Percorso: ilMac.net > Recensioni > Programmi > FileMaker Pro 8.5 Advanced


FileMaker Pro 8.5 Advanced

Un'evoluzione costante, senza sorprese


Si dice che FileMaker sia sul mercato la soluzione più semplice e potente per chi ha necessità di gestire quantità di dati di tutto rispetto.
Parliamo di un software in grado di creare database semplici o complessi, partendo o da modelli già preconfezionati, oppure progettando e realizzando ex novo quello di cui si necessita.
A questo occorre aggiungere un altro aspetto fondamentale per questo tipo di programmi: la condivisione in rete dei database prodotti; e lo scambio di dati, vale a dire l'importazione, l'esportazione ma anche la conversione degli stessi.

Anche all'utente profano apparirà chiaro che per fare (bene) quello che si è appena accennato, occorre avere un prodotto solido, affidabile e flessibile. Ma tutto questo è possibile ottenerlo offrendo comunque un approccio intuitivo e semplice?
Seguiteci e ne saprete di più.

Anticipiamo solo questo. La versione 8.5 di FileMaker Pro Advanced migliora certi aspetti e introduce alcune funzioni di pregio. Ma attenzione: può darsi che alcune di esse non facciano sobbalzare sulla sedia chi legge.

Primo impatto con FileMaker Pro

La versione di FileMaker da noi testata è appunto la Pro 8.5 Advanced. La confezione oltre al software, contiene una Guida all'installazione, una Guida per l'utente e una allo sviluppo. Tutto questo materiale è in italiano.
L'installazione del software (in universal binary: gira su processori Intel e PowerPC, oltre che su Windows), è veloce e non riveste alcuna difficoltà. Alla fine si avrà una cartella di oltre 420 MB, e l'icona di FileMaker che risiederà nel Dock di Mac OS X.

installafilemaker


filemakerinstallato.png


Visualizzatore Web

Iniziamo questa carrellata di novità affrontando forse la più interessante tra di esse.
Parliamo del visualizzatore Web. Di cosa si tratta?

Immaginiamo che all'interno dei record del proprio database sia possibile inserire come oggetti quello che il proprio navigatore Web propone: filmati Flash o QuickTime, link, moduli, PDF, e così via. Non solo: anche mappe (con Google Maps) o pagine Web di Wikipedia.
I contenuti così inseriti in FileMaker Pro continueranno ad apparire e a funzionare esattamente come se fossero all'interno del browser.
In pratica, è come se il proprio database fosse una finestra aperta sul Web. Se i dati del proprio database hanno necessità di essere aggiornati di frequente, non è più necessario modificarli a mano. La modalità Visualizzatore Web permette di aggiornarli in automatico. Vero è che non sono presenti né la barra degli indirizzi, né i pulsanti “Avanti” e “Indietro. Ma la soluzione esiste: tramite gli script si possono inserire con facilità i pulsanti di cui si ha bisogno.

visualizzatoreweb


Cosa c'è di avanzato

La versione da noi testata è definita dal produttore "Pro Advanced"; è quindi indicata soprattutto per gli sviluppatori, per tutti coloro che desiderano (e soprattutto sanno), spingere la personalizzazione di FileMaker un poco più in là del solito.
la versione Pro Advanced offre infatti una serie di strumenti per creare ad esempio, soluzioni runtime stand-alone in grado di funzionare anche se non si possiede affatto FileMaker. Inoltre, le preferenze usate in una soluzione runtime stand-alone ora possono essere salvate, per poi essere riutilizzate in altre soluzioni analoghe
. Il livello di personalizzazione è maggiore di quello presente nella versione "Pro". Possono essere personalizzati menu, menu contestuali, e tooltips (i suggerimenti che compaiono su un oggetto quando vi si passa sopra il mouse).
Una menzione crediamo lo meriti lo Script Debugger: consente di controllare l'esecuzione di script passo dopo passo, per verificare eventuali conflitti. Inoltre, si possono provare parti di script, disattivando quindi alcune istruzioni di script. Infine, grazie agli strumenti "Manutenzione File" è possibile compattare e recuperare lo spazio non utilizzato nei dati.

Centro informazioni

FileMaker non lascia da soli i propri utenti. Siano essi novizi del software, o conoscenti di lunga data, ora nell'applicativo è integrato (oltre al solito menu "Guida") il Centro Apprendimento. Si tratta di una serie di risorse (in italiano), che attraverso video in QuickTime, permettono di conoscere meglio sia le novità, che alcune funzioni avanzate del programma.
Suddiviso in quattro sezioni ("Per Iniziare", "Oltre le basi", "Risorse Comuni" e "Supporto"), fornisce una documentazione sufficientemente ampia su questo programma, anche con link a risorse in lingua inglese (podcast, o siti). Ad esso si accede tramite il Web, e utilizzando il browser Safari.

centroinformativo


In conclusione

La domanda che frulla nella testa di chi legge sarà: conviene passare a questa versione?
La funzione Visualizzatore Web (che a quanto ci risulta, non ha eguali al momento su Microsoft Access 2007), appare uno dei punti di forza di questo applicativo. Ma per sfruttarla appieno è indispensabile fare ricorso a un po' di programmazione. E questo potrebbe non interessare alcuni.
Se chi legge desidera invece uno strumento flessibile, che fa della personalizzazione il suo punto di forza (e inoltre, prevede nel prossimo futuro l'acquisto di un MacIntel), ebbene: costui farebbe bene a prendere in seria considerazione il passaggio a questa versione.
Se viceversa non prevedete di passare (ancora), ad un Mac con processore Intel, probabilmente le nuove funzioni non sono tali da giustificarne l'acquisto.
Da sottolineare comunque un aspetto molto positivo. Nonostante le novità (e gli anni che passano), FileMaker Pro in questa sua nuova versione 8.5 Advanced mantiene la promessa che da sempre lo differenzia dagli avversari. Resta cioé semplice da usare, pur essendo uno strumento potente.
Superfluo ricordare che FileMaker Pro 8.5 Advanced gira anche sui MacIntel.

Tipologia del software Commerciale/Database.
Versione testata: 8.5v1
Requisiti di sistema: Mac OS X con processore G3/G4/G5 o processore Intel; 256 MB di ram; Mac OS X 10.3.9 per macchine PowerPC, Mac OS X 10.4.5 per macchine Intel.
Windows: Pentium III 500 MHz o superiore; 256 MB di ram; Windows 2000 (Service Pack 4), Windows XP Professional Edition (Service Pack 2).
Sito produttore: FileMaker.it
Prezzo: 499,00 Euro + IVA (598,80 Euro)

Pregi In italiano e multipiattaforma. Possibilità di personalizzazione molto spinte. Funzione "Visualizzatore Web" utile e trasparente. Conserva una buona facilità d'uso.

Difetti Le novità presentate (seppur interessanti), potrebbero non giustificare il passaggio alla versione 8.5 da parte degli utenti di macchine PowerPC.



Data di pubblicazione: 25-07-2007

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.