Percorso: ilMac.net > La Rete > Archivio > Tutto ADSL


Tutto ADSL

Dalla richiesta di installazione alla prima navigazione

Abbiamo ricevuto molte richieste da parte vostra per sapere cosa e come bisognava fare per avere l'ADSL su Mac, ed ecco la risposta a molte delle vostre domande. Se volete leggere un'analisi delle attuali offerte ADSL, la trovate qui.
Qui vi racconterò la mia storia di come ho fatto per avere l'ADSL, i tempi e le modalità di svolgimento di tutta l'operazione, il tutto inframmezzato da alcune delucidazione che sarebbe piaciuto avere anche a me prima dell'acquisto ma che nessuno mi ha dato, spero vi possano tornare utili.

La scelta

Nel momento in cui decisi di imbarcarmi nell'avventura ADSL era il periodo in cui iniziavano a nascere le ADSL così dette light, ovvero le ADSL con velocità nominali inferiori ai 640 K, 640 K che fino a quel momento si erano configurate come unica possibilità a chi volesse avere l'ADSL. Era anche il periodo in cui c'era una gran pubblicità all'accesso a Internet via satellite per cui fui parecchio combattuto nella mia scelta, ma alla fine dopo una approfondita analisi di costi e prestazioni presi la mia decisione.
In mancanza della fibra ottica (nella città in cui vivo ancora non è un servizio attivo) scelsi il servizio ADSL 640 di Infostrada/Libero, che a mio parere era il miglior servizio in quanto a rapporto prezzo/prestazioni.

Tempi e modi

Così chiamai Infostrada e dopo aver verificato che ci fosse la copertura del servizio ADSL nelle mia zona, inoltrai la richiesta di attivazione del servizio. Fate attenzione a non dare per scontato il fatto che la vostra zona sia coperta dal servizio ADSL, infatti ci sono ancora molte zone d'Italia scoperte da tale servizio, specie i paesi o la periferia della città.
Una settimana dopo circa, mi arrivò a casa il contratto da rispedire firmato e così feci, da notare che se il contratto ADSL viene intestato allo stesso titolare della linea telefonica si risparmia un fax e si accorciano i tempi d'attesa dovuti alla legge 675 sulla privacy.
Ovviamente rientrai in una delle tante promozioni di attivazione gratuita del servizio ADSL e così non pagai le 250.000 lire di attivazione.
Circa 15 giorni dopo la richiesta arrivò un tecnico della Telecom, inviato per conto di Infostrada, che verificò la qualità della linea con un dispositivo per vedere se era possibile l'attivazione del servizio ADSL sulla mia linea telefonica. Infatti nonostante la copertura non è detto che la vostra linea sia idonea al servizio ADSL, per cui il tecnico Telecom viene inviato proprio a questo scopo.
Una settimana dopo il nulla osta della Telecom, Infostrada mi attivò in centrale il servizio ADSL, con una telefonata mi avvisò che il servizio era disponibile e come per magia avevo l'ADSL!
Il giorno dell'effettiva attivazione del servizio, guarda caso, ero a Ferrara per una fiera per cui dovetti aspettare di terminare anche quel lavoro prima di potermi godere il tanto atteso servizio, ma questo non centra molto... ;-)
Quindi in totale nell'arco di un mesetto circa l'ADSL è arrivata a casa mia.

Modem e software

C'erano due possibilità, con o senza modem ADSL in comodato d'uso "gratuito". Facendo due conti scoprii che il comodato d'uso non era poi così gratuito come volevano farmi credere quelli di Libero, vi dirò di più a conti fatti in un anno di ADSL (periodo minimo di sottoscrizione) praticamente pagavo il modem, che rimaneva comunque loro. Così scelsi l'opzione senza modem il comodato e andai in un negozio Punto 187 ad acquistare un modem ADSL ethernet (per inciso ne esisteva un tipo solo in Italia l'Alcatel Speed Touch Home). Che portai a casa per la modica (neanche tanto) cifra di 489.000 lire IVA inclusa. Giunto a casa, ansioso di provare la nuova SuperLinea, aprii la scatola, collegai al Mac il modem ADSL e... non trovai alcun CD all'interno della scatola stessa che mi permettesse di utilizzare la mia nuova linea... con una certa delusione e rabbia allo stesso tempo lessi le istruzioni del modem, ricontrollai il contenuto della scatola ma nulla, non si parlava di CD o software di alcun tipo...
Al che telefonai immediatamente a Infostrada chiedendo cosa dovevo fare per connettermi e loro mi risposero, con un'insolita competenza anche nel campo Mac, che mi serviva un software EnterNet. Furono molto gentili e per accorciare i tempi mi spedirono tale software via e-mail come allegato compresso, dato che non avevo alcun CD di installazione e tale software non è ne shareware ne freeware. Feci la mia ultima connessione ad Internet via modem 56k per scaricarmi il software e dopo una breve e semplice installazione BOOOM ero in Rete ad una velocità davvero notevole!

Clicca qui per leggere la seconda parte.



Data di pubblicazione: 18-02-2002
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.