Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Mac OS X 10.5 Leopard


Mac OS X 10.5 Leopard

Un manuale molto "classico"

Se mettessimo agli estremi gli autori con un approccio "allegro" e "confidenziale" e uno "distaccato" e "professionale" troveremo senz'altro da una parte Kelby Scott dall'altra Maria Langer (e David Pogue nel mezzo...).
Tanto ironico, scanzionato, quasi "giocherellone" è il tono del primo, tanto preciso, essenziale, serio e concreto è il tono della seconda.
Al dilà dei gusti personali la sostanza non cambia: la massima qualità e competenza a servizio del lettore.
Con una puntualizzazione necessaria: per quanto il volume della Langer appartenga ad una collana "introduttiva" (la "Quick-Start"), in realtà ci troviamo di fronte ad un serissimo manuale che per la vastità degli argomenti trattati puntualmente pur non essendo "professionale" va oltre alla solita introduzione a Mac OS X.
Infatti si è scelto di dare a tutti gli aspetti d'uso comune del sistema operativo lo stesso spazio: specie chi non ha mai usato Mac (o meglio chi non ha mai usato un computer) troverà che nulla è dato per scontato.

Un manuale è un manuale!

In 700 pagine non trovano spazio le applicazioni della suite iLife o le istruzioni a terminale, ma non troviamo nemmeno aneddoti sulla storia dei mac, facezie su buffe funzioni nascoste o curiosità sui gusti musicali dell'autrice.
Ogni argomento è trattato con dovizia di particolari quasi pedante, con istruzioni passo-passo: nessun passaggio tortuoso né perdite di tempo, ma testi semplici e chiari che vanno al punto.
Persino le scorciatoie di scrivania sono indicate visivamente con la riproduzione grafica dei pulsanti da premere (è possibile che questa convenzione sia così poco diffusa nell'epoca della digitalizzazione del processo tipografico?) e questo facilita non poco la lettura.
Grazie all'indice ordinato e alla pratica idea di rendere leggibili "di costa" i titoli dei paragrafi è possibile trovare velocemente quello che si cerca e, a fronte di un dubbio, trovare subito la procedura esatta per ottenere un risultato.

Una formula ben sperimentata

Il risultato è una formula che riconferma a ogni uscita di una nuova versione maggiore del sistema operativo di Apple la sua bontà: dopo Jaguar, Panther e Tiger ecco quindi l'attenzione sulle novità di Leopard.
Ampio spazio allora alle oltre 300 novità, tra cui gli Stack per una scrivania sempre in ordine; Cover Flow e Visualizzazione rapida, per visualizzare i documenti e i loro contenuti; Spaces, per organizzare applicazioni e finestre in spazi di lavoro separati; Time Machine, un sistema trasparente di backup che opera come una macchina del tempo, permettendo di ritrovare documenti persi o cancellati per errore.
E, naturalmente, Boot Camp che permette di installare e usare Windows XP o Vista su un Mac Intel.
Con l'approccio visivo che ci si aspetta da un libro del genere e con oltre 2.000 immagini (purtroppo in bianco e nero e a volte troppo piccole) questo libro generoso mette in condizione chiunque di mettersi subito al lavoro, a condizione di avere pazienza...

Per veri principianti (all'antica)...

Infatti il punto "debole" di questo manuale, come si sarà capito, è proprio una delle sue caratteristiche peculiari: la precisione e la "pedanteria" con cui vengono date le istruzioni.
Righe e righe di procedure ripetute dall'inizio alla fine possono essere utilissime per i principianti totali, sembra di leggere i manuali d'informatica di quando il mouse era uno sconosciuto ed era necessario dilungarsi sui movimenti precisi per ottenere il "trascinamento" o il "doppio click" (tra parentesi: si introduce anche il click sul pulsante destro, che sul mouse di serie "fisicamente" non c'è, senza prevedere che di base tale opzione sul mac è pure disabilitata!).
Neanche le vecchie istruzioni visive a corredo dei primi Mac spiegavano così dettagliatamente che spostando il mouse il cursore si sposta sullo schermo allo stesso modo...
Forse oggi la maggior parte degli utenti da tutto ciò per scontato e quindi troverebbe tanta pignoleria noiosa e inutile: le edizioni recenti di simili manuali hanno stralciato tali istruzioni.

...ma con tanto rispetto del lettore.

Ma bisogna ben ammettere che ancora oggi in tanti oggi si avvicinano all'informatica per la prima volta.
Maria Langer, che ha scritto più di 60 manuali di informatica e centinaia di articoli per riviste e siti web, usa Macintosh dal 1989 ed è quindi al corrente di tutto ciò.
Va quindi accolta con favore la scelta rigorosa (e coraggiosa) di mantenere un approccio tanto puramente didascalico: gli utenti più inesperti e precisi troveranno questo libro ideale.

In conclusione

Un volume ottimo da mettere nelle mani di un insegnante o di un autoditatta assoluto, adatto a giovani e a (molto) meno giovani, per guidare i più insicuri alla padronanza completa dell'interfaccia del Mac, da consigliare con prudenza a chi sia abituato ad una lettura veloce o abbia già una certa esperienza nell'uso di un computer in generale o di Mac OS X in particolare.

Titolo Mac OS X 10.5 Leopard
Collana Quick Start
Autore Maria Langer
Editore Tecniche Nuove Edizioni
Pagine 696
Prezzo 44,90 Euro
ISBN 978-88-481-2108-8


Data di pubblicazione: 13-11-2008
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. Semplitech srl - P.IVA 02472850300