Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > Apple Expo: a Parigi sbarca Steve Jobs


Apple Expo: a Parigi sbarca Steve Jobs

L'evento europeo di Apple, tra dubbi, attese e speranze.

Parigi centro d'Europa

E così è di nuovo Settembre, mese di ritorno dalle vacanze e di programmazione per un nuovo anno di lavoro. Per gli appassionati e gli utenti Mac, però, Settembre significa anche, in Europa, l'Apple Expo, la più grande (e purtroppo unica) manifestazione interamente dedicata ad Apple ed alle sue soluzioni, nel "vecchio continente".

Dal 10 al 14 Settembre, quindi, potremmo assistere, virtualmente, alla presentazione di nuovi prodotti hardware e software di Apple e di ciò che rende la piattaforma Mac una soluzione vincente, ovvero gli sviluppatori.

Cosa ci aspettiamo?

Ad ogni Expo ci si aspetta sempre grandi novità, prodotti migliori o aggiornamenti della linea esistente e questo favorisce il fiorire di indiscrezioni, più o meno colorite, anche se, frequentemente, del tutto lontane dalla realtà.
Analizziamo, con razionalità, quello che Apple ha fatto in questi mesi e le implicazioni che ogni cosa può avere sul discorso di Steve Jobs.

  1. Il 24 Agosto è stato lanciato Jaguar, ovvero MacOS X 10.2, la versione che dovrebbe consentire la piena migrazione degli utenti dal vecchio MacOS 9. Jobs presenterà, certamente, il bilancio delel vendite del nuovo sistema operativo che dovrebbe essere estremamente lusinghiero.
    A complemento di Jaguar dovrebbe essere fornite, nel corso di questo mese, due applicazioni molto attese, iSync ed iCal, il primo è programma che promette di rendere la gestione del telefono cellulare (purchè compatibile) una cosa semplicissima ed allo stesso potente, il secondo è un calendario agenda che vi consentirà di gestire, unitariamente, tutti i vostri appuntamenti, ricorrenze e quant'altro vi possa essere necessario.
    Proprio il rilascio, o quanto meno l'annuncio della data definitiva di disponibilità di queste due applicazioni potrebbe essere un punto centrale nel discorso di Jobs.
    Certamente darà un'ulteriore dimostrazione delle capacità e potenzialità di iSync ad una platea, quella europea, dove il cellulare è un fenomeno estremamente diffuso.
    Sempre a proposito di Jaguar è possibile l'annuncio del primo aggiornamento del nuovo sistema; tuttavia il poco tempo trascorso dal rilascio di Jaguar potrebbe far slittare l'aggiornamento ad un momento successivo e, soprattutto sarebbe annunciato in un contesto meno "pubblico" per non intaccare l'immagine e le vendite di Jaguar.
  2. Sempre ad Agosto sono stati aggiornati i G4 Pro. Su questa linea quindi non c'è da attendersi novità, al massimo qualche informazione sulladisponibilità della versione ad 1,25 GHz, qualche dato sulle vendite ed, eventualmente, un aggiornamento dell' Xserve.
  3. Altra macchina aggiornata di recente è l'iMac LCD 17". Anche qui non si prevedono novità di rilievo che verranno, probabilmente, dal MacWorld di San Francisco del prossimo gennaio. Possibili dati sulle vendite ed, eventualmente, un ritocco al prezzo di listino, grazie alla stabilizzazione del cambio. Stesso discorso per l'eMac anch'esso aggiornato da poco.
  4. E veniamo, finalmente, alle macchine che potrebbero essere aggiornate nel corso dell'Apple Expo e, precisamente, i portatili. Gli iBook ed i Titanium, infatti, sono le macchine che non vengono aggiornate da più tempo e, con l'avvicinarsi della stagione natalizia si rende certamente urgente un aggiornamento delle principali dotazioni, a partire dal bluetooth, almeno sul titanium, fino ad un aumento della velocità dei processori.
    Al momento non sembra che vi possa essere molto di più di un piccolo aggiornamento delle dotazioni, visto che, nuove macchine, ridisegnate potrebbero vedere la luce non prima del 2003.

Parigi val bene un viaggio?

Certo Parigi non rappresenterà un evento epocale nella storia di Apple, così come non lo sono mai gli eventi che non avvengono negli USA. Per altro, la concomitanza con l'11 Settembre rischierebbe di far passare sotto silenzio anche l'annuncio più sensazionale è probabile, quindi, che Jobs punti a"volare basso" e non sprechi uno dei suoi famosi colpi, per interessare una platea non adeguatamente attenta.

Che dire, aspettiamo e vediamo e speriamo che il buon Jobs sappia soprenderci ancora una volta.



Data di pubblicazione: 09-09-2002
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.