Percorso: ilMac.net > iPod & audio > Articoli > Apple iTunes Store


Apple iTunes Store

Un'avventura nel download a pagamento

Quest’anno un amico mi regala per il mio compleanno un buono da 20 € per scaricare musica dall’iTunes Store. Effettuo il login con l’account che già possedevo, riscuoto il buono e scarico alcune canzoni che mi piacevano scalando 10,98 € dal mio credito e lasciando ovviamente un residuo di 9,02 €.
Un sistema molto semplice da utilizzare, intuitivo, il download molto veloce 300 Kb/s con punte anche superiori ed in pochi minuti non solo si hanno sul proprio hard disk i brani in formato AAC con un’ottima qualità audio ma anche tutti i titoli delle canzoni e le copertine dell’album su tutti i pezzi scaricati.

Riproviamoci

Dopo alcuni mesi decido di scaricare un altro album dall’iTunes Store, album che costava 12,99 €, all’atto del download mi chiede i dati della mia carta di credito perché la precedente era scaduta, li fornisco e ricevo un messaggio di fine transazione in cui mi dice che mi verrà fatturato l’importo del download e scalata la relativa spesa dalla mia carta di credito.
Dato che a fine download, anziché essere 0,00 €, vedo che il mio credito residuo risulta sempre di 9,02 € quindi mi chiedo, ma perché non utilizzano i 9,02 € residui del buono regalo e mi scalano dalla carta di credito solamente la differenza?

Il contatto

Così per capire meglio ciò che succederà decido di scrivere al supporto dell’iTunes Store visto che nessuna delle FAQ riportava un caso analogo. Supporto interamente in italiano, form da compilare per chiedere informazioni in italiano e dopo un paio d’ore mi arriva un’e-mail da parte di Apple in cui si dice che il supporto per l’iTunes Store non esiste in italiano ma solamente in inglese, francese, tedesco e giapponese e quindi di riscrivere la mia domanda in una di queste lingue.
Siccome questo importantissimo dettaglio non è specificato da nessuna parte ne sull’iTunes Store, ne tanto meno sul sito di supporto dell’iTunes Store, che per giunta è interamente in italiano con tutte le FAQ tradotte in italiano, mi chiedo e vi chiedo, secondo voi è corretto un comportamento del genere da parte di Apple nei nostri confronti?
Ovvero prendere i soldi da noi italiani ma non fornire un supporto nella nostra lingua? Io direi di no.
Ironia o automatismo il giorno dopo mi arriva un’e-mail da parte di Apple, in inglese, in cui mi chiedono di compilare una valutazione del supporto dell’iTunes Store, valutazione che non poteva che essere negativa dato il pessimo supporto fornitomi.

Risarcimento o bug?

Inoltre ritengo di aver scoperto anche un bug del sistema in quanto una volta scaricata la musica, il giorno dopo, mi è arrivata un’e-mail con la fattura in cui si evince che effettivamente scalavano dalla mia carta di credito solamente la differenza fra i 9,02 € che avevo di buono residuo e i 12,99 € che dovevo pagare. Il bello sta nel fatto che a distanza di alcuni giorni sul mio account risultano ancora 9,02 € di credito residuo, che sia una specie di risarcimento perché Apple non fornisce il supporto in italiano o semplicemente un bug del sistema? :-)

Sarei curioso di sapere se avete avuto esperienze analoghe anche voi, scriviamoci sull’iPod Music Forum e confrontiamo le nostre esperienze sull’ iTunes Store.



Data di pubblicazione: 22-11-2006
L'intero contenuto di questo sito dal 1998 del Team di ilMac.net, vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.