Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Archivio > MacOS X su Intel?!


MacOS X su Intel?!

Il sogno degli utenti PC

Vi ricordate Rhapsody, il sistema operativo di nuova generazione progettato da Apple anni orsono e poi accatastato in magazzino insieme a Copland?
Rhapsody è stato il secondo tentativo (dopo Copland) da parte di Apple di offrire alla sua utenza un sistema operativo completamente nuovo ed innovativo, dotato di caratteristiche moderne come memoria protetta, multitasking prelazionale ecc…
Da questo progetto nacquero entrambe le versioni di MacOS X, sia server che client. Tra le caratteristiche di Rhapsody, una era meno innovativa ma senz'altro molto "insolita": era stato progettato per funzionare sia su Mac che su PC. Con la morte del progetto Rhapsody sparì questa prospettiva, ma come ho detto prima, molto del codice concepito per Rhapsody fa adesso parte di OS X.
Beh, da qualche giorno è on-line all'indirizzo www.osxonintel.com un sito che contiene una vera e propria petizione, nella quale si richiede ad Apple di compilare una versione per PC di MacOS X.
Naturalmente le opinioni sono diversissime e devo dire che anch'io, ad un primo impatto ho pensato che finalmente, volente o nolente, i nostri cugini utenti pc avevano qualcosa da invidiarci oltre ai colori dei nostri Mac e che potevano scordarsi di denigrare il nostro OS su un pc qualunque!
Poi, ho riflettuto un attimo, e ci ho ripensato, arrivando alla conclusione che una versione di MacOS X per piattaforma Intel porterebbe nuova linfa ad Apple, sia come produttore Hardware che Software.
Il problema è infatti che Apple è soprattutto un produttore Hardware, e non Software: è per questo motivo che quando acquistiamo un Mac il MacOS è già installato e noi non dobbiamo aggiungere una lira per acquistarlo. Si potrebbe pensare quindi che la produzione di una versione per piattaforma Intel di OS X toglierebbe vendite ad Apple nel settore Hardware, ma a mio parere non è così.
Gli IBM-compatibili (comunemente chiamati PC, come se fossero i Personal Computers per eccellenza…) sono i computers più venduti al mondo per due semplici ragioni: la prima che che sono le uniche macchine che possono far girare nativamente Windows, la seconda che hanno una fascia di prezzo piuttosto bassa rispetto ai Mac.
Adesso, facciamo finta che Apple abbia pubblicato MacOS X per Intel, e vediamo quello che potrebbe succedere.
All'inizio, naturalmente Apple comincerebbe a cambiare la provenienza delle sue entrate, cioè guadagnerebbe forse di più vendendo copie di OS X, ma perdendo terreno nella vendita di Hardware a causa del prezzo concorrenza dei PC, adesso in grando di far girare il nostro beneamato OS.
Ma è noto che a parità di Mhz il PowerPC è veloce il doppio rispetto ad un Pentium III. Inoltre Steve Jobs ha dimostrato che è possibile ridurre notevolmente il prezzo dei PowerMac, visto che ultimamente ha creato dei G4 Multiprocessori allo stesso prezzo delle precedenti configurazioni monoprocessore.
Apple si vedrebbe quindi costretta ad abbassare i prezzi a livelli comparabili a quelli della concorrenza, ed a questo punto, l'utenza si troverebbe difronte a due prospettive: acquistare un PC Intel ed installare OS X, o acquistare ad un prezzo leggermente superiore un PowerMac (G5?) con OS X preinstallato e che gira a velocità doppia: voi obbiettivamente cosa scegliereste?
Insomma a mio parere, una versione Intel di MacOS X darebbe una batosta iniziale ad Apple, ma considerando un periodo medio-lungo, darebbe la possibilità ad Apple di spazzare una volta per tutte la concorrenza.
Tutto questo naturalmente considerando che l'utenza preferirà MacOS X a Windows, ma questa è una scommessa degli ingegneri di Apple, ed in ogni caso, fa ben sperare il fatto che in pochi giorni più di 10mila utenti abbiano firmato quella petizione, che gli permetterebbe di "avere un' alternativa a Windows, che ha diverse mancanze"… e sono parole di utenti Windows!



Data di pubblicazione: 09-10-2000
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.