Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Mac OS X Leopard


Mac OS X Leopard

Per il professionista


Adesso sta diventando quasi imbarazzante: ci riferiamo al numero delle pubblicazioni dedicate alla piattaforma Mac presenti in libreria. Se un tempo (solo qualche anno fa), era già tanto trovare un titolo, ora c'è solo l'imbarazzo della scelta. Segno dell'ottima salute di Apple certo.

La casa editrice Hoepli ha dato alle stampe questa guida: Mac OS X Leopard. E il sottotitolo "Grande guida per il professionista" spiega che ci troviamo a che fare con un prodotto un po' diverso dagli altri.
Per prima cosa, si tratta della traduzione del titolo "Mac OS X Leopard The Bible" che negli Stati Uniti è pubblicato dalla casa editrice Wiley Publishing. Visto le dimensioni (oltre 770 pagine), il libro è opera di diversi autori che conoscono a menadito Apple e il suo sistema operativo.
Ma occorre domandarsi se leggibilità e facilità di consultazione sono andate smarrite, o se invece è riuscita appieno la difficile alchimia tra completezza di informazione, e lettura godibile.

Una guida davvero grande

Non è "grande" solo per le dimensioni, ovviamente, ma anche e soprattutto per la mole di informazioni che racchiude.
Suddiviso in quattro parti (Conoscere Mac OS X, Lavorare con Mac OS X, Oltre le basi di Mac OS X e Ottenere il massimo da Mac OS X), la guida propone a prima vista un approccio già noto alla vasta materia che affronta (la "scoperta" di un sistema operativo). I primi 15 capitoli sono dedicati a spiegare, illustrare e quindi comprendere il funzionamento di Mac OS X.
La cura profusa è alta, anche se non è difficile accorgersi della mano di differenti autori, a volte decisamente seria, quasi accademica (e certe definizioni, alcuni termini possono spiazzare il lettore: ma c'è Internet per giove, usiamola!), altre volte meno ingessata.
Il risultato è una lettura facile, che scivola via senza troppi ostacoli. Lavorare con le applicazioni, creare o salvare documenti, Spotlight e la gestione dei font, accedere a Internet oppure creare una rete locale: sono solo alcuni degli argomenti trattati, in modo ampio e preciso. Difficilmente si resterà con domande in sospeso, o con lacune nella comprensione del sistema operativo.
Poi, si passa al resto: perché una volta concluse queste due parti ne restano altre due, per un totale di otto capitoli e circa 250 pagine.

Cosa c'è oltre

Questa non solo vuole essere la "Bibbia" del sistema operativo di Apple; desidera spingersi oltre dimostrando che al di là dell'interfaccia grafica c'è molto altro da scoprire, esplorare e utilizzare.
Già abbiamo detto che rispetto alla media rappresenta comunque uno sforzo notevole nello svelare ogni aspetto di Leopard. Ma essendo dedicata al professionista, le ultime due parti affrontano aspetti che in pubblicazioni analoghe non si affrontano. Ed è un bene: ma riesce a farlo in modo adeguato?
Qui troviamo temi quali la gestione degli account Utenti, e quella dei privilegi, l'integrazione con Windows, la sicurezza, e un capitolo dedicato ai comandi Unix ed uno ad AppleScript. Argomenti che in genere si affrontano o di fretta e furia, oppure neppure trovano spazio.

Se amate Unix, il capitolo apposito offre una buona introduzione ad esso, oltre ad illustrare una serie di comandi per spingere la propria macchina là dove l'interfaccia grafica non arriva, e sufficienti informazioni per continuare l'esplorazione da sé. Ma crediamo che si dovesse fare di più al riguardo; e non solo nei confronti di Unix.
Forse uno dei punti di forza del Mac è AppleScript, un linguaggio di programmazione poco usato e pochissimo pubblicizzato. Se negli Stati Uniti esistono libri al riguardo, qui da noi il panorama è desolatamente vuoto. Prova a colmare questa lacuna la guida, spiegandone il funzionamento con esempi che puntano a realizzare script. Metodo perfetto per far venire l'acquolina in bocca al lettore, certo. Peccato che il capitolo, pure solido e sufficientemente completo, sia in fondo troppo smilzo, e affronti di fretta e furia Automator, che meriterebbe anch'egli migliore fortuna.
Forse si potevano tralasciare alcune cose che l'utente professionista sa fin troppo bene: il Dock, o l'esplorazione dell'interfaccia grafica, e lavorare su aspetti meno noti. Capaci di dimostrare (anche se ormai crediamo non ce ne sia più bisogno), la potenza e flessibilità di Mac OS X. Ma gli Autori statunitensi hanno deciso questo genere di approccio, e noi non possiamo far altro che segnalarlo.

Considerazioni finali

Le immagini (che non sono a colori), a volte sono poco leggibili a causa delle loro dimensioni ridotte, soprattutto se devono illustrare particolari di piccole dimensioni. Ma è un compromesso necessario per evitare di produrre una guida ancora più corposa.

Per il testo è stato usato un font piccolo, ma la lettura è sempre chiara e scorrevole anche se (come il sottoscritto), si è miopi.
Un rammarico? Essendo dedicato ad un pubblico un po' particolare (i professionisti), probabilmente si potevano tralasciare certe parti, in particolare quelle che descrivono il funzionamento di base di Mac OS X. Se si è utenti Mac di un certo spessore non c'è bisogno di sapere come creare o salvare i documenti, per esempio.
Inoltre, vedere scritto "l'Apple"; le ripetizioni (altrimenti altrimenti), e i refusi ("sbarra di stato", "dei porte", oppure "e" invece di "è"), fanno rimpiangere i bei tempi andati. Quando i correttori di bozze (oramai una specie in via di estinzione), setacciavano lo scritto prima di passarlo al processo di stampa. E su una guida di tali dimensioni, stridono davvero un po' troppo.
Per il resto "Mac OS X Leopard Grande Guida per il Professionista" appare un buon testo, completo (come detto persino troppo in certe parti), e perfetto per chi non sa nulla del sistema operativo di Apple, ma lacunoso su aspetti decisivi (Unix, AppleScript). La sua lettura si mantiene scorrevole nonostante la mole e i differenti autori che hanno concorso alla sua stesura. Il prezzo al momento in cui scriviamo è fissato a 39,20 Euro, altrimenti sarebbe di 49,90 Euro; sì, è tanto, ma per oltre 700 pagine ci sembra inevitabile.

Titolo: Mac OS X Leopard Grande Guida per il Professionista
Autore: AA.VV.
Editore: Hoepli
Pagine: 798
Prezzo: 39,20 Euro
ISBN-13: 9788820338886

Data di pubblicazione: 13-11-2008

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300