WOBAMA

Lo spazio per parlare, davanti a un drink, di tutto ciò che non è Mac, esclusa la politica ;-)

Moderatori: Collaboratori, ilMac.net Staff

Re: WOBAMA

Messaggioda copyman » dom mag 10, 2009 6:56 pm

Non credo che la complessità dell'argomento si presti ad affermazioni assolutistiche, né in un senso né nell'altro.
Obama=Jimmy Carter? Il parallelo mi è venuto in mente durante la campagna per le presidenziali e, successivamente, quando Mr.President ha fatto la voce grossa sui lauti benefit accordati ai manager AIG, società di riassicurazione che pure era stata sull'orlo di una bancarotta monstre e salvata con un'iniezione di soldi provenienti dai contribuenti: tutto sacrosanto se dopo le parole ci fossero stati i fatti.
Sinceramente vorrei sapere da Millastro quale era secondo lui la ricetta per spostare l'inerzia creatasi dopo l'esplosione della bolla dei mutui subprime e dei derivati, in pieno clima recessivo e con una nazione che sembra essersi accorta solo ora di aver vissuto sopra le sue possibilità, ipotecando l'ipotecabile a fondi sovrani esteri.
L'indebitamento stellare è sicuramente una mossa rischiosa per rimettere in moto credito, produzione e consumi, ma ripeto, quali altre alternative erano sul tappeto?
Sulla politica estera è lecito dire che il nuovo Commander in Chief abbia tenuto una linea alquanto ondivaga, con alcune aperture interessanti e apparenti dimostrazioni di debolezza. Però derubricherei dagli errori di Obama l'attuale atteggiamento iraniano e, soprattutto, l'episodio di Durban II, che attiene a una logica specificamente mediorientale. Uscire dal cul de sac in cui si era incistata la poltica estera di Bush e dei falchi repubblicani non è come fare il gioco delle tre carte, direi.
Passavamo sulla terra leggeri
Avatar utente
copyman
ilMac.net Lover
 
Messaggi: 863
Iscritto il: mar lug 08, 2003 4:07 pm

Re: WOBAMA

Messaggioda fluid » lun mag 11, 2009 12:06 am

e poi come si giudica un presidente degli stati uniti dopo pochi mesi, se lo avessimo fatto con Bush avremmo sospettato che era un pirla, invece dopo 10 anni ne abbiamo avuto la certezza 8)
Avatar utente
fluid
ilMac.net Friend
 
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mag 10, 2009 4:17 pm

Re: WOBAMA

Messaggioda millastro » lun mag 11, 2009 8:50 am

copyman ha scritto:Non credo che la complessità dell'argomento si presti ad affermazioni assolutistiche, né in un senso né nell'altro.

Hai ragione, non intendevo dare una opinione definitiva sul presidente. Segnalavo solo che la stessa stampa che lo ha appoggiato incondizionatamente ora incomincia a esprimere pesanti dubbi. Ciò è normale, direi, è forse solo più evidente in riferimento ad una posizione di grande favore iniziale di cui godeva il candidato progressista.
copyman ha scritto: Sinceramente vorrei sapere da Millastro quale era secondo lui la ricetta per spostare l'inerzia creatasi dopo l'esplosione della bolla dei mutui subprime e dei derivati, in pieno clima recessivo e con una nazione che sembra essersi accorta solo ora di aver vissuto sopra le sue possibilità, ipotecando l'ipotecabile a fondi sovrani esteri.
L'indebitamento stellare è sicuramente una mossa rischiosa per rimettere in moto credito, produzione e consumi, ma ripeto, quali altre alternative erano sul tappeto?

