Percorso: ilMac.net > Economia digitale > Articoli > La Nuova Economia


La Nuova Economia

1 - Cos'è la new economy?

Scommetto che in molti, ultimamente se lo sono domandato.
Bene, cerchero' di rispondervi nel modo piu' esauriente possibile. La Nuova Economia, non è un concetto che si spiega in due parole, ma è una vera e propria concezione nuova di questa materia. In linea di massima, quando parliamo di Nuova Economia, parliamo di un fenomeno nel quale le persone, per lavorare, usano il cervello al posto delle mani. E la NewEco (come dicono gli amici degli USA) vive e si espande non nel nostro mondo reale, ma in quello virtuale della Rete, nel quale la tecnologia dell'informazione e della comunicazione creano competizione globale. Nel business su Internet l'innovazione, le idee e la velocità sono molto piu' importanti della produzione di massa. E' un mondo dove un'innovazione virtuale vale tantissimo perché modifica il mondo esterno, quello reale. Pensiamo all'e-mail, pensiamo agli SMS dei cellulari: potremmo ormai vivere senza? Pensiamo a qualcosa di ancor meno concreto, come un motore di ricerca, un portale, un nome per tutti: YAHOO!

Sapete come é nato? E' nato 6 anni fa quando due ragazzi ebbero l'idea di catalogare i siti Internet (allora non ce n'erano tanti come oggi). Prima che lo inventassero non serviva a nessuno un portale, oggi non ne possiamo fare a meno. Basta ricordare l'episodio di quindici giorni fa, quando YAHOO! ha subito un attacco hacker, per capire che problemi porta a livello mondiale la sua non disponibilità. Questo portale é il tipico esempio di come il Simulmondo possa cambiare e conquistare il Mondo Reale. YAHOO! con il suo servizio di ricerca, le sue chat, le mailbox gratuita, le news etc. ha saputo conquistare milioni e milioni di persone che quotidianamente accedono alle sue pagine.

Altro esempio? La fusione AOL-Time Warner è avvenuta per incorporazione della seconda nella prima. AOL (America On Line) é il primo Internet Provider degli USA, ed è quindi una società del cyberspazio, la seconda è fortissima portatrice di contenuti TV, musicali, editoriali, tutti settori appartenenti all'Economia del mondo reale. Ed é la prima volta che una società Internet ne acquista una "coi piedi per terra".

L'innovazione della Nuova Economia si è fatta sentire anche in Borsa. Le società che basano il loro business sulla NewEco (le cosiddette Hi-Tech e NetStock) hanno completamente stravolto i criteri di valutazione finanziari che si applicano alle società, e gli analisti ne hanno dovuti applicare dei nuovi per valutarle correttamente. Le azioni YAHOO! ad esempio, dal loro debutto al Nasdaq (l'indice americano delle NetStock), nel giro di qualche hanno hanno moltiplicato x 150 il proprio valore. Cio' significa che chi avesse investito 5000 $ (meno di dieci milioni di lire) in questa società 3 anni fa, adesso conterebbe un gruzzolo di 750.000 $ (quasi un miliardo e mezzo!).

Il fenomeno delle NetStock in Italia è iniziato alla fine del '99 con il debutto al Nuovo Mercato (il mercato nostrano delle Netstock) di Tiscali, azienda operante nel settore delle telecomunicazioni e fornitrice di accesso gratuito a Internet.
Al pubblico, le azioni Tiscali vennero offerte a 46 euro, e il primo giorno di quotazione mostrarono una performance del 50%, portandosi intorno ai 75 euro. Gli analisti consigliavano di vendere e di attendere il ritorno sotto quota 46 per riacquistarle. Motivo? Sopravvalutazione dell'azienda. Oggi quota circa 1000 euro. Un'altro paradosso? Amazon.com, azienda statunitense attiva nell'e-commerce on line (il commercio elettronico) che ha un bilancio in rosso ma che è anch'essa balzata con performance a quattro cifre. Qual è il motivo di questa economia che appare paradossale? E' presto detto. Quando oggi si acquistano azioni Amazon.com o Tiscali, non le si acquista per scommettere che sull'utile che ci sarà tra 3 mesi, ma si scommette sull'enorme utile futuro, quando la Rete sarà arrivata in ogni angolo della Terra e queste società avranno milioni e milioni di clienti. Al momento di investire si hanno in mano le strategie e le idee che potranno portare all'utile. Se c'è un'idea brillante o un'ottima strategia del management, verrà premiata dal mercato perché prima o poi (molto probabilmente) porterà ad utili. E le aspettative sono immediatamente scontate in Borsa dalle NetStocks.

In un solo giorno un titolo hi-tech puo' rendere piu' quanto rendano dieci anni di B.O.T. Tiscali ad esempio é piaciuta al mercato perché per primo il suo amministratore delegato ha avuto l'idea di fornire Internet gratis, pagando i costi con la pubblicità. Tiscali è stata la prima, questo è quello che conta. Come avviene in tutte le situazioni, c'è anche l'altra faccia della medaglia: se si investe in una società sbagliata si puo' perdere parte del capitale investito. Ma attualmente, l'errore più frequente commesso da neofiti e non, è quello di investire in società pseudo-internet che, solo perché hanno un sito Internet, aggiungono un .COM al nome e creano euforia tra gli investitori. Occorre sempre fare attenzione a questo tipo di società. Prima o poi vengono smascherate e abbondantemente penalizzate dal mercato. La NewEco presenta ancora molti altri aspetti. Li vedremo nelle prossime puntate.


Data di pubblicazione: 03-05-2000

L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.