Percorso: ilMac.net > Recensioni > Giochi > Championship Manager 3


Championship Manager 3

Come creare e gestire una squadra

Pregi & Difetti
  • Alcune immagini
  • Scheda del prodotto
  • Requisiti hardware
  • Giudizio finale

    Prima di parlare di Scudetto, questo è il nome della versione italiana del famosissimo Championship Manager 3, vi devo subito avvisare le richieste hardware di questo titolo sono a dir poco enormi, per cui, se avete una macchina un po' vecchiota e non dotata di molta Ram, credo che il costo complessivo del gioco sarà più alto, sempre che vogliate giocare senza invecchiare sullo schermo.
    Una volta chiarita e superata, se è del caso, la difficoltà iniziale passiamo a vedere, più in dettaglio, il gioco di cui stiamo parlando a cominciare dalla scatola con cui ci è giunto.

    La scatola è di quelle classiche dei videogiochi ed all'interno troviam, oltre al CD del Gioco, anche un manuale cartaceo, solo in Inglese, una documentazione elettronica anche in Italiana che troviamo su un altro CD e la cartolina di registrazione del gioco.
    A questo punto siamo pronti ad incominciare, mettiamo il CD all'interno del lettore e cominciamo a dare un'occhiata alla procedura d'installazione; noto con piacere che sia stata posta molta cura anche in questa fase tanto che si offrono ben 4 opzioni, un'installazione minima da soli 7 Mega che lascia, in pratica, tutti i dati sul CD, un'installazione Standard che, a fronte di un'installazione di circa 160 MB garantisce una maggiore velocità, pur mantenendo molti dati sul CD, vi sono poi altre due opzioni un'installazione Media che trasferisce buona parte arrivando ad occupare circa 460 MB sul vostro HardDisk, infine l'installazione completa che riempie il vostro Disco Rigido di ben 570 MB di dati. La scelta del tipo d'installazione influisce anche sulla resa del gioco, ragion per cui, per migliorare le prestazioni è sempre meglio optare per un'installazione un po' più completa, lasciando l'opzione Minima solo per provare il gioco.

    Ma veniamo al gioco in sé, lanciamo l'applicazione e, dopo la solita presentazione, mi appare una schermata completamente in italiano che mi invita a scegliere una delle opzioni disponibili. Sì può decidere di iniziare una nuova partita, riprendere una partita salvata, cambiare alcune configurazioni del gioco e così via. Proprio le configurazioni rivestono un ruolo molto importante nella velocità del gioco, infatti, più grande è il database ed il numero di partite in memoria, si va dalle 5.000 fino a 20.000 più, a parità di macchina, il gioco girerà lento. Fortunatamente sono state previste delle opzioni come il database minimo che consentono di abbassare le richieste che, tuttavia restano elevate.

    Ma iniziamo una nuova partita; dopo aver scelto la squadra e dopo che il programma avrà creato tutte le tabelle del caso, ci troveremo immersi nel gioco a gestire la nostra squadra e la nostra rosa di giocatori.
    La prima cosa che mi è apparsa evidente, guardando le tantissime opzioni disponibili è la cura nell'offrire una gestione praticamente completa di ogni aspetto della gestione di una squadra oltre ad una miriade di altri dati più o meno utili. In pratica potrete seguire, passo dopo passo, tantissimi campionati europei, oltre a dover organizzare gli allenamenti, gestire lo spogliatoio, la campagna acquisti e vendite, la gestione dello stadio con la possibilità di richiedere alla società l'allargamento dello stesso;
    potrete anche dare multe ai giocatori che si impegnano meno o seguire il giocatore dei vostri sogni affidandolo ad uno scout che vi darà notizia dei suoi progressi e che, eventualmente, vi avvertirà sulla possibilità d'acquisto.
    Molto interessante, sempre a proposito dell'acquisto è la possibilità di ascoltare voci di mercato, possibili interessamenti di squadre ad altri giocatori e quant'altro quotidianamente troviamo nei nostri giornali.

