Percorso: ilMac.net > La Rete > Spiegazioni > RSS


RSS

Un mondo di notizie rapide e personalizzate

HTML, MP3, JPEG, GIF, PHP, AAC... internet è fatto di acronimi, e capita di rimanere stupiti di fronte a qualche sigla nuova. L'RSS è proprio una delle novità più recenti, e probabilmente ne avrete sentito parlare come una delle innovazioni che ci ha portato Safari 2 su Mac OS X 10.4 Tiger.

Un salto nel passato

La versione originale dell'RSS era la 0.90, e venne sviluppata inizialmente da Netscape. Si trattava di un formato per lo sviluppo di portali internet, raccogliendo informazioni da molti siti contemporaneamente. Tuttavia il suo sviluppo era troppo complesso rispetto ai vantaggi e, nonostante lo sviluppo di una versione 0.91 alleggerita, Netscape perse ben presto interesse nello sviluppo dei portali e, quindi, dell'RSS. La versione 0.91 venne quindi acquisita da un'altra società, la UserLand Software, per utilizzarla nello sviluppo di alcuni suoi software per internet. Nel frattempo un gruppo indipendente riprese il codice dell'originale RSS 0.90, e lo elaborò integrandolo con le specifiche dell'XML: ne uscì l'RSS 1.0. UserLand tuttavia non aveva smesso di sviluppare la "sua" versione di RSS, ed ecco che uscirono 0.92, 0.93, 0.94 e (non potendo usare la numerazione 1.0, già occupata)... 2.0.
Si arrivò quindi a ben 7 versioni diverse di RSS, tutte leggermente diverse le une dalle altre. Compresa l'ovvia difficoltà di sviluppare contemporaneamente tutte queste versioni, negli ultimi tempi si è deciso di utilizzare solamente RSS 1.0 e 2.0 (la versione che usiamo per il feed del nostro sito). Queste due macro-versioni col passare del tempo si sono integrate a vicenda, tanto che nell'utilizzo standard sono ormai considerate equivalenti (1.0 è maggiormente specializzata per l'utilizzo in applicazioni RDF, 2.0 è più generica).

Cosa vuol dire RSS?

Vista la sua nascita travagliata, era logico non aspettarsi una definizione univoca. Secondo la versione 1.0, infatti, significa RDF Site Summary. Diversamente, per la versione 2.0 si parla di Really Simple Syndication. Il concetto è comunque lo stesso: una sintesi del sito, divisa per argomenti. Ecco quindi che il suo habitat naturale sono i siti di notizie, i blog, e tutti quei siti che aggiornano i contenuti nel breve e brevissimo termine. Grazie agli RSS l'utente può "sbirciare" le anticipazioni delle notizie di un sito senza dover caricare l'intera pagina sul browser, e decidere solo in un secondo momento quali andare a leggere interamente.
Sono quindi nati una moltitudine di programmi, chiamati feed aggregator, che raccolgono in un'interfaccia unica e coerente i feed RSS dei siti scelti dall'utente, rendendo ancora più comodo il loro utilizzo. Andiamo a vederne i principali...

I programmi

NetNewsWireNetNewsWire (website)
Questo programma è disponibile in due versioni: Full (shareware - $39.95) e Lite (freeware). Cliccando su un semplice pulsante viene richiesto l'inserimento dell'URL relativo al Feed RSS che ci interessa (ad esempio il nostro http://www.ilmac.net/rss/notizie.xml ), e da quel momento pensa a tutto lui. Verranno scaricati i titoli delle ultime notizie pubblicate sul sito, e selezionandoli ci viene presentata un'anteprima del testo dell'articolo. Se è di nostro interesse, è possibile aprire la corrispondente pagina del sito in questione nel nostro browser di default, oppure aprirla direttamente all'interno di NetNewsWire, in un comodo tab. è stata introdotta recentemente anche la gestione dei podcast, con una perfetta integrazione con iTunes (e quindi con l'iPod).

