Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Passare a Mac


Passare a Mac

I libroni non servono


Ormai è risaputo: lo straordinario successo dell'iPod prima, e dell'iPhone poi, hanno riportato sotto i riflettori i computer (e il sistema operativo), della mela mordicchiata. Percentuali sempre più consistenti di utenti Windows stanno guardando al Mac con uno sguardo ben differente. E per soddisfare le curiosità, e i tanti interrogativi che un cambio di piattaforma porta con sé, appaiono in libreria libri come Passare a Mac di Simone Gambirasio (editore Hoepli).

La guida ideale


La guida non può che piacere sin dal primo momento che la si prende in mano. Il suo formato è tascabile, il prezzo abbordabilissimo, e pur affrontando un argomento vasto come l'approdo a una nuova piattaforma, riesce a farlo nel modo giusto. Vale a dire, badando al sodo e fornendo solo le informazioni necessarie.
D'altra parte Simone Gambirasio che ha curato il libro, è stato editor responsabile di Melablog, uno dei blog dedicati alla mela mordicchiata più popolari nel nostro Paese. E questo gli ha permesso di realizzare un'opera compatta e quindi essenziale.

Perché rivolgersi ad un libro


Sono diversi i motivi che inducono ancora ad abbracciare il supporto cartaceo (si dice così, vero?). Abbandonare una piattaforma hardware (e software), non è solo entrare in un negozio e uscirne con un bel Mac sotto il braccio. Al di là del gesto tutto sommato semplice, occorre poi fare i conti con una serie di interrogativi che molti, si ritrovano a dover soddisfare. Si tratta spesso di questioni relativi a utility, programmi per la chat, di videoscrittura, editor di testo.
Tanta carne al fuoco che nessun testo ovviamente può pretendere di esaudire: sono troppe le esigenze degli utenti, e ciascuno di essi ne ha di certo alcune differenti dalla media. Una guida ben fatta non pretende quindi di rispondere a tutti gli interrogativi, ma esaudendo le curiosità essenziali permette poi al singolo di procedere da solo.

La giornata dello switcher


A questo scopo il libro immagina di accompagnare un utente Windows che ha acquistato un Mac, in un viaggio alla scoperta della nostra piattaforma, sino a illustrare trucchi e tecnologie.
Si inizia con una panoramica dei computer con la mela mordicchiata e delle loro caratteristiche tecniche: perfetto per chi sta valutando il passaggio al Mac, e desidera avere in mano qualcosa che lo aiuti a scegliere la macchina ideale. Certo, da questa parte del libro sono per ovvie ragioni esclusi gli ultimi modelli presentati da Apple nello scorso mese di marzo, ma l'utilità di questa parte resta buona.
Poi, l'Autore immagina appunto la prima giornata di un utente alle prese con il suo Mac: dall'accensione, allo spegnimento verso sera, passando poi per l'esplorazione della scrivania, gli Stacks, il Dock, Exposé e altro ancora.
Una volta terminata questa fase, viene illustrato come si lavora con i documenti, la funzione Spotlight, la masterizzazione e le cartelle Smart. Niente strane sigle, e neppure spiegazioni tecniche su come funzione questo o quello: in fondo il Web rigurgita di risorse e questa parte viene giustamente lasciata all'iniziativa dell'individuo. Forum, mailing list, e un mucchio alto così di risorse, sono lì a portata di clic: perché produrre un librone quando è possibile fornire le basi della conoscenza, e poi proseguire da sé?

La guida non solo passa in rassegna altri aspetti come Internet, la connettività, e alcuni aspetti pratici (cosa usare per scrivere? Ascoltare la musica? La chat?).
Punta anche i riflettori sulla manutenzione del Mac, la sicurezza, il suo rapporto coi cellulari, account e condivisione, l'installazione di Windows. Tutto questo in poco più di 250 pagine. Alla fine, quando si chiude il libro, non si ha affatto la sensazione che qualcosa sia rimasto "fuori".

Libroni? Magari dopo


Un linguaggio chiaro, proprio come l'impaginazione, aiutato da frequenti immagini che non distolgono la lettura, rendono la lettura di questo testo semplice e gradevole. Nessuno vi obbliga poi a seguire l'ordine del libro, ma basta scegliere quello che serve, e nel giro di pochi minuti avrete imparato qualcosa di nuovo. Puntuali e mai invasivi i box di testo, che riescono a fugare dubbi o indicare possibili soluzioni a problemi pratici.
Probabilmente i libroni zeppi di informazioni sono certamente utili e difatti non ci siamo certi tirati indietro nel recensirli e indicarne pregi e difetti. Di certo l'utente medio (che tra le altre cose, ahinoi, non ama molto leggere), non ama doversi rassegnare all'idea di acquistare tomi di 300/400 pagine. Utili, si capisce; ma che rendono l'idea del passaggio al Mac come un processo per specialisti, quando in realtà è semplice e alla portata di chiunque.

La conclusione


Rispetto alla guida di David Pogue (che ho recensito qui), "Passare a Mac" di Simone Gambirasio ha una serie di pregi di non poco conto. Un formato tascabile di facile consultazione; un prezzo accessibile; un autore italiano; tutte le informazioni essenziali per non "perdersi" nel passaggio al Mac. La guida ideale? Probabilmente sì...

Titolo Passare a Mac
Autore Simone Gambirasio
Editore Hoepli
Pagine 268
Prezzo 14,90 Euro
ISBN 882034162X

Data di pubblicazione: 09-04-2009

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300