Percorso: ilMac.net > Recensioni > Hardware > HP 7762


HP 7762

Per stampare foto in casa a getto d'inchiostro

La mia prima stampante a colori su Mac è stata una HP DeskWriter C, durata ben 8 anni e ceduta ancora funzionante allo zio di un amico, credo sia tutt'oggi in attività. Poi sono passato ad una Epson C80, buttata dopo soli due anni di attività per l'irreparabile otturazione delle testine, una buona stampante ma durata troppo poco per i miei gusti.
Al che mi sono trovato a dover scegliere un'altra stampante, in tempi brevi per motivi di lavoro, dopo una rapida navigata sulla rete, un paio di richieste ad amici e conoscenti, ho scelto una Hewlett-Packard Photosmart 7762 che sono qui a descrivervi.
Si tratta di una stampante a getto d'inchiostro in esacromia fotografica USB, con una risoluzione di stampa di 4800x1200 dpi su carta fotografica, e 1200x1200 dpi in bianco e nero. Le sue dimensioni sono lunghezza 452 mm, altezza 176 mm e profondità 374 mm.

Il contenuto della scatola

  • La stampante
  • L'alimentatore
  • La cartuccia per la tricromia e quella fotografica
  • Due CD uno per PC e uno per Mac
  • Una busta per proteggere la carta fotografica di prova fornita a corredo
  • Un poster illustrativo di installazione
  • Il manuale d'istruzioni in più lingue italiano compreso

Secondo me sbagliano a non inserire nella confezione la cartuccia del nero, perché, come è successo a me, uno rischia di arrivare a casa e vedersi costretto a riuscire per acquistare la cartuccia del nero. Mentre si trova ad avere tra le mani la cartuccia fotografica per stampare in esacromia, cosa di cui si può fare benissimo a meno all'inizio, ma che per le foto mi sentirei di consigliare a chiunque.
Senza contare che nella scatola non è incluso il cavo USB A-B di connessione, cosa che non capita solo con le HP ma anche con molte altre marche di stampanti, il motivo mi è ignoto, forse si divertono a far arrabbiare i clienti e a farli ri-uscire di casa per acquistare un cavo USB da pochi euro, senza il quale la stampante non è in grado di funzionare.. beh, non proprio dato che questa stampante può funzionare anche senza un computer, con il lettore incorporato di tutti i tipi di card per macchine fotografiche digitali e l'LCD presente sulla stampante stessa che permettono di vedere e stampare direttamente le foto, però un cavo USB nella confezione non ci starebbe male.

L'installazione

Installer per MacOS X presente su uno dei due CD ha funzionato egregiamente con la 10.3.3, installando la versione 2.3.5 del software per le stampanti HP.
Il driver installato dava molti problemi di stabilità, tanto che diversi applicativi si sono chiusi nel tentativo di lanciare delle stampe, da iPhoto ad Anteprima. E quando si riusciva a mettere in coda una stampa la stampa non partiva mai interrompendo senza alcuna giustificazione la coda di stampa.
Pedissequamente avevo addirittura fatto cercare al software di installer se in rete ci fosse una versione più aggiornata dello stesso al momento dell'installazione dei driver della stampante, risultato: nessun aggiornamento disponibile.
Mi sono visto costretto ad una ricerca manuale di driver più aggiornati e ad un download di ben 87 MB della versione 2.3.7 da sito della HP, con la quale ho risolto tutti i miei problemi e finalmente sono riuscito a stampare, ma la cosa non mi ha fatto piacere dato il tempo perso a capire quale fosse il problema.

Le cartucce

Positivo il fatto di aver la possibilità di usare la stampante sia come in quadricromia che in esacromia. In quanto si possono montare due cartucce contemporaneamente, i tre colori di base (sono sempre caricati) mentre si alternano, nel secondo alloggiamento la cartuccia del nero, quella degli altri tre colori (per l'esacromia) o quella dei grigi, da sostituire ovviamente a mano in base alle esigenze.
Le cartucce sono abbastanza capienti 17 ml le due a colori e quella dei grigi, mentre quella del nero è davvero capiente ben 19 ml. Non molto positivo il fatto che le cartucce dei colori non siano separate, nel senso che CMY sono un'unica cartuccia, per cui se finisce un colore si butta tutto, idem per l'altra cartuccia colore e quella dei grigi.
La sostituzione delle cartucce non è molto agevole ma, a differenza delle Epson, la procedura è molto più rapida e non si spreca inchiostro ad ogni sostituzione con inutili pulizie, se a questo ci aggiungiamo il fatto che le testine fanno parte della cartuccia, capirete bene che la qualità di stampa è di molto superiore alle Epson, dato che cartuccia nuova significa testina nuova, un po' come cambiare stampante ad ogni cambio cartucce.