EnsembleEnsemble (website)
Programma freeware che sta guadagnando un discreto seguito di utenti. L'iscrizione ai feed avviene con il classico pulsante. L'interfaccia è meno personalizzabile rispetto a NetNewsWire, ma nella sua semplicità resta sempre di facile lettura. Il supporto ai podcast nel momento in cui scriviamo questo articolo è ancora scarso: Ensemble si limita ad aprire i link nel nostro browser di default, col quale dovremo poi salvarli a mano e importarli in iTunes. Di positivo ha la sincronizzazione con .Mac, utile per chi ama seguire i propri feeds da diversi computer.

NewsFireNewsFire (website)
Se lo stile è una cosa fondamentale, questo è il feed aggregator che fa per voi. L'interfaccia di questo shareware ($18.99) è infatti coerente con tutti gli standard Apple, con colori morbidi e semplicità di utilizzo. Di grande impatto è la gestione dei podcast: è infatti l'unico software provato ad integrare un vero e proprio player (con interfaccia in stile iTunes) con il quale ascoltare gli mp3 scaricati. Solo rose e niente spine quindi? Purtroppo no. Infatti il tallone d'Achille sembra essere nella stabilità, che non è sempre all'altezza delle aspettative. Niente che non sia migliorabile con qualche update comunque.

NewsMacNewsMac (website) e NewsMac PRO (website)
Difficile valutare questo programma, che in realtà è diviso in due realtà ben definite: NewsMac (freeware) e NewsMac Pro (shareware - $24.99). Il primo non si discosta molto dalle caratteristiche standard di un aggregator, con l'aggiunta di una comoda sincronizzazione con PDA Palm OS e iPod (3G o successivi). La versione PRO è totalmente diversa, quasi che gli sviluppatori non fossero gli stessi. Si parte dalla grafica che riprende l'azzurro di Spotlight, alla sincronizzazione verso PDA, iPod e (!!!) Memory Card, alla possibilità di utilizzare svariati themes per la visualizzazione dei feed. Insomma, un feed aggregator vitaminizzato, pronto ad accogliere tutte le richieste (tecniche ed estetiche) dell'utente.

SafariSafari 2.0 (website)
In realtà questo non è un vero feed aggregator, quando piuttosto un viewer. Visitando un sito che contiene un RSS, ci comparirà l'icona "RSS" nella barra dell'indirizzo. Cliccandola avremo la lista di notizie, con le varie opzioni in una colonna a destra: campo di ricerca, lunghezza, ordinamento... Aggiungendo il feed ai preferiti, vedremo di volta in volta di fianco al nome del sito il numero di nuove notizie fra parentesi, in modo da sapere subito quali siti sono stati aggiornati dall'ultima volta che li abbiamo visti. Massima semplicità per ogni tipo di utenza quindi, come era facile aspettarsi dal nuovo browser Apple.

DashboardDashboard (website)
Se con Safari 2 abbiamo aperto la finestra degli rss direttamente all'interno dei browsers, questa volta facciamo un passo è ancora più lungo, entrando nel mondo di Dashboard. Forse la feature di cui si è più parlato riguardo a Tiger, è caratterizzato da una modularità estrema che si è aperta immediatamente agli utilizzi più vari, compreso il mondo dei feed aggregators. Le categorie in questo senso sono due: i widgets "specializzati" per un sito, e quelli multi-sito. La parte principale è ricoperta sicuramente dai primi, tanto da spingerci a realizzarne uno per ilMac.net (download). Le limitate dimensioni dei widgets infatti mal si adatterebbero alla gestione di aggregators multi-sito, con esigenze che è meglio affrontare con "vere applicazioni" come quelle citate fin'ora.

La lista dei software legati al mondo dell'RSS è in costante crescita, e sarebbe impossibile farne un elenco esaustivo. Come abbiamo visto infatti oltre ai feed aggregators più o meno specializzati (quelli già citati, oltre a NewsFan, RSSOwl, FeedMe, iPodderX e molti altri), anche tutti i nuovi browsers si stanno aprendo a questo mondo: Safari 2 quindi, ma anche Firefox (con le dovute estensioni) e OmniWeb.



Data di pubblicazione: 18-05-2005
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.