Percorso: ilMac.net > Recensioni > Libri > Adobe Acrobat 7.0 Standard e Professional


Adobe Acrobat 7.0 Standard e Professional

Classroom in a book

Apple è stata la casa che ha consentito, grazie alle possibilità grafiche del Mac del 1984 e alla integrazione con le sue stampanti laser del 1985, la nascita del Desktop Publishing o DTP.
Il DTP è stato il concetto chiave, la "killer application" che per anni ha, da solo, giustificato l'acquisto dei (all'epoca) costosissimi computer con la mela.
In precedenza l'idea di uscire da un computer personale con un prodotto grafico "completo" e professionale era un sogno e basta.

Apple + Adobe = DTP

Compagna di percorso della casa di Cupertino nella realizzazione di questo sogno è stata la Adobe Systems Incorporated.
E' difficile riassumere il ruolo della ditta di San Jose, California, nel mondo della creatività. Il Post-script, è oggi parte integrante del sistema operativo di Apple; diciamo che senza Adobe Apple non sarebbe oggi quella che conosciamo e che senza Acrobat Adobe non sarebbe quella che è.

Acrobat, questo sconosciuto

Stranamente però in pochi conoscono a fondo Acrobat e i file PDF.
Il programma Acrobat è molto più di un generatore di documenti leggibili in forma certa su qualsiasi piattaforma (i PDF appunto): è un sistema completo di gestione documentale, uno strumento indispensabile per stabilire chi come e quando possa accedere ad un documento, tracciarlo e certificarlo; lo standard di fatto per la creazione (anche interattiva e multimediale) e la distribuzione di documentazione digitale su più media.
Anche se queste necessità sono al di fuori dell'uso comune è facile intuire come possano essere indispensabili per tutte quelle realtà che hanno nel flusso documentale (digitale) il cuore della propria attività.
Uffici privati, contabilità, pubbliche amministrazioni, grandi e piccole ditte, gestioni di progetti, verifica e controllo di fasi di produzione: tutto ciò che concerne "lavorare" con i documenti.

Le mani in pasta

Naturale pensare quindi a un corso per Acrobat, giunto ormai alla versione 7.0, all'interno o meno della Creative Suite 2.
Come al solito ci ha pensato il gruppo di lavoro che ha compilato i manuali ufficiali a rilasciarlo.
La Guida ufficiale Adobe dedicata alla nuova versione 7 di Acrobat (PC e Mac OS) per la generazione di documenti in formato PDF è strutturata in 16 lezioni che coprono tutti gli elementi fondamentali del programma e sono accompagnate dai relativi materiali su cd-rom. Ogni lezione è preceduta da una introduzione, e seguita dalle solite e utilissime domande di verifica, l'italiano è molto corretto e formale, la traduzione dall'inglese stempera un poco anche la residua informalità che tale lingua ha rispetto alla nostra.
Come sempre è un libro serio e chiaro, che concede poco ai fronzoli e alle amenità di tanta pubblicistica recente.
Per certi versi questo è un bene, per altri, specie per questo programma, è un male.

Un libro "severo"

Mentre tutti conoscono le potenzialità e le grandi opportunità fornite da programmi come Photoshop e Illustator, le potenzialità operative Acrobat sono, come dicevo sopra, ignote ai più e cercare di "agevolare" tale conoscenza con un approccio un poco più accattivante avrebbe fatto sicuramente bene alle diffusione di questo programma. Mentre infatti è spesso sufficiente la volontà di accedere alle squisitezze dei due programmi più noti, anche sobbracandosi le relativamente "noiose" lezioni dei rispettivi corsi, è difficile immaginare che la pura curiosità possa avvicinare qualcuno ad Acrobat grazie a questo manuale.
Più di altri manuali infatti in questo è necessario seguire le lezioni una alla volta per venire a capo della logica del programma, più di altri programmi è difficile capire qualcosa "per tentativi" con Acrobat.
Visivamente poi i risultati delle varie fasi di lavorazione sui documenti non dicono nulla: non si può raffigurare un documento protetto da password in maniera particolare, non si può catturare l'occhio con una bella immagine di un testo in "firmato" o "certificato".

Ma quanto è complesso Acrobat!

Un corso molto poco "visivo", naturalmente, e pure in bianco e nero perchè la versione italiana è, come al solito ormai per certe pubblicazioni, priva di quel poco di colore che abbiamo sulle versioni inglesi.
Essendo un corso base, ed essendo le potenzialità del programma straordinariamente ampie, manca il livello di approfondimento che un utente già eserto desidera in un manuale.
Le parti relative alle "chicche" come la firma digitale, la gestione dei certificati, i livelli di accesso differenziati per utenti, le limitazioni di lettura, sono sbrigative e rimandano troppo e troppo spesso ai manuali ufficiali allegati al programma se non alle risorse in rete ufficali di Adobe che "integrano" il programma di vere e proprie capacità di gestione remota dei certificati.

Un libro, una fatica, un lavoro

Un libro faticoso più di altri, indispensabile per inziare una conoscenza seria del programma, un duro viatico alla rigorosa padronanza della gestione documentale "seria" di Adobe Acrobat, solo il primo passo di una competenza che può però, da sola, aprire possibilità professionali straordinarie nell'epoca del codice di protezione della Privacy e del lavoro condiviso, in team o in rete.


Titolo Adobe Acrobat 7.0 Standard e Professional - Classroom in a book
Autore Adobe Staff
Editore Pearson Education Italia
Pagine 584
Prezzo 42.00Euro
ISBN 887192245X



Data di pubblicazione: 26-07-2006
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.