Percorso: ilMac.net > Recensioni > Programmi > Future Basic


Future Basic

Anche per la programmazione avanzata

Scheda del prodotto
  • Requisiti hardware
  • Le immagini
  • Giudizio finale

    Grazie alla Pix & Mix, ho avuto modo di provare la Release 1 di FutureBasic 3 e devo dire che l'unico modo che ho trovato per recensirlo in modo completo è un confornto con un rivale REALbasic.
    Per quelli di voi che non dovessero saperlo FutureBasic è un ambiente di sviluppo, che permette di creare applicativi per il vostro Mac in linguaggio BASIC.

    La versione da me provata è quella inglese, perchè al momento in cui sto scrivendo non è ancora pronta la versione localizzata in italiano, ma per coloro che fossero interessati posso dirvi che questo programma uscirà in versione inglese, francese, italiana e tedesca. Insomma sarà un prodotto molto europeo quando le localizzazioni saranno concluse. Ovviamente non verrà tradotto solamente l'applicativo ma anche la documentazione allegata necessaria per l'apprendimento del linguaggio di programmazione.

    Questo più che un singolo programma è un'intera suite di programmi che vi permetterano di sviluppare applicativi in BASIC. Infatti, a differenza di REALbasic, c'è un applicativo addetto alla stesura del codice vero e proprio ed un'altro applicativo per la creazione visuale degli elementi grafici, cioè a differenza di REALbasic ci troviamo di fronte a due applicativi di base più alcuni programmi complementari tra i quali anche il famoso MacsBug.

    Ogni programma è corredato da una completa ed esplicativa documentazione necessaria per l'utilizzo della suite di programmazione, ma a differenza del rivale, FutureBasic presenta solo una documentazione di tipo elettronico, non è possibile ricevere la documentazione cartacea neanche a pagamento, e questo è un lieve difetto rimediabile con la stampa a proprio carico dei manuali :-), anche se credo che pochi stamperanno e leggeranno più di 1200 pagine di manualistica.

    Ma veniamo ora al cuore del programma e al suo linguaggio, rispetto a REALbasic FutureBasic possiede un linguaggio di programmazione sicuramente molto più completo che permette un controllo totale della macchina, infatti si possono gestire porte seriali, SCSI, le toolbox del MacOS e quant'altro interfacciandosi quasi a basso livello con il Mac, infatti questo linguaggio è composto da librerie, prototipi, funzioni, in pratica si avvicina molto al linguaggio C se vogliamo, nonostante si molto più semplice rispetto a quest'ultimo. E alcune sue parti sono molto simili a quelle del CodeWarrior. Di certo posso dire che se da un lato è un linguaggio più completo è altresì più difficile da apprendere, la curva di apprendimento rispetto a REALbasic è sicuramente più ripida anche perchè è meno intuitivo come linguaggio.

    Il fatto che sia una suite di programmi può essere visto sia come un pro che come un contro, nel senso che da un lato avendo due programmi divisi, uno per l'interfaccia grafica e l'altro per il codice, non si rischia di confondere ed ingarbugliare le due cose, mentre dall'altro può anche risultare più scomodo non avere interfaccia e codice legati a doppio filo come in REALbasic.

    I programmi generati da FutureBasic, in alcuni casi, sono più efficienti e meno avidi di risorse rispetto a quelli creati in REALbasic, entrabe possono compilare programmi sia per PowerPC sia per 68k, ma REALbasic in più è in grado di compilare anche applicativi per computer Wintel, anche se con alcune limitazioni. Questo perchè essendo FutureBasic in grado di interfacciarsi in modo molto profondo con il MacOS impedisce un semplice portabilità dei programmi scritti per la nostra piattaforma verso quella Wintel. Mentre invece REALbasic essendo nato dall'idea di un porting di VisualBasic verso la piattaforma Mac è più facilitato nella compilazione di codice Wintel, ma con alcune attenzioni.

    Per concludere posso sicuramente consigliare FutureBasic ad una persona che già abbia un minimo di conoscienze in programmazione e voglia poter sfuttare al massimo le potenzialità del suo Mac senza per forza dover imparare il C o il C++, mentre invece sconsiglio questo programma ad un neofita della programmazione, perchè a causa della difficoltaà di apprendimento del linguaggio potrebbe avere non poche delusioni.

    Alcune immagini

    Il codice (11 Kb) L'interfaccia grafica (11 Kb)
    Le preferenze (7 Kb) Il progetto (7 Kb)

    Ritorna all'inizio


    Scheda del prodotto

    Descrizione Voto
    Produttore STAZ Software
    Categoria Sviluppo software
    Versione 3.1.4
    Lingua Italiano, Inglese, Francese, Tedesco
    Distributore Pix & Mix
    Prezzo 169 euro 8/10

    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Requisiti hardware

    Minimi Consigliati Voto
    Sistema operativo n.d. n.d. */10
    Processore 68k n.d. 10/10
    RAM 3 Mb n.d. 10/10
    Velocità CD-ROM n.d. n.d. */10
    Spazio su Disco 45 Mb n.d. 8/10
    Video n.d. n.d.

    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Giudizio finale

    Velocità 10/10
    Semplicità d'uso 7/10
    Interfaccia 8/10
    Stabilità 10/10
    Voto 88/100

    Ritorna all'inizio




    Data di pubblicazione: 25-10-1999
  • L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.