Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > Ronzini e purosangue


Ronzini e purosangue

Perché niente accade per caso

Quando si giudica un Paese per il suo predominio in certi settori (economici o politici), lo si accusa di essere arrogante. Di non sapere rispettare le diversità altrui. Si invocano protezioni. Si lanciano anatemi. Si indossano i comodi panni della vittima. Ma spesso la forza dell’avversario nasce dalla nostra debolezza.

Pane e volpe (1)

L’Unione Europea ha deciso di imporre l’Iva sulle vendite online destinate ai privati. Non si sa mai: magari qualcuno avrebbe potuto immaginare per questo settore un forte sviluppo, e investirci. Creare posti di lavoro. Grazie alla lungimiranza delle istituzioni europee, lascerà perdere, oppure se vorrà farlo, saprà di poter contare solo su sé stesso. Tra due anni le stesse istituzioni creeranno una commissione ad hoc per studiare l’arretratezza della Rete in Europa. Perché solo una commissione potrà spiegarcene la ragione, vero?

Pane e volpe (2)

Il Governo Greco vuole imporre una tassa sui giochi online accessibili dai cybercafè: tanto sono brutti, sporchi e cattivi, e chi li produce, è un emissario del male che ha lo scopo di distruggere la gioventù. Piuttosto che sforzarsi di capire perché certi giovani oltre ai videogiochi, non hanno altri interessi, si sceglie la scorciatoia della tassa. Punendo un settore che supera (come fatturato) quello dell’industria cinematografica.

Islanda-Italia: 1-0
Circa un anno fa, ci fu la notizia che la Apple aveva localizzato iTunes prima in islandese, e poi in italiano. Ma come, si disse: una piccola isola con meno di 300.000 abitanti, aveva la precedenza su una Nazione di più di 55 milioni di persone? Sì: a metà degli anni 80 l’Islanda entrò a far parte di un consorzio chiamato Nordunet, assieme ad altri Paesi del Nord Europa. Era l’avvisaglia di Internet nel Vecchio Continente. L’Italia? Dispersa. Forse quello fu un incidente della Apple: o forse è meglio non stracciarsi troppo le vesti.

USA-UE: 2- 0

L’Amministrazione Clinton decise di non tassare le vendite online, per permettere a quel settore (allora nascente), di svilupparsi. Bush, ha prolungato di altri due anni la durata di quello stesso provvedimento: nonostante la crisi dei siti di e-commerce. Nonostante il tracollo di parecchie realtà che avevano investito nel Web. Nonostante il deficit federale. Nonostante il partito del “benaltrismo” facesse sentire anche laggiù la sua voce: perché si sa, “ben altre” sono le priorità.

Zitti e mosca

Il rapporto consegnato al ministro Stanca dalla commissione sulla banda larga, è ottimo. Il peso delle affermazioni contenute è tale che dovrebbe animare il dibattito politico per mesi. La Telecom per esempio, è accusata di scarsa trasparenza contabile. Ma stampa e televisione non ne hanno parlato. La Telecom ha evitato di smentire o controbattere. Il Parlamento era impegnato nelle ben più importanti nomine Rai. In fondo, in quelle pagine si parla del futuro di questo Paese. Quisquilie.



Data di pubblicazione: 10-03-2002
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.