Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Archivio > Perchè non vedremo MacOS X su Intel?


Perchè non vedremo MacOS X su Intel?

1 - La spiegazione tra logiche economiche e di marketing

L'entusiasmo per il prossimo rilascio di MacOS X, che vi ricordo è stato fissato, in tutto il mondo, per il 24 Marzo, ha riacceso un dibattito mai sopito: perchè Apple non porta e vende il suo sistema operativo anche per Pc? In fondo Next sulle cui fondamenta è stato edificato MacOS X girava anche su piattaforma Intel, ed allora a quando una versione per i processori Intel o AMD?

So benissimo che questo articolo non chiarirà definitivamente i motivi di una scelta, ma spero che serva almeno a dissipare alcune delle "certezze" su cui parecchi sostenitori della mela poggiano questo progetto. La lista è lunga e spero riesca a dare risposta alle domande più diffuse, cominciamo con i primi 5 punti e, la prossima settimana, presenterò gli altri 5.
Apple è, sostanzialmente, una società che produce Hardware, il miglior Hardware possibile e fa dell'integrazione tra il Sistema Operativo e le sue macchine uno dei punti di forza. I proventi del settore HardWare (85% di tutto il fatturato Apple) servono a coprire gran parte degli investimenti fatti nello sviluppo del software che, da solo, non sarebbe in grado di essere profittevole, neanche se triplicasse il numero di licenze vendute.
Uno dei vantaggi del MacOS è proprio lo stretto controllo che Apple ha su tutto ciò che viene svilupppato e reso compatibile per la sua piattaforma. La necessità di far girare il suo sistema operativo su un numero enorme di possibili configurazioni hardware, basta aprire 5-6 PC per capire l'enorme diversità esistente tra un modello ed un altro, renderebbe ancora più oneroso lo sviluppo del nuovo sistema operativo che dovrebbe essere in grado di girare su tutte queste macchien diverse, maggiori costi che troverebbero, dall'altra parte, minori ricavi dalla vendita di Hardware.
L'esperimento dei cloni, da questo punto di vista, è stato illuminante, le quote di mercato del sistema Mac sono aumentate solo di poco, mentre Apple ha rischiato la bancarotta.
Microsoft, per sua stessa ammissione e come si evidenzia dalla lettura dei suoi bilanci, deriva i suoi mostruosi profitti più che dalla vendita di sistemi operativi, dalla vendita di Applicazioni di produttività (Office ecc.), giochi (Age of Empires ecc.) ed altro. I sistemi operativi per poter raggiungere un profitto hanno bisogno di raggiungere dei volumi di vendita mostruosi; una versione di Windows venduta in meno di 30 Milioni di copie non permette neanche di coprire le spese per lo sviluppo.... Per cui dire che Apple dovrebbe seguire l'esempio di Microsoft è quanto meno impreciso oltre che una fotografia distorta non solo della realtà, ma anche della possibile evoluzione.
In economia esiste il concetto di finestra di opportunità: La possibilità per Apple di licenziare il suo sistema operativo era concretamente praticabile nel periodo compreso tra il 1985-1987, quella finestra si è oggi chiusa e bene fa la società a percorrere altre strade come quella del Digital Hub e dell'integrazione delle tecnologie che rappresentano i futuri ambiti di sviluppo del mercato dell'informatica.
Esiste una remota possibilità che Apple porti il suo sistema operativo su di un'altra piattaforma tecnologica come quella dei processori AMD o Alpha, ma è legata solo alla possibilità che IBM e Motorola smettano di lavorare sullo sviluppo della famiglia di processori PowerPC. Tuttavia, anche in quest'ultimo caso, ribadisco estremamente remoto, ritengo resti probabile un approccio di Apple teso a mantenere sotto il suo controllo la creazione dell'Hardware.
Credo che queste prime 5 motivazioni rispondano alle domande ed ai perchè di un 50% di persone, naturalmente non posso approfondire ciascun punto come vorrei, altrimenti avremmo un trattato di economia e non un articolo per un modesto sito Web come vorrei. Tuttavia la prossima settimana presenterò altri 5 motivi sperando che, quel 50% insoddisfatto possa trovarvi la risposta che cercava.
Se avete domande, come sempre, scrivetemi.


Data di pubblicazione: 21-05-2001
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.