Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Il libro della fotografia digitale


Il libro della fotografia digitale

il primo volume: per cominciare

Spesso chi si avvicina ai libri per il mondo della fotografia digitale è vittima del fenomeno increscioso della clonazione dei testi.

Mi riferisco alle decine di libri tutti simili caratterizzati tutti dallo stesso schema, tutti uguali, che cercano di "agganciare" il lettore usando e abusando delle stesse parole "chiave", anche a costo di tradire la vera nautra del testo.

Ancora sulla fotografia "digitale"?

In particolare i manuali di fotografia ultimamente abusano dell’immancabile “digitale” da qualche parte del titolo, come se la fotografia digitale fosse una bestia tanto speciale da dover essere considerata come una “altra” fotografia rispetto alla pellicola.
L'immancabile schema è:
- come funziona la macchina digitale.
- cos’è un sensore
- gli iso
- i modelli di fotocamera digitale
- qualche trucchetto per usare la macchina digitale
- ritoccare le foto sbagliate.
Alla fine in questi manuali si parla di tecnologia delle fotocamere e del fotoritocco, non di fotografia!

Troppi libri troppo generalisti

Ciò può essere frustrante per l’utente che ha già cercato su internet tutte le informazioni di base per scegliere la sua macchina perfetta (oppure ha letto direttamente gli ottimi articoli che ilMac.net ha pubblicato per aiutarvi nella scelta) o per colui che, avendo capito come funziona la sua macchina fotografica, vorrebbe solo imparare a fotografare.

E poi, eventualmente, usare Photoshop per correggere alcune foto sbagliate (e non per correggerle tutte in base a cose che si sono lette in giro del tipo “con la fotografia digitale qualsiasi errore si corregge con il computer”).

Servirebbe quindi un buon libro imparare a fotografare, senza troppi tecnicismi ma senza fingere che la fotografia digitale non abbia a che fare con lunghezze focali, diaframmi e tempi di posa, ed eventualmente un buon libro per “succhiare” da Photoshop quello di cui il fotografo digitale non professionista ha bisogno: soluzioni a problemi senza troppa teoria!

Scott Kelby: una garanzia!

La risposta a queste tutte queste domande sono nei libri di Scott Kelby, pubblicita famosissimo, super specialista di Photoshop e mac-lover: il nostro autore preferito di cui abbiamo avuto il piacere di recensire diverse pubblicazioni.
Come ormai avrete intuito questo autore ha qualcosa di particolare: è competente, è divertente, è pragmatico.
Tutti i suoi libri alternano momenti introduttivi estremamente simpatici che invogliano alla lettura ad approfondimenti tecnici straordinari, basati sulla volontà di risolvere problemi.

Da dove cominciare?

Cominciamo dall'inizio!
Prima si fa una buona fotografia, poi, eventualmente, la ritocchiamo con Photoshop (magari con l'aiuto della sterminata produzione in tal senso dell'"Amico Scott", che vedremo recensita prossimamente.

Per fare la suddetta "buona fotografia" il volume che consigliamo è quello uscito da qualche ormai mese per i tipi della Pearson Education Italia, si intitola (poco originalmente) “Il libro della fotografia digitale”, è tascabile (200 pagine) ma non una edizione economica (25 Euro).
Diciamo subito che sono soldi ben spesi: Kelby nell’introduzione ci spiega che leggerlo sarà un pò come andare a spasso con un amico fotografo e avere risposte dirette a domande dirette.
In effetti i capitoli riguardano direttamente i temi tecnici della fotografia (nitidezza, stampa, attrezzatura) sia i temi “creativi” (come fotografare persone , paesaggi, fiori, sport, viaggi).
Tecnica, trucchi e segreti, spiegati in maniera chiara e con una quantità di dettagli incredibile: potrete settare i paramenti della vostra macchina digitale (iso, diaframma, tempo, bilanciamento del bianco) come suggerito nei vari casi e verificare immediatamente l’efficacia delle istruzioni.
C’è persino un capitolo dedicato ai matrimoni (straordinariamente interessante specialmente per chi non ha alcuna intenzione di fotografarne: aiuta a capire la differenza pratica tra fotografare per hobby e per lavoro).

Come altri libri di Scott Kelby a ogni pagina corrisponde una spiegazione completa: è incredibile la capacità di sintesi e la chiarezza dell’autore.
Il volume è ben rilegato (le pagine non sono solo”incollate” come nell’editoria economica ma è rilegato all’antica, con quinterni e filo di cotone: robustissimo), stampato a colori, ben impostato graficamente e con immagini di grande qualità.

La struttura del libro

Il testo è strutturato in due parti: la prima fornisce gli strumenti per utilizzare al meglio la fotocamera e i vari dispositivi (batterie, memory card, lenti, obbiettivi etc), le tecniche fotografiche essenziali (tempi di esposizione, velocità di otturazione, profondità di campo), le tecniche di acquisizione e di stampa (organizzazione degli archivi digitali, fotritocco, scelta della qualità della carta etc, ).
La seconda parte prende in esame, di volta in volta e capitolo per capitolo, i soggetti che vengono più spesso fotografati (matrimoni, bambini, visi e persone, scorci di città, fiori, paesaggi etc.).

In conclusione

In conclusione un ottimo, da non farsi sfuggire: tutto quello che serve per poter iniziare a fotografare seriamente senza rileggere mille volte come funziona un sensore CCD, con persino un breve accenno alle tecniche basilari per ritoccare una foto senza conoscere tutte le complicatissime funzioni di Photoshop.

Un difetto?

Una volta letto il primo voume difficimente potrete fare a meno di acquistare il secondo!


Titolo Il libro della fotografia digitale
Autore Scott Kelby
Editore Pearson Education
Pagine 232
Prezzo 25,00 Euro
ISBN 9788871923598


Data di pubblicazione: 18-06-2008
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori. - Pantarei srl - P.IVA 02162920645