Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > Lo spreco di risorse


Lo spreco di risorse

Troppo sul poco o poco sul troppo?

Recentemente sono caduto in un’atroce riflessione riguardo al mondo dei computer e le loro risorse più o meno sfruttate.

Guardando gli ultimi programmi e giochi usciti per il Mac mi sono sorti dei dubbi: prendiamo come esempio due programmi della Connectix, entrambe favolosi, VirtualPC e VirtualGameStation entrambe sono due emulatori, cioè fanno credere al vostro Mac di essere ciò che non è, nel primo caso viene emulato un intero computer Wintel con tutte le funzioni che può avere un vero computer di tal tipo, mentre nel secondo caso viene semplicemente, si fa per dire, emulata una console con cui ci si può solamente giocare, cioè la PlayStation. Ora, io dico, sarà più difficile emulare un intero computer rispetto a una console con cui ci si può solamente giocare? Non credete anche voi che sia così? Bene i requisiti hardware minimi per utilizzare questi due prodotti sono nettamente diversi: mentre per VPC si richiede come minimo un PowerMac con un processore 603 a 180 Mhz per la VGS si richiede come minimo un G3, e scusate se è poco... certo VPC è uscito prima della VGS altrimenti, forse, avrebbero consigliato di minimo un G3 anche per lui, mentre per la VGS, essendo più recente, hanno appunto consigliato di minimo un G3 tanto per stare sul sicuro, e anche perchè dato che erano disponibili queste macchine così belle...

Analizziamo ora come stanno veramente le cose: provate voi ad utilizzare VPC su un Mac con un 603 a 180 Mhz, ci riuscirete, certo, però come? Ve lo anticipo io senza che perdiate tempo, con delle attese bibbliche, a patto che non lavoriate solo in DOS, ma questa è un’altra storia che lasciamo perdere al momento. Bene ora provate invece la VGS su un G3, andrà certamene a gonfie vele, certo, con vostra grande soddisfazione, se siete dei felici possessori di un nuovo e fiammante G3, ma se come il sottoscritto non lo siete, di certo farete come me e non resisterete alla tentazione di provare un prodotto così bello come la VGS anche sul vostro misero, si fa per dire, PowerMac a 275 Mhz, e così facendo "ta dan", come per magia scoprirete che funziona egregiamente, certo sicuramente non così bene come su un G3, però vi garantisco che funziona veramente bene. Se fate l’opposto con VPC, cioè se lo provate su un G3, scoprirete che le angosciose attese di prima scompariranno, quasi ovunque. Ora io dico i casi sono due o quelli della Connectix hanno sbagliato le scritte dei requisiti minimi su entrambe le scatole dei prodotti oppure c’è qualche cosa che non va. Sia chiaro che questa non vuole essere una critica alla Connectix, per carità, guai se non esistesse una tale software house, il Mac avrebbe una grossa mancanza, ma proseguiamo ora nell’analisi.

Pochi giorni fa mi è capitato tra le mani un vecchio gioco, che forse molti di voi non ricorderanno o non avranne neppure mai visto: Outrun, per riassumere molto brevemente il gioco diciamo che voi siete alla guida delle vostra bellissima Ferrari e dovete correre più che potete lungo un tracciato, un gioco semplice, se vogliamo anche un po’ stupido, però un bel passatempo. Ora secondo voi un gioco a colori, con le musiche, un po’ datato certo, come Outrun su che supporto posso averlo ricevuto? Un DVD? No, un CD forse? No, un pacco di dischetti? No, un dischetto HD (ad alta densità)? No, non è stato necessario tutto questo spazio, ma è bastato un semplicissimo, quanto raro ormai, dischetto DD (a bassa densità) con la capienza di 720 Kb, sì avette letto bene, e vi dirò di più il gioco non era neppure compresso, infatti ho inserito il dischetto nel drive del Mac, ho fatto partire VPC e ho iniziato a giocare lasciando il gioco, pensate voi sul dischetto, vi pare possibile? Sto farneticando? Sono impazzito definitivamente? No, non è neanche fantascienza è solo un vecchio gioco, ma a colori e con le musiche, voi direte beh certo, ma chissà che schifezza di gioco, ok ha solo 16 colori, d’accordo le musiche non sono certo campionate da CD, sono composte da semplici note non molto legate fra loro, ma ragazzi sta su un dischetto da 720 Kb e non è neppure compresso, vi rendete conto???

Oggi una cosa del genere è praticamente inpensabile, ok lasciamo cadere per un attimo anche questo discorso e proseguiamo.

Una volta, parecchi anni fa, possedevo un vecchio gioco che si chiamava SkyShadow, non penso che molti di voi lo conoscano, ma vi posso dire che funzionava MOLTO bene un un Classic, uno dei primi Mac (con processore 68000 a 8 Mhz!) bene, io quasi per una questione affettiva ho conservato tale gioco, pensate che l’ho persino masterizzato su CD, bene se io oggi voglio giocare a questo gioco sul mio bel PowerMac 5500 non posso, perchè? Semplice non funziona. Ora io dico vi sembra giusto questo? Vada, ma anche qui bisognerebbe discutere, che non possa utilizzare le applicazioni che funzionano su G3, ma dico almeno i miei cari e vecchi giochi potrò usarli o no?!?!

Adesso invece ci sono i giochi come UnReal, per carità un bel gioco, ma vi sconsiglio vivamente di utilizzarlo su un Mac che non sia un G3 ben carrozzato di RAM, adesso i giochi li inizieranno a distribuire su DVD, alla faccia dell’economia dei Kb, certo i nuovi giochi hanno grafiche formidabili, musiche da cinema, non biasimo certo questo, ma se uno come me, nostalgico dei tempi andati, vuole ancora giocare a dei giochetti stupidi, infondo perchè non lo può più fare? E poi perchè di questi giochi semplici non se ne producono più? Voi autori dello shareware dove siete? Che fate, cercate di rincorrere le grosse software house invece di sfornare tanti semplici giochi? E poi perchè io per giocare ai nuovi giochi, vedi UnReal solo per citarne uno, devo munirmi di un G3 ben carrozzato? Non posso mica cambiare il Mac ogni 6 mesi? D’accorodo, si può vivere anche senza UnReal, però vi pare giusto? In questi casi, ripensando a tutto quello che ho scritto non so propriose sia il caso di dire “viva il progresso”, mah, con questo articolo, un po’ sfogo spero di aver fatto riflettere anche alcuni di voi, chissà che magari il tempo non mi dia ragione.

Se vi va di discutere su questo articolo scrivetemi.

Ciao.



Data di pubblicazione: 08-11-1999
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.