Percorso: ilMac.net > Macopinioni > Archivio > MacOS X & Apple


MacOS X & Apple

Un dibattito

> Innanzitutto grazie per il feedback!
> Vorrei sapere la tua opinione riguardo il nuovo sistema operativo e
> l'avvenire (cioé l'espansione) della
> Apple. Premetto che per il momento non passerò al X. Se qualcosa
> funziona non c'é ragione di adottare il nuovo. Soprattutto quando
> non ci sono sufficienti applicazioni per poter testare sul serio il
> nuovo sistema operativo. Diceva un comico: "Perché non fate gli
> esperimenti a casa vostra, e a noi offrite il prodotto finito?". E
> veloce aggiungo io. E con una bella scelta di programmi, senza dover
> attendere la fine dell'anno. Veniamo all'argomento.
> Secondo la Apple, per far girare X occorrono 128 mb. Bene. Ma a quel
> punto che ho in mano? Un sistema operativo, e basta. Ma un antivirus
> (Virex) può essere utile, e un'utility (Norton) quasi indispensabile.
> Molto bene. Poi, acquisto uno scanner con tutto il software
> necessario per farlo girare. Benissimo.
> A forza di vedere siti in rete, mi viene voglia di cimentarmi proprio
> con la costruzione di un mio sito, però faccio le cose in grande.
> Dreamwever (avrei potuto dire Golive, ma é un po' ingordo di ram) e
> ovviamente un programma come Photoshop (per la par condicio). Spesso
> questi due programmi devono girare assieme, e bisogna testare il sito
> sui principali browser. Per esempio, su quel pachiderma di Netscape
> 6, per fare il nome di qualcosa che consuma poca memoria. Altro che
> 128 mb.
> Il fatto che nessuno dice, ma si sussurra solo, é che per permettere
> al computer di lavorare decentemente, sono necessari almeno 256 mb. E
> veniamo finalmente al nocciolo del problema.
> Siamo sicuri che le persone saranno disposte a scucire tre milioni
> per un iMac (é inutile nascondersi dietro un dito, i computer della
> mela sono mediamente più cari della concorrenza) e oltre a questo
> spendere ancora un mezzo milione in ram? Quando il mondo trabocca di
> Compaq e IBM a prezzi inferiori, anche se con un sistema operativo
> cervellotico, incomprensibile e poco stabile come Window? Con la
> cifra che si sborsa per un iMac a 256 mb, si può portare a casa un
> Compaq con antivirus, utility, 64 mb di ram aggiuntivi e magari un
> programma come Golive. Ma con l'ingordigia del suo X la Apple rischia
> di perdere i clienti 'casalinghi' (o consumer) grazie ai quali é
> tornata in auge.
> Chi glielo spiega che X ha il multitasking e una solidità
> incomparabile? Conosco persone che dopo un anno dall'acquisto del
> computer, non hanno capito la differenza tra clic, e doppio clic.
> Oppure, giocano, navigano, e non hanno mai provato a usare il
> programma di videoscrittura.
> C'é il rischio insomma che la casa di Cupertino torni a essere
> indicata come un'azienda che fa ottimi computer molto stabili, ma
> solo per una determinata fascia: grafici, musicisti, e poco altri. E
> se un'azienda non si espande, non diventa appetibile, alla portata di
> tutti un po', prima o poi rischia di chiudere. O no?
>
> Buon Lavoro
>
>
> Marco Freccero

Potrei risponderti in molti modi, ma ritengo che il migliore sia questo:
dunque Apple ha lavorato per anni a questo che ora chiamiamo MacOS X, non è un sistema nato ieri, si basa su radici che hanno circa 30 anni, e proprio per questo Apple ha dovuto rimodellarlo per adattarlo ai tempi moderi di conseguenza ha dovuto fare un grosso lavoro di creazione e adattamento (con questo non voglio dire che Apple ci propina qualche cosa di vecchio, ma piuttosto di maturo). Tale lavoro ha implicato anche un grosso impiego di tecnologie e potenzialità computazionali, infatti ti sei mai chiesto perché Apple preinstallerà sui suoi computer MacOS X solamente da luglio?

Posso proporti una risposta a questa domanda, solo a Luglio le macchine di Apple usciranno con delle caratteristiche adeguate al nuovo sistema operativo. Non solo, ma visti i ritmi di sviluppo delle migliorie di Apple a MacOS X è evidente che il sistema è ancora un po' "crudo" non ancora perfetto, deve dipendere da Classic per permetterci una compatibilità all'indietro ed è proprio Classic il vero divoratore di RAM.
Posso portarti la mia esperienza, ho installato MacOS X su un PowerBook con 96 MB di RAM e ti posso assicurare che finché non apro Classic le cose filano decisamente liscie, con l'apertura di Classic c'è un degrado delle prestazioni del sistema di circa il 50%.
Non sto esagerando affatto, ma ti sto semplicemente dicendo che anche su macchine non proprio recenti MacOS X gira, ma se queste non hanno almeno i requisiti minimi richiesti (meglio qualche cosa di più, ma questa è una regola generale che vale per qualsiasi software) allora sì che ci possono essere dei decadimenti.

Perchè Apple lo ha fatto uscire se ancora ci sono pochi applicativi? Semplice perché il sistema non è una nuova versione, ma è una completa rivoluzione e quindi è più complesso/costoso adattare gli applicativi per cui se Apple non avesse distribuito al pubblico la sua creatura probabilmente nessuno sarebbe andato ad investire dei capitali su un sistema operativo di probabile uscita. Visto che è un progetto che è stato rimandato negli anni (vedi questo articolo: http://www.ilmac.net/macopinioni/ritardosystem.htm)

Che altro aggiungere, i costi dei computer Apple è vero, forse sono un po' più cari degli altri (anche se si potrebbe discutere sulla cosa) ma per comparare un Mac e un PC ci sono molte cose da tenere presenti non si possono banalmente comparare i dati (vedi: http://www.ilmac.net/info/risultati.htm).
Spero di essere stato esauriente, ma se vuoi continuare questa discussione scrivi pure, sarò felice di risponderti.

Ciao

Andrea

P.S. Se volete discuterne anche voi, scrivetemi pure!



Data di pubblicazione: 15-06-2001
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.