Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Photoshop CS2 Guida per i fotografi digitali


Photoshop CS2 Guida per i fotografi digitali

Per fotografi veri

Chiunque ha un rapporto personale con i libri: chi li considera dagli strumenti e basta, chi li maltratta, chi li adora, chi li ricopre con la plastichina per non rovinarli. Tutto lecito: un libro è una estensione della propria mente nel momento in cui diventa il luogo in cui essa si addentra cercando espandersi, quindi viva la libertà.
Personalmente non nego di amare la qualità dell'oggetto, la qualità della carta, delle immagini, della stampa. Penso che leggere un libro, specie un manuale, sia un regalo, anche faticoso, alla propria volontà e che si abbia il diritto di pretendere di avere qualcosa di "bello", non fosse altro che per "agevolare" il compito di apprendere. Conscio di questa mia piccola mania cerco di limitarla alla sfera personale senza far pesare la mia soggettività in una recensione che, ritengo, debba essere la più oggettiva possibile.
Questa volta non riesco a farlo, perdonatemi.

Un bel libro

Il libro "Photoshop CS2 Guida per fotografi digitali" è bello. Molto bello.
Un libro compatto, leggero, solido: copertina plasticata, carta patinata, bianchissima e robusta. Ciò ha consentito una stampa molto ben definita, i caratteri molto fini ed eleganti hanno una ottima leggibilità. Ma la vera gioia è nelle immagini.
Tutto il libro è stampato a colori, cosa che onestamente pretendiamo da ogni libro che costi oltre 35 euro. Il livello delle immagini è, per dare un'idea, quello delle riviste del National Geographic: ottime foto, ottima stampa, dettagli nitidi e sfumature cromatiche complete. Indispensabile per un programma che parla di sfumature di colore: si riesce nei vari esempi a capire finalmente la differenza tra "prima" e "dopo" una minina correzione tonale.

Una scelta coraggiosa

Quanto di meglio ci si possa attendere da un manuale che vuole essere la porta d'accesso alla qualità fotografica: una scelta che fa onore alla casa editrice.
E anche il segno di una maturazione generalizzata nel mondo editoriale italiano. Si torna a puntare sulla qualità: sarà la concorrenza con il web, la tv, i DVD didattici e la stampa specializzata ma non dovremo più "immaginare" come sarebbe stata la versione originale a colori dei manuali tradotti dall'inglese.
E forse anche merito dell'introduzione dell'Euro: la gente finalmente spende per i libri. Oggi per un buon volume si pagano tranquillamente 40 euro, una volta le case non riuscivano a vendere nulla che costasse più di 50.000 lire, il livello (la qualità) dei consumi ha beneficiato dell'illusione monetaria.

Un approccio "diverso"

Ma veniamo al libro in sè. Il titolo originale è molto più chiaro di quello italiano "Photoshop CS2 workflow", ovvero "flusso di lavoro di Photoshop CS2". Il concetto può essere poco promozionale in Italia ma negli USA la "procedura" fa parte dell'analisi di qualsiasi situazione, è ormai concettualmente entrata nell'uso comune: nel paese che ha inventato la catena di montaggio e l'analisi dell'efficenza a parlarne non si passa per maniaci dell'ottimizzazione aziendale.

Regole, regole

Il concetto base è che le "procedure", lungi dal limitare la creatività del fotografo, gli consentono di focalizzarsi sui suoi obiettivi.
La velocità per un giornalista, la qualità per un "artista" o pubblicitario, la "facilità" per il fotoamatore meno esigente e così via...
Ovvero il libro non è una guida al programma come altre, è il controbuto di un fotografo al trovare, tramite la conoscenza delle potenzialità di Photoshop, la propria "serie" di operazioni per avere il massimo dalle proprie foto; per evitare di disperdere energie e tempo nelle operazioni di routine e concentrarle invece nel lavoro creativo.

Flessibilità, flessibilità

Non aspettatevi di trovare però schemini preconfezionati: ogni foto è diversa, ogni fotografo ha le sue priorità: diciamo che il libro vuole aiutare il lettore a creare la "sua" procedura e a conoscerla abbastanza da poterla modificare facilmente quando lo richiedano le circostanze.
Impareremo così a scaricare, scegliere e organizzare immagini digitali, convertire file RAW con Camera Raw, aggiustare il tono e il colore delle immagini, fare selezioni, ritocchi di base e avanzati, a salvare i file e prepararli per l'output finale, ad automatizzare il flusso delle azioni.

L'autore

Tim Grey ha dedicato la sua vita professionale a due grandi passioni, il computer e la fotografia, sulle quali si concentra la sua attività di autore. Professionista affermato e apprezzato, ha scritto numerose pubblicazioni sulla fotografia digitale, è collaboratore di noti magazine americani dedicati all'argomento e relatore molto apprezzato in seminari di formazione.

Peccati veniali

Gli unici appunti riguardano gli screenshot, solo dalla versione Windows del programma, e la traduzione italiana che a volte lascia perplessi, ad esempio per l'uso ripetuto di espressioni quale "cattura digitale" al posto di "scatto digitale".

In conclusione un libro che non dovrebbe mancare nella libreria di chi pensa che fotografare con la digitale non sia solo qualcosa "da fare con il computer"...

Titolo Photoshop CS2 Guida per i fotografi digitali
Autore Tim Grey
Editore Apogeo
Pagine 308
Prezzo 39,00 Euro
ISBN 88-503-2417-0


Data di pubblicazione: 29-03-2006

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.