Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > Flame, linguaggio e sensibilità


Flame, linguaggio e sensibilità

Riflessioni sul cambiamento dei costumi on-line

Chi segue il forum de ilMac.net, o altro forum che ammetta discussioni "aperte", assiste ogni giorno ad una sempre maggiore nascita spontanea di "flame", di risposte inutilmente polemiche, scurrili od offensive.

I "Guardiani della Rete"!

Come sanno gli ottimi Andrea Gressani, Alessandro Palmisano, Marco Freccero, e tutti coloro che curano il forum (ma lo stesso discorso si potrebbe fare per tutti i "moderatori"), il compito di tenere a freno questa tendenza è sempre difficile e ingrato.
Difficile perchè servono tanti occhi e non si può mai abbassare la guardia, ingrato perchè qualunque decisione diviene inevitabilmente, in parte, impopolare.
Anche le persone più pacifiche a volte ci cascano e, travolti dall'onda polemica, si tuffano saltuariamente in ingenui e inutili contraddittori.
Ora, convinti della intima natura pacifica dell'uomo sulla rete, viene spontaneo domandarsi il perchè di tali "cadute".

La fine del mondo?

Gli antichi dicevano "o tempora, o mores": i costumi degradano inevitabilmente e non c'è nulla da fare. Se fosse così avremmo avuto abbondantemente il tempo di regredire completamente all'età della pietra ma, pare, non siamo ancora a questo punto.
Più probabile che ci sia una generica tendenza alla "permalosità" connaturata con l'invecchiamento: forse è sempre stato così e solo col passare degli anni certe cose vengono percepite in maniera "negativa"...
...ma rileggendo ciò che si è salvato di vecchi interventi e facendo attenzione in effetti bisogna convenire che di illusioni non si tratta: un pochetto si è effettivamente peggiorati!

La sindrome da Stadio?

Altra ipotesi: la presenza su internet di tanti luoghi dove la "polemica" dura e pura, cruda e feroce è normale, tollerata e bene accetta e crea una sorta di assuefazione ad un certo tono degli interventi. E' come se si entrasse in una sala da thè dopo aver avuto una bella discussione allo stadio con i tifosi della squadra avversaria: difficile cambiare il "volume"...
Già ci stiamo avvicinando...

Il paradiso perduto...

Andiamo oltre: gli utenti Apple scontano particolarmente il loro "essere di nicchia": fino a pochi anni fa erano "pochi" e convinti più o meno a ragione di appartentere ad una "élite" (non entriamo nel merito di quanto questo atteggiamento fosse sbagliato: è comunque innegabile). La conseguenza era un maggior spirito di corpo e, senza dubbio, una maggiore cortesia rispetto ai forum del vasto mare di utenti Windos.
Sia chiaro, non si era più cortesi perchè "migliori", si era più cortesi perchè "meno".
L'avvento di tanti utenti ex Windows ha portato tanta linfa nuova al "nostro" mondo, ma anche un innegabile aumento dei toni. E' Normale...

...o sono solo ragazzate?!?

Infine bisogna tener presente che da quando molti di noi hanno incominciato a scrivere e a leggere su internet, più di dieci anni fa, ne è passata acqua sotto i ponti: un ragazzo di 16 anni di oggi appartiene ad un'altra generazione, c'è poco da fare!
Diverso linguaggio, diverse priorità, diversi toni; non necessariamente peggiori, assolutamente non credo per una deliberata scelta ostile.
E' però necessario che i nuovi entrati in questo mondo facciano uno sforzo per adeguare il loro linguaggio a quello dei siti e dei forum più "anziani", la rete è fatta (anche) da ragazzi "maturi" che hanno già tanto lavorato per questa realtà e che meritano di poter parlare la loro lingua.
Se i "giovani" vogliono essere beneaccetti in certi ambienti devono fare loro un piccolo sforzo; l'educazione a volte si impara anche col tempo e l'anonimato e la mancanza di controllo "parentale" danno la stura ad inopportuni atteggiamenti "liberatori".

Pazienza e moderazione!

Che fare in conclusione?
Innanzitutto ricordare che anche sulla rete i fenomeni di esibizionismo verbale prendono piede solo se vengono assecondati.
Ma prima di tutto penso che sia necessario cercar di fugare una visione troppo "rancorosa" nei confronti di chi usa un linguaggio che non si approva o non si accetta: sempre meglio evitare la personalizzazione e le polemiche.
Può essere utile pensare che, dietro ad una identità fittizziamente "matura" l'interlocutore potrebbe non avere l'età per guidare un motorino: un pò di benevolenza e tolleranza saranno utilissime!
Magari col tempo, se nessuno raccoglierà le provocazioni, magari nate in buonafede, si assisterà naturalmente ad un abbassamento dei toni ed il linguaggio e lo stile verranno adeguati autonomamente a quello di che preferiamo.

In attesa del miracolo, buon lavoro ai moderatori del forum e...
Santa Pazienza!!!


Data di pubblicazione: 06-10-2006
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.