Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Articoli > I G4 di Agosto 2002: cosa cambia, davvero?


I G4 di Agosto 2002: cosa cambia, davvero?

Nuove macchine o tappabuchi in attesa di tempi migliori?

Finalmente i G4 professionali sono arrivati

Dopo una lunga attesa e dopo la delusione per la mancata presentazione di qualche novità a NewYork sono arrivate, finalmente, le attese nuove macchine professionali. Rinnovate nell'immagine e nelle dotazioni, oramai un po' datate, hanno lasciato più di qualche perplessità circa le loro effettive prestazioni.
Le scelte più importanti sono state:

  1. Il biprocessore, di serie, su tutte le macchine. Una manovra che Apple aveva già provato, qualche tempo fa, per superare l'impasse causata da Motorola con i G4 fermi a 500 Mhz per oltre un anno. Allora la mossa fu soprattutto di marketing perchè il 9 non era un sistema capace di sfruttare davvero il multiprocessing. Adesso invece le cose dovrebbero essere migliorate visto che MacOS X dovrebbe avere un buon supporto per il multiprocessing, soprattutto con Jaguar. Ma sarà poi vero? I primi risultati dimostrano che
  2. Le RAM DDR. Invocate da lungo tempo come fonti di incremento di velocità, rispetto alle oramai vetuste SDRAM, sono state finalmente inserite sulla nuova scheda madre reingegnerizzata, ma, stando ai primi risultati, sembra che
  3. Un case rinnovato. Questa scelta, attesa da tempo, ha lasciato più di qualche perplessità agli amanti del design di Cupertino. La macchina ha raccolto elogi insieme con forti critiche, ma, ciò che più ha stupito è la dimensione oltremodo generosa del nuovo case che sembra pensato per evolvere verso qualcosa di diverso rispetto a quanto disponibile oggi.

Ma quali sono davvero i miglioramenti?

Questo tema è stato molto dibattuto e la maggior parte delle persone non è rimasta soddisfatta dalle macchine rilasciate da Cupertino. La parola più usata è questa "too little, too late", ovvero troppo poco e troppo tardi.
Certo le innovazioni ci sono, ma è come se gli ingegnieri avessero avuto paura di osare, finendo per "castrare" le macchine, quasi a voler preparare o spazio per una nuova generazione di macchine che possano davvero fare la differenza.

Assenze inesplicabili ed occasioni perdute.

Le scelte più incomprensibili sono state:

  1. Perchè, una volta scelto di aumentare il bus di sistema, non lo si è portato alla pari con quello di molti compatibili PC ovvero a 267 MHz, così da sfruttare a pieno la maggior potenza delle macchine?
    E perchè avere un unico bus dedicato al transito delle informazioni, anzichè canali separati per ogni processore?
  2. Perchè sono stati inseriti un controller ATA-100 ed un ATA-66, quando si potevano tranquillamente inserire due controller ATA-133 o, almeno due ATA 100?
    Certamente le prestazioni dei dischi rigidi e della altre periferiche avrebbero potuto beneficiarne.
  3. Perchè lasciare le porte PCI ancora a 33 MHz e non avere invece quelle, estremamente più veloci a 66 MHz, come già visto sull'Xserve e su molti pc-compatibili?
  4. Visto che si era scelta la strada del multiprocessing, perchè non spingersi ancora più avanti e presentare una macchina, di gamma alta, con 4 processori? Una macchina dedicata a fornire una mostruosa potenza di calcolo per le applicazioni con un uso intensivo del processore?
  5. Infine, ma non meno importante, perchè non cercare di inserire anche le porte Firewire 2, le cui specifiche sono state approvate da poco e di cui Apple è una grande promotrice?

I benchmark, questa volta, tradiscono Apple.

Molti dei test effettuati sulle nuove macchine hanno evidenziato che, nonostante le innovazioni come la DDR o il bus di sistema più veloce, la differenza di prestazioni tra i nuovi G4 e quelli della versione precedente è praticamente nulla a parità di velocità del processore. Certo i test interni di Apple vorrebbero dimostrare il contrario, ma le prove pratiche sembrano andare nella direzione opposta.
Un ottimo sito, per chi è interessato a queste questioni è, senza dubbio, BareFeats, di cui consiglio la lettura a chi ha conoscenze di inglese e vuol vedere un po' di test approfonditi.

Buone idee e speranze per il futuro.

A mio avviso Apple ha rilasciato i nuovi G4 più per "tenere calmi i suoi utenti Pro, in attesa di avere qualcosa di meglio da proporre, che per altre ragioni. Tutto, a partire dal design del case, fino alle prestazioni non "rivoluzionarie", sembrerebbe far presagire che, a Cupertino si stia lavorando per presentare, tra non molto qualcosa di nuovo e notevolmente migliore di quanto presentato oggi. Qualcosa che sappia sfruttare a pieno tutte le potenzialità inespresse delle nuove tecnologie abbracciate (DDR-PCI 66 MHz- Bus di sistema veloce)
Personalmente, non so, se quanto ho detto sia dettato più dalla speranza di vedere qualcosa di meglio, che dalla fredda razionalità che vede Apple arrancare nel settore Pro, per una serie di ragioni, non solo legate ai processori.

In conclusione

I nuovi G4 sono delle buone macchine, ma molto meno rivoluzionarie di quanto il buon Jobs voglia far credere. A questo punto se avete bisogno di una macchina pro, potete acquistare, altrimenti sarà il caso di aspettare tra Gennaio e Febbraio sperando che, fino ad allora, sia cambiato qualcosa.



Data di pubblicazione: 09-09-2002
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.