Percorso: ilMac.net > Recensioni > Programmi > The TAB Pro


The TAB Pro

Per realizzare cartoni animati con semplicità

Un campo in cui non mi sono mai avventurato prima d'ora è proprio la realizzazione di cartoni animati in forma digitale.
Un giorno mi è stato proposto di recensire un nuovo prodotto The TAB appunto, e così mi hanno inviato la versione 2.2 Pro che ho avuto modo di testare approfonditamente nell'arco di diverse settimane ed eccomi qui a spiegarvi che ne penso.

Installazione e registrazione

La confezione si presenta un po' spartana, ma egualmente funzionale, include un CD-ROM, un piccolo manuale cartaceo ed una scheda di registrazione del prodotto, il tutto in inglese. The TAB richiede X11 su MacOS X per funzionare, e quindi siamo costretti ad installarlo, se non lo avevamo fatto in precedenza, ma niente paura anche questo è incluso nel CD di installazione del programma stesso.
Appena installato poi si può decidere se registrarlo o utilizzarlo per un periodo di prova di 15 giorni, per registrarlo vi è una procedura un po' macchinosa, atta ad impedire la copia e l'utilizzo illegale del programma stesso, per cui il programma può funzionare solamente sulla macchina su cui si decide di installarlo e non su altre.

Pronti, attenti, Via!

All'avvio The TAB ci mette un po' a partire, anche sul mio G4 1GHz dual con 512MB di RAM, questo perché appunto richiede l'avvio di X11 che di per se è un ambiente un po' pesante da caricare, ma una volta avviato il programma è molto veloce nel funzionamento.
L'interfaccia utente è completamente in inglese, ed un po' grigia data la sua dipendenza da X11, ma molto funzionale e semplice nel suo utilizzo.
Per utilizzare questo programma l'ideale è possedere una tavoletta grafica connessa al Mac e, ovviamente, saper disegnare decentemente. Io pur non avendo nessuna delle due cose, sono riuscito ad ottenere dei buoni risultati, ovvero meglio di quanto mi sarei mai aspettato. Infatti seguendo un semplice tutorial dato a corredo con l'applicativo si apprendono rapidamente le basi di funzionamento del programma, e si passa direttamente dalla teoria alla pratica della realizzazione del nostro primo cartone animato. Questo senza neanche aprire il manualetto di istruzioni.

In pratica come funziona

Il flusso di lavoro è abbastanza intuitivo, anche se in alcuni passaggi non è chiarissimo come si debba procedere, ma il tutorial fuga ogni dubbio a riguardo.
In poche parole come funziona il programma: semplice, si fa un disegno o una serie di disegni, che sono i personaggi del nostro cartone animanto, si scelgono sfondi, colori, texture e quant'altro ed infine si anima il tutto a piacimento.

Ma qual'è la peculiarità di The TAB? Direi senza ombra di dubbio la nutrita serie di strumenti e texture che mette a disposizione del disegnatore per facilitare il suo operato. Infatti ci sono strumenti speciali come lo strumento "Pizzicotto", che permette di tirare i tratti del disegno come fossero di gomma, lo strumento "Pompa", che permette di gonfiare/sgonfiare i tratti del disegno come se fossero palloncini dando così al tratto lo spessore voluto, lo strumento "Calamita" che permette di spostare il tratto come fosse un filo metallico attratto da un magnete, lo strumento "Ferro da stiro", che permette di lisciare il tratto e renderlo più morbido e rotondeggiante, insomma una serie di strumenti che abbinati alle texture permettono anche al disegnatore meno abile, come il sottoscritto, di ottenere un risultato professionale. Lo stesso pennello, utilizzato per tracciare i tratti di base, produce una traccia ammorbidita rispetto a ciò che disegnamo noi, e questo da un aspetto molto gradevole e di qualità al disegno finale. Il tutto in modo vettoriale, con tutti i vantaggi che ne conseguono.
Detto così probabilmente non rende l'idea di quanto questi strumenti facilitino il compito del disegnatore, ma alla prima prova ci si rende subito conto di quanto sia vero.

Un volta creato il disegno, o i disegni, che sarà il protagonista del nostro cartone animato, basta decidere da che punto a che punto si deve muovere, imponendo solamente la posizione iniziale e quella finale, il tempo che dovrà essere impiegato per lo spostamento, e The TAB penserà a realizzare il tutto. Ovviamente si possono muovere più oggetti contemporaneamente, o spostare i tratti del nostro disegno di base, così che il nostro personaggio ad esempio cambi espressione del volto mentre cammina, così come si può modificare lo sfondo al nostro personaggio così da dare un effetto movimento più realistico ancora. Insomma di possibilità ce ne sono molte, basta sbizzarrire la fantasia, imparare un minimo di tecnica e The TAB farà il resto.


Tutto oro quello che luccica?

Quasi, nel senso che The TAB, come altri programmi ha dei difetti, ma i più credo siano da attribuirsi al fatto che è un prodotto relativamente giovane e col passare del tempo ed il progredire delle versioni migliorerà sicuramente.
Volendo essere pignoli, è il fatto che le classiche abbreviazioni da tastiera quali Mela+C o Mela+Z non funzionano ma ci sono gli analoghi Control+C e Control+Z, molto Windows like e molto poco Mac like.
L'interfaccia e la documentazione solamente in inglese potrebbero essere un'altro tallone d'achille. L'interfacci utente grigia, forse non molto bella da vedere, ma veloce e funzionale come una qualsiasi interfaccia aqua.
Il drag&drop dei documenti sull'icona del applicativo non funziona, e c'è anche qualche piccolo problemino di apertura dei file esterni al programma.



Scheda prodotto

Requisiti di sistema: processore PowerPC G3, G4 o G5, Mac OS X 10.3 o successivi, 256MB di RAM, 150 MB di spazio su disco. Per disegnare al meglio è consigliato l'abbinamento di una tavoletta grafica o per utilizzi professionali un digitalizzatore di display
Produttore: Digital Video srl
Categoria: video animazione
Versione: 2.2
Lingua: inglese
Prezzo: versione Lite 79$, versione normale 395$, versione Pro 895$ più eventuali spese di spedizione se si sceglie la forma cartacea con CD allegato, anzichè il download via Internet del programma.


Conclusioni

Pregi: molto semplice da utilizzare, permette anche ad un utente non molto esperto di ottenere rapidamente risultati. Utilizzabile anche su macchine non proprio recentissime senza significativi rallentamenti.
Difetti: l'interfaccia grigia tipica di X11, non disponibile in italiano, il prezzo della versione Pro un po' elevato.
Giudizio finale: si tratta sicuramente di un ottimo software, di utilizzo molto specifico, semplice e funzionale. Presenta ancora qualche difetto di gioventù ma nulla di grave.

Voto: 97/100



Data di pubblicazione: 08-12-2004
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.