Percorso: ilMac.net > Economia digitale > Articoli > Cos'è l'e-Commerce?


Cos'è l'e-Commerce?

Dietro il vero significato di una parola

Cos'è l'e-Commerce o Commercio Elettronico di cui tanto si parla? Perché è divenuto il luogo di scontro e di concorrenza preferito tra le aziende più impegnate nei settori d'avanguardia?

Eccovi qualche motivo e qualche mia modestissima considerazione.
In primo luogo si nota ormai da anni un'espansione delle possibilità d'acquisto, non solo con l'apertura di superfici sempre più grandi, ma anche con orari sempre più lunghi e con aperture domenicali. Ma perché tutto ciò?
Viviamo in una società in cui il tempo, da sempre risorsa scarsa per eccellenza, ha acquisito un valore sempre più alto, ecco quindi che il tempo per attività come lo Shopping si riduce e le persone richiedono di poter svolgere le proprie spese nel minor tempo possibile. Fino ad oggi a questa esigenza si è data risposta aumentando le superfici di vendita, oggi sorge una nuova risposta.

Non è più necessario muoversi da casa per effettuare determinati acquisti, ma li si possono comodamente fare da casa, utilizzando il proprio computer e la propria carta di credito ed ottenendo prezzi più bassi di quelli praticati nella maggioranza dei negozi. Ma questo non è che il primo aspetto e quello spesso più reclamizzato, ma vi sono altri aspetti ugualmente importanti.

Pensiamo a tutte quelle persone che, come chi vi scrive, vivono in un paese, lontano quindi dai grandi centri d'acquisto, a tutti noi il commercio elettronico offre la possibilità di acquistare beni di ogni tipo, prodotti in tempi e luoghi diversi, e di renderli disponibili in tempi brevi grazie alle consegne effettuate dai corrieri espressi come Ups, Dhl , Federal Express ed altri. Ma il commercio elettronico non è semplicemente il trasferimento di un negozio tradizionale sul Web, ma può e deve offrire molto di più ed ecco quali sono i plus dell'e-comm:

  1. Il negozio è accessibile a qualunque ora da qualunque luogo ed i prodotti sono visibili anche quando non sono fisicamente presenti nel negozio.
  2. Vi sono minori costi di gestione e di implementazione del negozio, collegati alla possibilità di gestire meglio il magazzino delle scorte, ai ridotti costi di manodopera e tutto questo porta alla possibilità di offrire prezzi più bassi.
  3. Viviamo nella società che viene comunemente definita, dell'economia neo-industriale o dei servizi, tramite i negozi virtuali è possibile ottenere, servizi più avanzati e personalizzati, di quelli comunemente ottenibili presso la normale distribuzione. Mi riferisco a liste di prodotti preferiti, ad offerte speciali mirate sulle nostre preferenze, ad aggiornamenti e notizie su argomenti che ci stanno a cuore e molto di più.
  4. Inoltre è sempre più possibile acquistare prodotti, come i Personal Computer, Build to Order, cioè costruiti secondo le nostre scelte, liberandoci così da quella standardizzazione tipica dei negozi, senza dover rinunciare alla qualità dei prodotti di marca

Ma soprattutto potremo soddisfare anche gli hobby più "esotici" come le collezioni di musica tibetana o di libri in aramaico o di studi sui marsupiali, a costi sempre più bassi, con una velocità crescente e quel che più conta in piena libertà, liberi dagli influssi della pubblicità, un po' più liberi di essere noi stessi e non ciò che qualcun altro ha deciso che dobbiamo essere.

Tutto quello che dico può sembrare molto lontano, per l'Italia potrà anche esserlo, ma sono convinto che molti di quelli che oggi leggono questo articolo e che non lo fanno già, presto si troveranno ad effettuare acquisti on-line e si chiederanno come facevano prima. Forse l'esplosione di Internet salverà la cultura, più tempo libero significa più tempo per svolgere altre attività, come il volontariato, l'associazionismo o per arricchire il proprio bagaglio culturale. Forse un giorno saremo un po' più liberi ed un po' più allitterati, si tratta solo di attendere.



Data di pubblicazione: 10-10-1999
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.