Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Guida al cross-media publishing


Guida al cross-media publishing

Carta e Web per una comunicazione efficace

Quando qualche anno fa Internet, da argomento per pochi iniziati gettò le basi per diventare il fenomeno di massa da tutti conosciuto, furono in molti a fregarsi le mani, e a gettarsi a pesce su quello che ritenevano una miniera d'oro. In fondo, cos'era il Web se non una colossale rete di piccole televisioni chiamate computer, su cui rovesciare ogni genere di contenuto? Bastava (si diceva allora), mettere online qualunque cosa, e poi attendere fiduciosi l'arrivo dei proventi: di certo colossali.

L'errore di allora (costato lo sperpero di gigantesche risorse), fu di credere che quel nuovo media appena nato, fosse identico al giornale, o alla televisione. Pochi (ma ben più numerosi di quanto si creda), avvisarono che ci si trovava a che fare con qualcosa di completamente inedito, che imponeva lo studio (sì, lo studio), di nuove metodologie di comunicazione, che puntassero l'attenzione sia sui contenuti, che sull'utente, non più passivo spettatore, ma attore attivo, che con un semplice click poteva decretare la sconfitta di intere legioni di designer e web-master. E, sempre quei pochi inascoltati, predissero che il Web non avrebbe cancellato dalla faccia della terra gli altri mezzi di comunicazione di massa.

Il libro

Mondadori Informatica ha pubblicato questo interessante libro di Marco Galiazzo dal titolo Guida al cross-media publishing. Innanzitutto, che cos'è il "cross-media publishing"? Con questo termine si intende la possibilità di pubblicare informazioni non solo su uno, bensì su diversi media, in modo però da enfatizzare e sfruttare in modo adeguato le peculiarità (o meglio le qualità), di ciascuno. Quindi, nessuna contrapposizione sterile tra Web e carta stampata. Ma una integrazione armonica tra i diversi mezzi di comunicazione, per raggiungere nel modo più efficace possibile l'utente finale, e trasmettergli l'informazione adeguata ai suoi bisogni.

Già: perché la protagonista del libro è l'informazione, e i modi migliori per comunicare. Ad oggi infatti, un'azienda che desidera trasmettere informazioni sui propri prodotti si limita a usare il Web alla carlona, vale a dire in maniera approssimativa e grezza. Il libro di Marco Galiazzo si propone di rendere 'amici' questi due mondi che paiono distanti e quasi in conflitto: Web e stampa appunto. E per far ciò inizia, dopo una breve introduzione, ad analizzare le caratteristiche di quei software proprietari che permettono, se adeguatamente impiegati, di ottenere positivi risultati nel campo della comunicazione.

Forma e contenuto

Il primo passo da compiere è la separazione della forma dal contenuto; dove per contenuto si intende ciò che deve essere comunicato, svincolato però dal mezzo che si vuole usare per raggiungere lo scopo. Una volta portato a galla l'essenza di quanto si vuole comunicare, sarà più facile adattarlo ai diversi media e alle loro specificità. Il secondo passo prevede la strutturazione del contenuto secondo vari modi e/o approcci. Questi processi sono meno scontati e semplici di quanto possa apparire a prima vista. L'uovo di Colombo (se lo vogliamo definire così), è l'XML la cui flessibilità permette di gestire grosse quantità di informazioni. E già qui possiamo 'toccare con mano' quanti siti Web siano ben lontani dal riuscire nella missione che viene affidata loro: cioé, quella di comunicare.

La struttura del libro

L'autore (chi acquista la rivista per Mac "Applicando" ne ricorderà diversi articoli), non si limita ad illustrare come fare; sarebbe una lettura arida e poco interessante. Ma pesca dalla sua esperienza tutta una serie di esempi e 'casi pratici' che aiutano a comprendere il modo migliore di agire.
Il libro è diviso in 4 parti. I capitoli proposti 'prendono per mano' il lettore, conducendolo attraverso tutte le varie fasi: la creazione del contenuto e l'uso dei formati (tra cui appunto l'XML). Gli strumenti per creare contenuti riutilizzabili più volte (Word, Excel, ma anche Photoshop, InDesign e altri ancora). L'analisi dei media e delle caratteristiche particolari di ciascuno.
Un lungo capitolo viene dedicato al designer: è lui che ha il compito di creare la forma più adatta perché il contenuto delle informazioni sin qui elaborate, vengano positivamente fruite dall'utente finale. E' a lui che spetta la scelta degli strumenti ad hoc. L'autore perciò passa in rassegna vari software proprietari (Golive, Dreamweaver, FrontPage e molti altri), indicandone con tanto di schermate, i vari approcci possibili. Infine abbiamo la fusione e l'archiviazione.
Con il primo termine ci si riferisce all'azione degli amministratori, che devono gestire la fase finale dell'intero processo (non per questo meno importante): fondere appunto forma e contenuti in modo tale che la comunicazione possa essere completa e davvero fruibile dal/dagli utente/i. L'archiviazione (compito anche questo di un amministratore), permette il riutilizzo delle informazioni in un prossimo futuro, quando può essere buona cosa riprendere alcune 'parti' di un contenuto.

Non per tutti ma quasi

Sarebbe un errore considerare il libro qualcosa per pochi iniziati. Tutti quelli che hanno necessità di comunicare in modo appropriato, e hanno compreso che prima o poi bisogna "fare i conti" col Web, sono i destinatari naturali del libro. Dal manager (che come tale non deve conoscere l'ultimo ritrovato della tecnologia, ma deve, questo sì, saper coglierne la forza innovatrice), al designer, al web-master; e poi i grafici, gli autori, i docenti, gli impaginatori ... Insomma, tutti quelli che gravitano attorno al mondo della comunicazione, e desiderano davvero sfruttare appieno le possibilità del Web, coniugandole con le tecnologie tradizionali, farebbero molto bene ad acquistare questo volume. Che offre un approccio pratico e esaustivo, senza mai essere noioso o pedante. L'autore infatti vive da protagonista e da molti anni il mondo del Web e della prestampa, e la sua conoscenza di entrambi lo ha aiutato a confezionare un prodotto gradevole, pieno di consigli utili e piccoli trucchi davvero interessanti. Inoltre, è attivo un sito Web (raggiungibile da qui ) che tratta di questo argomento non ancora popolare (ahinoi), con annesso un Forum.
Da avere, semplicemente.

Titolo Guida al cross-media publishing
Autore Marco Galiazzo
Editore Mondadori Informatica
Collana Argomenti Generali
Pagine 368
Prezzo 25,00 Euro
ISBN 88-04-53737-X


Data di pubblicazione: 03-03-2005

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.