General Motors senza scrupoli?

Lo spazio per parlare, davanti a un drink, di tutto ciò che non è Mac, esclusa la politica ;-)

Moderatori: Collaboratori, ilMac.net Staff

General Motors senza scrupoli?

Messaggioda palmy » ven lug 18, 2003 6:44 pm

Senza scrupoli/ General Motors risana la Opel rubando quote di mercato alla Fiat. Obiettivo, spingere il Lingotto verso il coma e acquistarlo in saldo

17 luglio 2003


Continuano a stentare le vendite dei colossi automobilistici Usa, ma con risultati molto differenti su base geografica. A livello di gruppo nel secondo trimestre l'utile netto di General Motors, numero uno mondiale dell'auto, è sceso del 30% a 901 milioni di dollari, ovvero 1,58 dollari per azione, dai precedenti 1,29 miliardi (2,43 dollari). Anche se i ricavi sono rimasti invariati a 48,3 miliardi di dollari.
Stesso risultato per Ford Motor, che chiude il secondo quarto con un utile netto in calo del 27%. Anche se i 22 centesimi per azione, rispetto ai 570 milioni (29 centesimi/azione) dello stesso periodo del 2002, sono superiori ai 19 previsti dagli analisti. In lieve calo invece i ricavi scesi del 4%.

Su base geografica si evidenzia come solo in Usa Ford segni un calo degli utili ante-imposte in salita del 52%, a causa delle penalizzazioni degli sconti e promozioni che la casa automobilistica ha dovuto operare per cercare di ridare slancio alle vendite. Perdite in espansione anche in Europa, secondo mercato del gruppo, con un valore ante-imposte di 525 milioni di dollari, rispetto al rosso di 18 milioni di dollari del pari periodo dell'anno precedente.

Per GM, partner al 20% della Fiat, in Europa invece la situazione si ribalta. Il colosso Usa registra una riduzione delle perdite, nelle attività europee, di 3 milioni di dollari contro il rosso di 115 milioni del pari periodo dell'anno precedente. Un risultato che dalla casa di Detroit attribuiscono ad una politica aggressiva di riduzione dei costi, che ha spinto anche l'incremento delle vendite riscontrato da Opel/Vauxhall e Saab. Così la quota di mercato di GM Europa nel secondo trimestre è salita al 9,4%.

Un risultato che impone alcune riflessioni. All'apparenza il mercato europeo dell'auto ha maggiori margini di crescita di quello Usa. In realtà, se così fosse, anche la Ford avrebbe dovuto ottenere risultati incoraggianti. Quindi il dato positivo di GM arriva in funzione di una strategia mirata proprio sul territorio europeo. Esattamente quella politica aggressiva fatta di riduzione dei costi, che in Usa non è stata attuata con la stessa decisione, e tesa a guadagnare quote di mercato in Europa, magari anche a scapito della redditività.
Una concorrenza senza frontiere che va ad impattare anche sulle quote Fiat in Europa, partner con la quale però GM ancora non ha intrapreso nessuna sinergia a livello né commerciale, né industriale, almeno nel Vecchio Continente (per non parlare degli Usa).

Ha senso possedere il 20% di un'azienda automobilistica europea, non sfruttare le possibili sinergie con Opel (stesso segmento di mercato), ma anzi fargli una concorrenza in casa, anche a scapito della redditività sia diretta (sui conti di GM) che indiretta (sul 20% posseduto di Fiat)?
Parrebbe una follia che ha una sola spiegazione, spingere il più rapidamente possibile al coma profondo il malato grave Lingotto, per poi acquistarlo con un pezzo di pane. Si spiegherebbero così le indiscrezioni del Financial Times sull'opposizione alla put da parte della casa di Detroit e la serie di report negativi in arrivo dagli Usa e contro Fiat. L'ultimo è firmato Lehman Brothers. Uno studio dedicato al settore dell'auto europeo vede per il Lingotto un giudizio di 'underweight', ma valuta però con ottimismo l'intero comparto europeo.

I risultati sul secondo trimestre, secondo gli analisti della banca d'affari, dovrebbero mostrare un incremento per Bmw e Renault e fornire alcune opportunità di acquisto per Vw, Daimler e Peugeot, mentre i nuovi modelli che verranno lanciati al Salone di Francoforte "saranno un positivo catalizzatore per le vendite nel terzo trimestre".
Insomma tutto bello purchè non sia Fiat. Che almeno si consola con le buone notizie da Cnh Global, l'azienda leader mondiale nella produzione di trattori agricoli e mietitrebbiatrici, che prevede per il secondo trimestre 2003 un utile netto di circa 35 milioni di dollari.

---

Cosa ne pensate?
palmy
Staff - Content Manager
 
Messaggi: 1867
Iscritto il: dom nov 11, 2001 2:00 am
Località: Milano

Messaggioda Marco » lun lug 21, 2003 3:54 am

La mia opinione di utente Fiat che ha acquistato una Tipo nuovo modello (deve ancora arrivarmi), è che sì, la GM è interessata a dissanguare la Casa torinese, per poi utilizzarne certe tecnologie alla Opel. La Lancia sparirà, e l'Alfa sopravviverà perché è una delle migliori case automobilistiche del mondo, da cui gli americani hanno parecchio da imparare. Ma una volta che avranno imparato ....
Da quel poco che so, la GM negli States ha chiuso anche stabilimenti che funzionavano alla grande... mettendo in mezzo alla strada migliaia di famiglie. Comunque, non ci resta che aspettare.
"Never trust a computer you can’t throw out a window ".
Steve Wozniak
--
http://marcofreccero.blogspot.com/
Avatar utente
Marco
Staff - Web Editor
 
Messaggi: 2063
Iscritto il: sab dic 22, 2001 2:00 am
Località: Savona

..........

Messaggioda alder » lun lug 21, 2003 7:01 am

Beh, non mi sembra che ci sia niente di cui stupirsi.... :( :( :( :( :( :( :( :( :( Tante compagnie fanno di questi giochini.... "Noi" ne abbiamo un esempio: microsoft...... Ha sempre condotto politiche di questo genere, addirittura ha pilotato sentenze giuridiche in maniera da diventare sempre piu' monopolista....... Poi con l'amministrazione bush le compagnie industriali non hanno nulla da temere....... Purtroppo..... :( :( :( :( :(
Dipendenza microsoft?? NO GRAZIE!!!!
Avatar utente
alder
ilMac.net Lover
 
Messaggi: 618
Iscritto il: lun gen 14, 2002 2:00 am
Località: Rimini, credo.....


Torna a ilMacBar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron