Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Mac OS X Tiger Alla massima potenza


Mac OS X Tiger Alla massima potenza

Trucchi e segreti per domare Tiger


Da tempo ormai Mondadori Informatica dedica sempre più attenzione e spazio alla piattaforma Mac. Noi de ilMac.net abbiamo registrato con piacere questo cambiamento della più importante realtà editoriale del Paese. Ricordiamo solo qualche titolo recensito di recente su queste pagine: quello su iLife '05 e su Mac OS X , solo per citare i più recenti.

Ora la casa editrice di Segrate mette in vendita un nuovo tomo dedicato ancora alla piattaforma Mac: Mac OS X Tiger Alla massima potenza, di Scott Kelby.
L'autore (una firma ben conosciuta Oltreoceano), è un profondo conoscitore sia del software Adobe, per cui ha curato diverse pubblicazioni (disponibili anche in Italia), di grande successo. Che di Mac; Kelby è caporedattore della rivista 'MacDesign', dedicata espressamente alla nostra piattaforma.

Un libro un po' diverso

Ciò che balza subito agli occhi prendendo in mano il libro (circa 350 pagine, suddivise in tredici capitoli), è innanzitutto la qualità e la cura usata per la realizzazione di quest'opera.
In brossura, stampata su carta di ottima qualità, il libro tralascia (volutamente), tutto ciò che ha a che fare con l'installazione di 'Tiger', o la sua configurazione. Non si parla di cos'è la Scrivania, le icone o i menu, né si affrontano gli aspetti tecnici di Dashboard o Spotlight, e neppure come collegare il Mac a Internet. Bensì, si svelano tutta una serie di trucchi, segreti, scorciatoie da tastiera, che permetteranno all'utente Mac (novizio, ma anche navigato), di fare le cose di sempre (ma a volte anche qualcosa in più), risparmiando tempo.
Infatti, 'Tiger' è il sistema operativo che ci farà compagnia sino alla fine del 2006, quando entrerà in scena un altro felino: Leopard. Perciò, perché non imparare per filo e per segno tutti gli 'angoli' nascosti del sistema operativo, tutte quegli espedienti (spesso non documentati), che aiutano a rendere la propria macchina migliore?
Per riuscire in questa impresa, l'unica soluzione (a parte iscriversi a diverse mailing list in inglese), è di acquistare proprio il libro di cui stiamo parlando.

Mettere a punto il motore

Scott Kelby ha raccolto infatti 300 suggerimenti che spaziano dal Dock alla Rubrica Indirizzi, alla posta, alla navigazione con Safari, alle applicazioni che fanno parte della suite 'iLife '05', a iChat e molto, molto altro ancora. Ciascun capitolo viene aperto da una brevissima introduzione dal tono ironico (uno dei difetti, o pregi, di questo genere di pubblicazioni di provenienza statunitense), poi si passa all'argomento vero e proprio.
Ogni trucco è accompagnato da una schermata a colori, e la lettura di ogni argomento è veloce e non richiede alcuna conoscenza propedeutica. Dal libro è stato infatti volutamente escluso Unix (su cui Mac OS X si basa), proprio per garantire una fruibilità la più ampia possibile.
Lo scopo dell'opera è quello di fornire all'utente una carrellata veloce e un approccio immediato agli aspetti di 'Tiger', per riuscire a padroneggiarlo e a metterlo a punto sfruttando la sua potenza e flessibilità. Non è obbligatorio procedere nella lettura del libro con ordine, anzi. Lo si può sfogliare in tutta libertà, soffermandosi su certe parti, saltando a quelle seguenti o tornando sui propri passi. Ciascuno può perciò scegliere cosa leggere e cosa tralasciare, provare immediatamente quanto descritto sulla pagina e scoprire se e quanto è utile quel certo trucco e se adottarlo nella prassi (lavorativa e non), di tutti i giorni.

Più trucchi per tutti

Lo si è già detto prima: di trucchi e suggerimenti ce n'è un po' per tutti i gusti. Da quelli ovvi (come eliminare dal Dock l'animazione all'apertura delle applicazioni, oppure come ridimensionarlo), a quelli decisamente utili, cui però non si è magari mai pensato: come si fa a ripristinare la scorciatoia 'Comando-N' per creare una nuova cartella? A rimettere il cestino sulla scrivania? Creare le proprie scorciatoie da tastiera? Per giungere infine a quelli assolutamente superflui e dichiaratamente inutili, che però colpiscono l'attenzione di amici e conoscenti e danno un saggio delle potenzalità di 'Tiger'.
Spotlight è probabilmente una delle caratteristiche più interessanti di 'Tiger'; per questo un (breve, ahimé), capitolo è dedicato a lui, un altro alle cose curiose, o divertenti, che si possono fare con 'Tiger'.

La conclusione

Crediamo che un simile libro possa tranquillamente trovar posto sulla scrivania dell'utente Mac, che così potrà consultarlo rapidamente ogni volta che ne avrà bisogno.
Per il novizio (proveniente magari dal mondo Windows), il libro si rivelerà una miniera di utili informazioni per conoscere a menadito 'Tiger', grazie ad una lettura non impegnativa, che invoglia a provare subito ciò che viene via via illustrato.
Per chi il Mac già lo conosce, potrà essere l'occasione per rinfrescarsi la memoria, oppure per conoscere meglio aspetti che si davano troppo per scontati (magari per pigrizia). Come si è già scritto poco prima, basterà un'occhiata per capire al volo se l'argomento affrontato è di proprio interesse, oppure lo si conosce già. Alcuni troveranno certi trucchi o suggerimenti noti e stranoti, e che si poteva evitare di riproporli ancora. Ma crediamo che l'ambizione del libro sia quella di rivolgersi a tutti (quindi anche agli 'swithcers'); proprio questo comporta anche il tornare su argomenti per certi versi abbondantemente noti.

Unica nota a sfavore, che in parte va a cozzare con la volontà del libro di essere per tutti: il costo. Probabilmente si poteva evitare la veste grafica così ricercata (brossura, come si è detto), e praticare così un prezzo più aggressivo e alla portata di tutte le tasche.

Titolo Mac OS X Tiger Alla massima potenza
Autore Scott Kelby
Editore Mondadori Informatica
Collana Grafica
Pagine 374
Prezzo 35,00 Euro
ISBN 88-04-54081-8


Data di pubblicazione: 31-12-2005

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.