Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > Il nuovo iBook


Il nuovo iBook

Vi presento il nuovo arrivato di casa Apple

Il 1 Maggio scorso Apple ha presentato la nuova serie iBook attuando una rivoluzione sia dal punto di vista grafico che prestazionale; abbandonati i colori vivaci e sgargianti dei vecchi modellli si è passati, attualmente, ad un unico colore un bianco neve abbastanza intrigante. Ma, anche questa volta come nel caso del Titanium, le novità sono davvero tante e non si sa a quale dare la precedenza.
Così vi racconterò le mie prime impressioni sull'iBook e poi vi darò maggiori dettagli sulle caratteristiche della macchina.

iBook a prima vista.

Il computer si presenta molto compatto, il colore scelto contribuisce a renderne i contorni meno definiti e a dare un'idea di leggerezza a tutta la linea.
Se i primi iBook erano stati quelli delle linee curve e dalle plastiche colorate, sulla scia degli iMac, l'iBook 2001 è un fratello del Titanium a cui si sono ispirati, in modo molto evidente, i disegnatori della nuova macchina.
Tra le mani sembra molto più pesante di quei 2,2 Kg, che rappresentano il suo peso, eppure è proprio questa suo peso apparente che gli conferisce la sua robustezza e la sua compatezza rendendolo più adatto del Titanium agli utenti un po' meno attenti e ai ragazzi.
Lo schermo è luminosissimo, pari a quello del titanium per prestazioni e per piacevolezza di lavoro. Non mi era mai capitato di trovare un portatile così economico che avesse un monitor così luminoso e contrastato.
A chi non mi crede consiglio di mettere lo schermo dell'iBook non solo a confronto con quello dei suoi predecessori, ma anche con quello delle ultime serie di portatili professionali antecedenti al Titanium.

Dentro l'iBook

Detto delle prestazioni del monitor, resta da dire la dimensione 12.1". Questa scelta ha lasciato scontento più di qualcuno, ma esigenze di costo, di peso hanno, a mio parere, spinto Apple ad adottare questo monior al posto di un LCD da 13.3". Quest'ultimo credo sarà inserito nella prossima revisione degli iBook, quando i costi saranno scesi abbastanza da permettere l'uso di questi monitor. Per il resto Apple non ha tralasciato nulla, è disponibile una porta video esterna per il mirroring su di un altro monitor o per usare un proiettore (in pratica è possibile mostrare su di uno schermo più grande quello che c'è sull'iBook); inoltre vi è l'ethernet, due porte USB, la porta Firewire, la porta audio digitale, insomma tutto quello che serve per rendere l'iBook un iMac portatile e per poterlo connettere al resto del mondo.
Poi a completare il tutto c'è la possibilità di dotare il portatile, al momento dell'acquisto, del CD-ROM, oppure del DVD, o ancora dell'utilissimo CD-RW o, ancora, per chi non vuole compromessi, il Drive Combo DVD-CD-RW.Il tutto sempre con un processore G3 a ben 500 MHz unico per tutta la linea.
Riguardo le porte una nota importante, sono state poste in modo da essere raggiungibilissime e comode per attaccare e staccare qualunque cavo in qualunque momento.

iBook 2001=iMac 1998

Sono passati 3 anni dal lancio dell'iMac ed il suo successo è stato tale che molti altri produttori si sono lanciati, male, sulle orme di Apple. In questi 3 anni sono cambiate molte cose ed alcune tecnologie sono diventate più mature rendendo possibile offrire macchine portatili che rivaleggino con quelle da scrivania per prestazioni, senza avere differenze di prezzo abbissali.
Oggi il modello base dell'iBook, viene venduto a 3.500.000 , non pochi certo, ma comunque non molti di più di quanto necessario ad acquistare una buona macchina da scrivania, che non offre tutti i vantaggi di mobilità che i nuovi portatili danno.
Una nota merita infine la robustezza del nuovo computer, 2 volte superiore a quella già eccellente del vecchio iBook; non credo che sia salutare per il portatile essere sbattuto contro i muri o per terra, comunque, in media, resiste molto bene anche a questo tipo di urti.

E' nata una nuova stella?

Credo che a Cupertino abbiano fatto qualcosa di molto buono, prendere alcune cose del Titanium e creare un portatile capace di far venire il dubbio a molti sulla scelta tra un computer da scrivania ed un portatile. Insomma l'ibook è molto bello, migliora di molto le prestazioni dei suoi predecessori senza aumentare il prezzo.

Se avete domande, scrivetemi pure e alla prossima volta.



Data di pubblicazione: 09-05-2001
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.