Se avessi la risposta potreste chiamarmi "Mr. President"! :D
Ho solo espresso l'opinione, che ho argomentato dettagliatamente nel tread "Economia", che una politica fiscale espansiva non è plausibile se si somma ad un programma di Welfare pesantemente innovativo (e molto contestato) pensato prima della crisi.
L'idea è che si stiano sommando due spinte espansive di natura diversa.
I rischio è veramente quello di "arrivare lunghi" in caso di ripresa a medio-breve.
A mio parere la visione della crisi di Obama è un pò troppo "europea", ovvero i suoi consiglieri non tengono in debito conto le singolari caratteristiche di reazione del sistema americano (ad esempio la capacità di contrazione dello stile di vita sconosciuto a noi europei).
copyman ha scritto: Sulla politica estera è lecito dire che il nuovo Commander in Chief abbia tenuto una linea alquanto ondivaga, con alcune aperture interessanti e apparenti dimostrazioni di debolezza. Però derubricherei dagli errori di Obama l'attuale atteggiamento iraniano e, soprattutto, l'episodio di Durban II, che attiene a una logica specificamente mediorientale. Uscire dal cul de sac in cui si era incistata la poltica estera di Bush e dei falchi repubblicani non è come fare il gioco delle tre carte, direi.

E' una opinione rispettabilissima, forse anche quella giusta (il cul de sac mediorientale è indiscutibile), solo io penso che l'appeasement possa funzionare contro l'ideologia pan-islamica meno di quanto non abbia funzionato all'epoca della guerra fredda.
Iscriviti all'Apple user group Friuli Venezia Giulia!
www.augfvg.it
Avatar utente
millastro
Evangelista Mac
 
Messaggi: 350
Iscritto il: mar nov 14, 2006 11:12 am
Località: Udine

Re: WOBAMA

Messaggioda millastro » lun mag 11, 2009 8:55 am

fluid ha scritto:e poi come si giudica un presidente degli stati uniti dopo pochi mesi, se lo avessimo fatto con Bush avremmo sospettato che era un pirla, invece dopo 10 anni ne abbiamo avuto la certezza 8)

E' probabile che senza l'11 Settembre la presidenza Bush non sarebbe certo passata alla storia.
Del resto quell'evento ha modificato di molto anche il suo modo di "essere" come presidente e come persona.
Senza entrare nel merito delle sue scelte dopo quell'evento si è comportato da statista, prima era decisamente alla ricerca di se stesso.
Penso che anche Obama potrebbe cambiare personalmente e rivelare doti nascoste in caso di grandi "eventi" (che non ci aspettiamo, a differenza del suo vice) ma il giudizio su un presidente non credo lo si possa dare serenamente neanche dopo 20 anni (basta vedere quanto rimangano controverse le opinioni su Kennedy o Johnson)
Iscriviti all'Apple user group Friuli Venezia Giulia!
www.augfvg.it
Avatar utente
millastro
Evangelista Mac
 
Messaggi: 350
Iscritto il: mar nov 14, 2006 11:12 am
Località: Udine

Re: WOBAMA

Messaggioda fluid » lun mag 11, 2009 1:37 pm

resta un cosa basilare a mio vedere, che la scelta Obama da parte degli Americani dimostra la volontà di cambiare, e questo di per se vale già molto
Avatar utente
fluid
ilMac.net Friend
 
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mag 10, 2009 4:17 pm

Re: WOBAMA

Messaggioda millastro » lun mag 11, 2009 3:02 pm

Certo, questo è il dato fondamentale.
Che bisogna rispettare sopra a tutto.

D'altro canto candidare un "molto anziano", per quanto onorevole, o non aver reso conto in maniera soddisfacente degli errori di gestione della finanza sono errori talmente imperdonabili che, anche senza il controverso operato di Bush, i Repubblicani avrebbero difficilmente potuto avere o meritare la vittoria.