    Il gioco

    Giocare a CM 2000 è molto facile, il vero problema è VINCERE :-)) Infatti sebbene il gioco sia molto semplice ed intuitivo la vera difficolta, nella simulazione come nella vita reale, consiste nel riuscire a raggiungere gli obiettivi. Il gioco si articola di solito in giorni che passano nei quali vi troverete a dover gestire gli allenamenti, a preparare la partita, le tattiche, il mercato, a mantenere alto il morale dei giocatori. Dopo ogni partita vi è la fase di elaborazione dei risultati ed è questa la fase più lenta del gioco, quella in cui, per un tempo variabile da pochi secondi ad oltre un minuto, il vostro computer si fermerà per elaborare tutti i risultati, naturalmente più veloce è il computer e minore è la base dati, meno tempo occorrerà per ritrovarsi di nuovo al lal

    Le note dolenti

    Ma veniamo alle dolenti note, come si usa dire in questi casi ed il difetto più evidente del gioco è questo:
    Championship Manager 2000 è uno stupendo gioco per chi ama le simulazioni manageriali, ma manca di qualsiasi modalità arcade; quando giocherete una partita questa si risolverà, in pratica, in una sequenza di scritte e di suoni che cercherà di darvi un'impressione di stadio. Pensando alla completezza del gioco ed alla cura posta nel realizzare questo gioco ed al fatto che altri prodotti presenti sul mercato offrono questa opportunità, ritengo che il sottovalutare questo aspetto abbia impedito al gioco di divenire il miglior prodotto in assoluto della sua categoria.

    Concludendo

    In conclusione se vi piacerebbe gestire una squadra di calcio e pensate che potreste fare molto meglio del Terim, Zaccheroni, Tardelli o Ancelotti di turno e vi sentite portati per la scoperta di talenti ed alla gestione di una squadra di calcio moderna,in tutti i suoi molteplici aspetti, questo è il gioco che fa per voi. Se invece vi piacerebbe qualcosa di meno complesso e di più veloce e che contempli anche una piccola modalità Arcade, beh, ChampionShip Manager non potrà rispondere alle vostre domande.
    Nella recensione vi ho parlato della versione del gioco 99/00, ma la versione 00/01 non apporta modifiche sostanziali se non l'aggiornamento delle rose dei giocatori, delle nuove regole, l'aggiunta di qualche ulteriore possibilità di raccolta dati un leggero miglioramento della velocità e poco altro. Il giudizio per le due versioni è sostanzialmene identico.
    Il mio consiglio è questo: se amate i giochi manageriali, non vi disturba l'assenza di una modalità arcade ed avete un computer dotato di un bel po' di RAM, allora CM 2000 vi assicurerà moltissime ore di gioco e di divertimento.
    Potete acquistare la versione italiana sull'AppleStore o, se volete risparmiare, potete acquistare la versione Inglese sul sito della Feral, il link lo trovate sotto, vi costerà molto meno.

    Alcune immagini

    Prima (43 Kb) Seconda (76 Kb)
    Terza (80 Kb) Quarta (92 Kb)

    Ritorna all'inizio


    Scheda del prodotto

    Descrizione

    Voto

    Produttore

    Eidos,

    Categoria

    Arcade

    Versione

    1.0.3

    Lingua

    Inglese

    Distributore

    Feral

    Prezzo

    25 $ Championship 99/00 (versione inglese)
    circa £.110.000 in Italia
    40$ Championship 00/01
    (versione inglese)
    Circa £.125.000 (versione italiana di prossima uscita)

    1010


    9/10


    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Requisiti hardware

    Minimi

    Consigliati

    Voto

    Sistema operativo

    7.5 o sup

    7.5 o sup

    10/10

    Processore

    200 MHz o sup

    G3 iMac ecc o G4

    5/10 vecchie macchine

    9/10 nuove macchine

    RAM

    128

    192

    5/10

    Velocità CD-ROM

    2

    12

    8.5/10

    Spazio su Disco

    8 MB

    550 MB

    9/10

    Video

    256 colori 800x600

    Milioni di colori

    10/10


    n.d.=non disponibile

    Ritorna all'inizio

    Giudizio finale

    Velocità

    7/10

    Semplicità d'uso

    9/10

    Interfaccia

    9/10

    Stabilità

    9/10

    Voto per possessori di vecchie macchine

    Voto per possessori di imac, G4 ecc.

    85.5/100

    89.5/100

    Ritorna all'inizio




    Data di pubblicazione: 28-12-1999
  • L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.