizio




    Data di pubblicazione: 11-10-2000
  • L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.