Da questo punto di vista gli americani sono, giustamente, molto severi.
Più severi di noi.
Iscriviti all'Apple user group Friuli Venezia Giulia!
www.augfvg.it
Avatar utente
millastro
Evangelista Mac
 
Messaggi: 350
Iscritto il: mar nov 14, 2006 11:12 am
Località: Udine

Re: WOBAMA

Messaggioda fluid » lun mag 11, 2009 3:33 pm

non è solo economia, tu per esempio parli della politica estera nei riguardi del Iran per esempio, Obama sarà ondivago, ma credo dopo aver visto il suo predecessore fare la voce grossa, e non raccogliere niente, a parte enormi quantità di soldi per le compagnie che lavorano per la difesa, che sia necessario cercare un modo nuovo di comunicare con i paesi del medio oriente, quelli vecchi sono falliti, la strada nuova va cercata anche a tentativi
Avatar utente
fluid
ilMac.net Friend
 
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mag 10, 2009 4:17 pm

Re: WOBAMA

Messaggioda millastro » lun mag 11, 2009 3:56 pm

Non si discute dell'inefficacia della politica precedente, il punto è capire chi si ha davanti.
Chi è l'Iran?
Il popolo iraniano che la democrazia non l'ha mai conosciuta ma ha un livello culturale tra i più elevati del medio-oriente?
Il presidente?
Il supremo aiatollah?
Quale deve essere l'interlocutore di Obama?
Ricordiamoci di Monaco. Non ripetiamo gli stessi errori.
Il che, ripeto, non significa scatenare una guerra ma capire bene chi si ha davanti.

Hai una idea di cosa sia la teologia "apocalittica" a cui è fedele Ahmadinejad?

Sai quale è stata sin'ora l'unica azione efficace del governo USA in Iran?
Il blocco dei conti esteri dei (ricchissimi) capi dei Pasdaran.
E su quel piano ci sono risultati (vedi, secondo me, anche lo sblocco della situazione della giornalista condannata per spionaggio).
Ma serve durezza, bisogna sfruttare con autorità i dissidi tra ala militare (pasdaran) e ala teocratica (ulema).
Sperando nella potenzialmente ricca borghesia intellettuale di Teheran...
Ma forse è un discorso troppo complicato per svolgerlo su un forum di appassionati Mac...
Iscriviti all'Apple user group Friuli Venezia Giulia!
www.augfvg.it
Avatar utente
millastro
Evangelista Mac
 
Messaggi: 350
Iscritto il: mar nov 14, 2006 11:12 am
Località: Udine

Re: WOBAMA

Messaggioda fluid » lun mag 11, 2009 4:12 pm

Ahmadinejad usa la teologia, ma non è un integralista alla Osama, gli conviene farlo gli permette una certa libertà di movimento e un certo sostegno e lo fa, come lo fece Saddam quando gli venne comodo.
L'Iran è un paese in grande sviluppo, scientifico e non solo, non tentare un dialogo è solo autolesionismo per come la vedo io, Osama ha l'obbligo di farlo, visto cosa è stato raggiunto usando le bombe, non c'è altra strada, con il sistema facciamo la guerra alla fine si è fatto male solo l'occidente
Avatar utente
fluid
ilMac.net Friend
 
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mag 10, 2009 4:17 pm

Re: WOBAMA

Messaggioda Zardoz » lun mag 11, 2009 5:55 pm

fluid ha scritto:Ahmadinejad usa la teologia, ma non è un integralista alla Osama, gli conviene farlo gli permette una certa libertà di movimento e un certo sostegno e lo fa, come lo fece Saddam quando gli venne comodo.
L'Iran è un paese in grande sviluppo, scientifico e non solo, non tentare un dialogo è solo autolesionismo per come la vedo io, Osama ha l'obbligo di farlo, visto cosa è stato raggiunto usando le bombe, non c'è altra strada, con il sistema facciamo la guerra alla fine si è fatto male solo l'occidente


Secondo me Ahmadinejad è un pericoloso fanatico. Da poco ho letto Persepolis, della Marjani, e ho visto come vivono in quel paese. Con certa gente è meglio discutere con la pistola poggiata sul tavolo. Ogni segno di apertura viene visto come una debolezza.
Avatar utente
Zardoz
ilMac.net Lover
 
Messaggi: 3898
Iscritto il: gio ott 14, 2004 4:37 pm
Località: Cuba

PrecedenteProssimo

Torna a ilMacBar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron