Percorso: ilMac.net > Recensioni > Giochi > Postal


Postal

Il postino non suona sempre due volte

E' proprio così chiunque di voi pensava che il postino suonasse sempre due volte, se lo dimentichi perché in questo gioco il postino prima spara e poi forse suona. Infatti in questo gioco siete nei panni di un postino, armato e ricercato dalla polizia, come potete immaginare la vostra mansione principale non è quella di distribuire la posta, ma bensì quella di evitare di essere uccisi dalla polizia.

Il solito spara tutto

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare questo gioco non è il solito spara tutto, dato che la visuale è isometrica, e tutto ciò che accade sullo schermo è molto realistico. Le scene sembrano reali a tal punto che questo gioco è sconsigliato ai minori di 17 anni (come 17 di solito non è 18? Chi lo sa forse si saranno sbagliati ;-)). Inizialmente vi trovate armati con solo, si fa per dire, un mitra a proiettili illimitati, un fucile a pallettoni, un paio di granate e delle bombe incendiarie (nooo, troppo facile con tutte queste armi) non crediate che per questo il gioco sia troppo facile, infatti i poliziotti che vi stanno cercando sono armati di tutto punto, per cui la vostra mitraglietta a colpi illimitati avrà di che surriscaldarsi, una volta che avrete finito gli altri proiettili (e vi assicuro che accade molto facilmente). Comunque se volete sfogarvi dopo una giornata stressante vi assicuro che merita sprecare un paio di colpi in più per qualche nemico, o magari usare un arma un po' più potente del necessario per far scomparire gli agenti.

E le armi?

Andando avanti nel gioco troverete ogni ben di Dio come armamenti, mitragliatori molto più potenti del vostro, lancia fiamme, mine, lancia-molotov, lancia-granate. Beh e allora cos'ha questo gioco di tanto speciale, acnhe in Quake, DukeNukem e tanti altri ci sono tutte queste cose? Semplice una grafica e un sonoro a dir poco stupendi. Le fiamme sono quanto di meglio abbiate mai visto, sembrano talmente reali che si sente quasi il loro calore ;-). Gli effetti di fumo, fumo prodotto dalle fiammate stesse. Ed ogni evento del gioco è corredato dal rispettivo suono, il fuoco, le esplosioni, i diversi tipi di proiettili. Pensate che quando un personaggio prende fuoco lo si vede correre per un tratto e poi cadere in terra incenerito; se poi capitasse a voi di essere incendiati, vedrete il vostro uomo che urlando incomincia a correre quasi casualmente, e se non lo guidate fuori dall'incendio, lo ritroverete carbonizzato. Se tutto ciò non dovesse bastarvi sappiate che quando ferite a morte un agente della polizia ma non lo uccidete, sentirete i suoi lamenti di dolore, la sua sofferenza fino a quando non muore dopo aver strisciato, a volte, anche per lungo tempo. Di tanto in tanto sentirete la polizia che vi intima di fermarvi dicendo che siete circondati, vi ordina di gettare le armi (in inglese purtroppo).

Infine

Tutto quello che vi ho appena descritto è quasi totalmente editabile, nel senso che potrete scegliere tutti i settaggi che preferite. Se volete sentire i lamenti più forti delle esplosioni, insomma avete a disposizione un mixer in cui potete scegliere tutto questo. Naturalmente come in tutti i giochi che si rispettino potete sceglere il livello di difficoltà, le luci e tutto quanto riguarda l'ambiente. Insomma, per farla breve, date un occhiata a queste immagini che ho preso dal gioco per voi e vi farete almeno un' idea di come sia il gioco. (purtroppo, a causa della compressione, le immagini non sono proprio fedeli al gioco sono leggermente peggiori, comunque rendono ugualmente l'idea). Forse l'unico punto a sfavore di questo gioco sono le richieste di sistema, mah giudicate un po' voi.

Le richieste di sistema

Sistema operativo MacOS 7.1 o superiore (raccomandato 7.5)
Processore PowerPC 100 Mhz o superiore
Velocità CD-ROM 2X (raccomandato 4X)
RAM 16 Mb con la memoria virtuale accesa (raccomandati 48Mb)

Alcune immagini

La presentazione (33 Kb) Un po' di fiamme (62 Kb) Una piccola strage (57 Kb)
Settaggi grafici (31 Kb) Opzioni varie (34 Kb) Mixer audio (37 Kb)



Data di pubblicazione: 21-06-2000
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.