Qualità di stampa e carta

La qualità di stampa e la fedeltà di riproduzione dei colori da monitor a cartaceo è sorprendente, neppure paragonabile con una stampante in quadricromia, neanche io ci credevo finché non l'ho visto con i miei occhi. Sforna delle foto identiche a quelle stampate da centri stampa e fotografi (su carta fotografica ovviamente). Anche con la resa di foto a bassa qualità se la cava molto bene.
Ho stampato a vivo (senza inutili bordi bianchi) sia in formato A4 che in formato 10x15cm (la classica foto) sia su carta normale (80g/m2) che su carta fotografica (240,255 e 280 g/m2), e su entrambe i tipi di supporto ho ottenuto buoni risultati. Su carta comune il foglio non era zuppo di inchiostro, e su carta fotografica neppure appena finita di stampare la foto sbavava toccandola con le dita.
I due vassoi per l'alimentazione dei fogli sono molto comodi, in quanto in uno risiedono sempre gli A4 e nel secondo i 10x15 cm, così che uno può decidere sul momento su che formato di carta stampare, senza dover star sempre a sostituire i fogli, ma semplicemente spingendo una comoda leva si cambia il vassoio di alimentazione.
Vi è la possibilità di collegare un accessorio per la stampa fronte e retro automatica dei fogli, ma lo si può fare anche inserendo due volte gli stessi fogli con una gestione software dell'operazione.
I disegni esplicativi presenti nei cassetti di caricamento della carta non sono molto intuitivi, tanto che alla mia prima stampa su carta fotografica ho stampato sul lato sbagliato del foglio, quello non lucido, col risultato di dover buttare il foglio (la parte lucida del foglio va inserita verso il basso :-) ).

Accessori e comandi

Molto comodi i pulsanti presenti sulla parte alta della stampante, che non solo permettono di utilizzare la HP 7762 a Mac spento, ma in caso di errori di invio di stampe permettono di fermare la stampa appena inviata evitando costosi sprechi di inchiostri e fogli.
Il lettore di card per fotocamere digitali funziona molto bene, all'inserimento della card nell'apposito alloggiamento questa viene subito riconosciuta dalla stampante, che ne visualizza il contenuto fotografico, sul display LCD incorporato alla stampante, permettendo anche uno zoom delle foto sul LCD stesso, e la possibilità di mandarle in stampa. Ma non finisce qui, in quanto appena inserita una card nell'apposito slot questa viene subito montata anche sulla scrivania del Mac che la vede come un volume removibile (previo l'installazione dell'apposito software fornito).
L'accensione della stampante è abbastanza rapida dopo molte ore dallo spegnimento, mentre è quasi istantanea se è stata spenta da poco tempo. In caso di sollevamento del coperchio, per curiosare sull'andamento della stampa in corso, la stampante si ferma quasi istantaneamente, per ragioni di sicurezza ritengo, ma appena riabbassato il coperchio la stampa riprende da dove si era interrotta altrettanto subitaneamente senza per questo intaccare il risultato finale della stampa stessa.
I connettori sul retro della stampante non sono solidissimi, per cui se i cavi sono soggetti a movimenti c'è il rischio che si scolleghino dalla stampante.

In conclusione

Credo però che la Hewlett Packard dovrebbe curare di più i dettagli per l'utente e preoccuparsi di fare arrivare nei negozi delle stampanti realmente plug&play e non delle stampanti plug-download & play. Non solo, ma prestare una maggior attenzione alla documentazione elettronica fornita a corredo potrebbe anche essere un buon suggerimento, dato che aprendo la sezione italiana della stessa ci si presenta la documentazione in spagnolo, ed essendo il cartaceo scarsino la documentazione elettronica rimane l'unica risorsa da consultare per l'utente.
Per cui darei un 9 all'hardware ed un 4 al software (prima del download).

Le immagini

con un click puoi ingrandire le immagini

Ritorna all'inizio


Scheda del prodotto
Descrizione
Produttore Hewlett-Packard
Categoria Stampante a getto d'inchiostro
Versione n.d.
Lingua n.d.
Distributore n.d.
Prezzo 160 euro

n.d.=non disponibile

Requisiti hardware
Minimi Consigliati
Sistema operativo MacOS 9 o MacOS X n.d.
Processore n.d. n.d.
RAM n.d. n.d.
Spazio su Disco n.d. n.d.
Altro Una porta USB libera n.d.
n.d.=non disponibile

Ritorna all'inizio

Giudizio finale

Velocità 10/10
Semplicità d'uso 9/10
Interfaccia 9/10
Stabilità 9/10
Voto 90/100
I pregi:
Ottima qualità di stampa. Stampa senza bordi sia in formato 10x15 che A4. Doppio vano carta. Lettore di card ed LCD incorporato.

I difetti:
Driver di stampa a corredo non funzionanti. Scarsa documentazione d'uso. Qualche problema sull'accensione.

Ritorna all'inizio




Data di pubblicazione: 08-05-2004
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.